Letteratura latina

A.A. 2021/2022
12
Crediti massimi
80
Ore totali
SSD
L-FIL-LET/04
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone: a) di rafforzare le competenze linguistiche degli studenti, in relazione a fonetica, lessico, morfologia e sintassi della lingua latina, pari al livello B2 della certificazione linguistica del latino (http://www.cusl.eu/wordpress/wp-content/uploads/2017/03/Sillabo-.pdf); b) di guidare gli studenti alla comprensione di testi latini letterari in lingua originale, tramite l'analisi di significativi brani d'autore in prosa e in versi; c) di trasmettere strumenti e metodi per una esegesi dei testi latini letterari in grado di valorizzarne appieno la complessità culturale; d) di fornire un quadro esaustivo della storia della letteratura latina dalle origini all'età tardoantica; e) di guidare gli studenti al riconoscimento degli elementi di continuità con le lingue e le letterature moderne, soprattutto europee.
Tali obiettivi, in coerenza con i profili formativi del corso di studio e gli sbocchi occupazionali previsti, mirano a fornire agli studenti triennali una solida formazione di base (metodologica, storica e linguistica) per lo studio universitario della letteratura latina, in relazione sia alla cultura e alla letteratura greca (suo modello per molti aspetti), sia agli studi di letteratura, filologia e linguistica italiana d'età moderna e contemporanea.
Risultati apprendimento attesi
Conoscenze: al termine del corso lo studente avrà raggiunto a) una adeguata conoscenza di fonetica, morfologia e sintassi della lingua latina, e dei fondamenti di prosodia e metrica; b) la piena comprensione dei brani proposti a lezione (lessico, morfologia, sintassi), pari al livello B2 della certificazione linguistica del latino (http://www.cusl.eu/wordpress/wp-content/uploads/2017/03/Sillabo-.pdf); c) la conoscenza dei contenuti di tali brani, e del loro rapporto con la tradizione letteraria e il contesto storico-sociale; d) la conoscenza dei principali lineamenti di storia letteraria latina dall'età arcaica al tardoantico, con particolare attenzione ai generi letterari; e) la consapevolezza della continuità della lingua e della letteratura latina sia rispetto alla lingua italiana (specialmente per quanto riguarda il lessico) sia rispetto alla permanenza dell'antico nella modernità.
Competenze: lo studente sarà in grado di analizzare dal punto di vista linguistico, lessicale, contenutistico e stilistico i testi letterari latini, in prosa e in poesia, proposti a lezione, riconoscendone i principali codici espressivi; si orienterà con sicurezza in senso diacronico e sincronico all'interno della storia della letteratura latina, individuando tratti di permanenza e continuità all'interno dei generi letterari; saprà sviluppare un'argomentazione articolata volta all'esegesi dei testi, esprimendosi con chiarezza e utilizzando con proprietà il lessico formale della disciplina. Proseguendo lo studio in modo autonomo, lo studente potrà affrontare la lettura in originale di testi latini d'autore e potrà inoltre applicare le competenze acquisite anche in prospettiva dell'arricchimento storico dell'Italiano e dell'importanza della permanenza dell'antico in ambito letterario e più largamente culturale.
Programma e organizzazione didattica

con istituzioni di lingua A-H

Responsabile
Periodo
Primo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/22 verranno date informazioni più specifiche nei prossimi mesi in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
Responsabile
Torre Chiara
Periodo
Primo semestre

Il corso, intitolato "Costellazioni", è composto di quattro parti. La prima parte è dedicata a una sintesi storica dell'astronomia nel mondo antico e all'analisi di alcuni testi latini (in poesia e in prosa, dal I sec. a.C. al V sec. d.C.) che in generi e modalità differenti hanno affrontato temi astronomici. Nella seconda parte, attraverso approcci distinti e letture eterogenee - dal mondo del rito a quello della rappresentazione figurativa e all'immaginario letterario latino - si analizzerà il tema dell'apoteosi e del catasterismo in relazione a figure mitologiche, personaggi storici e alla configurazione dello Zodiaco.
Le altre due parti del corso sono destinate a rafforzare le competenze linguistiche e metalinguistiche degli studenti attraverso esercizi di analisi del testo, condotti rispettivamente su brani in poesia (Virgilio, Eneide libro VI analisi delle principali caratteristiche della lingua poetica latina; fondamenti di metrica, esametro) e in prosa (Cicerone, Pro Caelio: analisi del lessico e dei periodi complessi).
La conoscenza dei generi e degli autori principali della storia della letteratura latina (dalle origini al tardoantico) si acquisisce attraverso lo studio individuale del manuale e i riferimenti spiegati dal docente durante le lezioni.
Prerequisiti
Si richiede come prerequisito la conoscenza lessicale e grammaticale della lingua latina pari al livello B1 della Certificazione linguistica del latino (http://www.cusl.eu/wordpress/wp-content/uploads/2017/03/Sillabo-.pdf).

Il corso si rivolge a coloro che non abbiano sostenuto alcun esame di L-Fil-Let/04 (Lingua e Letteratura Latina) o che abbiano acquisito massimo 6 cfu nel settore.

N.B. gli studenti del curriculum classico L-10 devono seguire il corso 'senza istituzioni di lingua' (vedi Manifesto degli Studi).
Metodi didattici
Punti focali del metodo didattico sono: 1) da parte del docente, la presentazione dei testi: lettura ad alta voce, proposta di una traduzione di servizio, analisi linguistica; 2) da parte degli studenti, un'attiva collaborazione, che è costantemente sollecitata attraverso la traduzione dei testi e la descrizione delle loro caratteristiche (fonologiche, morfologiche, sintattiche), così che, adeguatamente guidati, essi si ritrovino in grado di analizzare dal punto di vista linguistico, lessicale, contenutistico e stilistico i testi letterari, in prosa e in poesia, proposti a lezione.
Per rafforzare le competenze linguistiche degli studenti, in relazione a fonetica, lessico, morfologia e sintassi della lingua latina, pari al livello B2 della certificazione linguistica del latino (http://www.cusl.eu/wordpress/wp-content/uploads/2017/03/Sillabo-.pdf) sono previste le seguenti attività opzionali: 20 ore di laboratorio di lingua in preparazione del test preliminare di accertamento linguistico; 20 ore di tutorato per studenti con particolari lacune linguistiche in latino. Il materiale utilizzato nei laboratori è pubblicato su Ariel. La frequenza dei corsi opzionali è fortemente consigliata.
Materiale di riferimento
- Antologia di testi che saranno oggetto delle prime due parti del corso: verrà pubblicata sul sito Ariel del corso (a cura della docente).
- Virgilio, Eneide libro VI. Il testo verrà pubblicato sul sito Ariel del corso. Sono obbligatorie per tutti gli studenti la conoscenza delle regole fondamentali della prosodia latina e la lettura metrica dell'esametro Testi consigliati: S. Timpanaro, Nozioni elementari di prosodia e metrica latina, in A. La Penna, Romanae res et litterae, Loescher, Torino, pp. 415-436, oppure S. Boldrini, Fondamenti di prosodia e metrica latina, Carocci, Roma, oppure M. Lenchantin de Gubernatis, Manuale di prosodia e metrica latina, Principato 1988.
- Cicerone, Pro Caelio. Edizioni consigliate: Cicerone, Pro Caelio, a cura di A. Cavarzere, Marsilio, Venezia, oppure E. Narducci, Difesa di Marco Celio, Rizzoli (BUR), Milano. In alternativa alla Pro Caelio, per l'analisi del testo in prosa, lo studente potrà scegliere tra Cicerone, Laelius, oppure Cesare, BG libro VII. Edizioni consigliate: E. Narducci - C. Saggio, Cicerone, L'amicizia, Rizzoli (BUR), Milano; Cesare, De bello gallico libro VII, a cura di G. Cipriani, Marsilio, Venezia.
- Per chi ha frequentato almeno due semestri dei corsi di lingua per principianti è possibile preparare (in alternativa ai testi sopra indicati) l'antologia Il latino con gioia, a cura di T. Momigliano, LED edizioni 2009.
- Le conoscenze di storia della letteratura latina saranno acquisite dallo studente attraverso lo studio di questi argomenti: 1) le parti introduttive alle diverse epoche 2) un elenco di 40 autori, indicati sul sito Ariel del corso. Per le parti introduttive (1) è richiesto l'utilizzo di M. Citroni, M. Labate, E. Narducci, Disegno storico della letteratura latina, Laterza, Bari 1997 (pagine relative disponibili su Ariel). Per i 40 autori (2) potrà essere usato il medesimo manuale; in alternativa, G.B. Conte, Profilo storico della letteratura latina. Dalle origini alla tarda età imperiale, Le Monnier Università, Firenze 2004, ora ristampato come G.B. Conte, Letteratura latina. Dall'età repubblicana all'età di Augusto e Letteratura latina. L'età imperiale, Le Monnier Università, Firenze 2019 (2 volumi); gli studenti possono fare uso anche di altri manuali, previa approvazione del docente.

Gli studenti non frequentanti devono attenersi alle indicazioni date per i frequentanti. Si richiede inoltre la conoscenza del volume:
Igino, Mitologia astrale, a cura di G. Chiarini-G. Guidorizzi, Milano, Adelphi Edizioni, 2009.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame prevede un test obbligatorio e preliminare di accertamento linguistico (appelli a gennaio, maggio e settembre): il test si svolge di norma in modalità informatica e consiste in 30 domande a risposta chiusa o aperta di interesse grammaticale o di comprensione, a partire da un brano di prosa latina d'autore. Il voto è espresso in 30/30 (risposta corretta = 1; risposta sbagliata o mancante = 0). Non è ammesso l'uso del vocabolario. Simulazioni dei test d'esame, con possibilità di autovalutazione, sono disponibili sul Sito Ariel del corso. Il voto ottenuto non fa media ai fini dell'esame. I risultati sono comunicati tempestivamente sul sito Ariel.
NB: Sono esonerati da tale prova gli studenti che nella scuola superiore avessero conseguito certificazione linguistica di 'Latino, livello B2'.
L'esame orale consiste in quattro domande (una domanda su ciascuna delle parti del corso - vedi sotto il programma - più una domanda sulla storia della letteratura). Gli studenti dovranno dimostrare la loro capacità di presentare gli autori e le questioni fondamentali di letteratura latina e analizzare testi proposti a lezione o preparati autonomamente. Sono valutati la precisione nella lettura e nella traduzione, le competenze linguistiche e grammaticali, la proprietà di linguaggio e la qualità dell'esposizione, la capacità di organizzare le conoscenze acquisite, la capacità di proporre collegamenti fra parti diverse del programma o con discipline affini. Il voto è espresso in 30/30.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Torre Chiara

Unita' didattica B
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Torre Chiara

Unita' didattica C
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Torre Chiara

Unita' didattica D
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

con istituzioni di lingua I-Z

Responsabile
Periodo
Primo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
Il corso è composto da quattro parti (una lezione a frequenza settimanale, per ciascuna parte).
Le parti A-B propongono un percorso antologico (con traduzione e commento) dedicato al mito di Medea nella letteratura latina (Ovidio; Seneca). Le parti C e D sono destinate principalmente a rafforzare le competenze linguistiche degli studenti attraverso esercizi di analisi del testo, condotti rispettivamente su brani in prosa (Cicerone, Pro Caelio: analisi del lessico e dei periodi complessi nell'unità C) e in poesia (Virgilio, Eneide IV: analisi delle principali caratteristiche della lingua poetica latina; fondamenti di metrica, esametro nell'unità D). La conoscenza dei generi e degli autori principali della storia della letteratura latina (dalle origini al tardoantico) si acquisisce attraverso lo studio individuale del manuale.
Gli studenti non frequentanti aggiungeranno a questo programma una serie di letture e materiali pubblicati sul sito Ariel del corso.
Prerequisiti
Si richiede come prerequisito la conoscenza lessicale e grammaticale della lingua latina pari al livello 3 degli Standard linguistici descritti nel file "Studiare il latino in Unimi" (https://lettere.cdl.unimi.it/it/insegnamenti/latino/standard-linguistic…) e corrispondente al livello B1 della certificazione linguistica del latino (http://www.cusl.eu/wordpress/wp-content/uploads/2017/03/Sillabo-.pdf).
Il corso si rivolge a coloro che non abbiano sostenuto alcun esame di L-Fil-Let/04 (Lingua e Letteratura Latina) o che abbiano acquisito massimo 6 cfu nel settore.
NB gli studenti del curriculum classico L-10 devono seguire il corso 'senza istituzioni di lingua' (vedi Manifesto degli Studi).
Metodi didattici
Punti focali del metodo didattico sono: 1) da parte del docente, la presentazione dei testi: lettura ad alta voce, proposta di una traduzione di servizio, analisi linguistica; 2) da parte degli studenti, un'attiva collaborazione, che è costantemente sollecitata attraverso la traduzione dei testi e la descrizione delle loro caratteristiche (fonologiche, morfologiche, sintattiche), così che, adeguatamente guidati, essi si ritrovino in grado di analizzare dal punto di vista linguistico, lessicale, contenutistico e stilistico i testi letterari, in prosa e in poesia, proposti a lezione.
Per rafforzare le competenze linguistiche degli studenti, in relazione a fonetica, lessico, morfologia e sintassi della lingua latina, pari al livello B2 della certificazione linguistica del latino (http://www.cusl.eu/wordpress/wp-content/uploads/2017/03/Sillabo-.pdf) e alle competenze in prosodia e metriche, sono previste le seguenti attività, tutte opzionali: 20 ore di laboratorio di lingua in preparazione del test preliminare di accertamento linguistico; 20 ore di tutorato. Il materiale utilizzato nei laboratori è pubblicato su Ariel. La frequenza sia delle lezioni che dei corsi opzionali è fortemente consigliata.
Materiale di riferimento
Parti A-B: Medea nella letteratura latina: i testi latini utilizzati a lezione verranno via via pubblicati sul sito Ariel del corso. Edizioni di riferimento: Ovidio, Lettere di Eroine, a cura di G. Rosati, Milano (BUR) 1989 (più volte ristampato). Seneca, Medea/Fedra, a cura di G. Biondi, trad. di A. Traina, Milano (BUR) 1989 (più volte ristampato). Sarà inoltre richiesta la conoscenza in traduzione italiana di Euripide, Medea, di cui esistono ottime edizioni, ad es. Medea, introduzione di V. Di Benedetto, trad. di Ester Cerbo, Milano (BUR) 1997, oppure Medea/Ippolito, a cura di D. Del Corno, Milano (Oscar Mondadori) 1990. Commenti e materiali di approfondimento verranno indicati sul sito Ariel del corso.
Parte C: le lezioni dell'unità didattica C sono condotte sul testo di Cicerone, Pro Caelio. Edizioni consigliate: Cicerone, Pro Caelio, a cura di A.Cavarzere, Marsilio, Venezia, oppure E. Narducci, Difesa di Marco Celio, Rizzoli (BUR), Milano. In alternativa alla Pro Caelio, per l'analisi del testo in prosa, lo studente potrà scegliere tra Cicerone, Laelius, oppure Cesare, De bello Gallico libro VII. Edizioni consigliate: E. Narducci - C. Saggio, Cicerone, L'amicizia, Rizzoli (BUR), Milano; Cesare, De bello gallico libro VII, a cura di G. Cipriani, Marsilio, Venezia.
Per chi ha frequentato almeno due semestri dei corsi di lingua per principianti è possibile preparare (in alternativa ai testi sopra indicati) 'Loci scriptorum: Cesare', di M. Mortarino, M. Reali, G. Turazza, Loescher, 2009.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame prevede un test obbligatorio e preliminare di accertamento linguistico (appelli a gennaio, maggio e settembre): il test si svolge in modalità informatica e consiste in 30 domande a risposta chiusa o aperta di interesse grammaticale o di comprensione, a partire da un brano di prosa latina d'autore. Il voto è espresso in 30/30 (risposta corretta = 1; risposta sbagliata o mancante = 0). Non è ammesso l'uso del vocabolario. Simulazioni dei test d'esame, con possibilità di autovalutazione, sono disponibili sul Sito Ariel del corso. Il voto ottenuto non fa media ai fini dell'esame. I risultati sono comunicati tempestivamente sul sito Ariel.
NB: Sono esonerati da tale prova gli studenti che nella scuola superiore avessero conseguito certificazione linguistica di 'Latino, livello B2'.
L'esame orale consiste in una domanda su ciascuna delle quattro parti più una domanda sulla storia della letteratura. Gli studenti dovranno dimostrare la loro capacità di presentare gli autori e le questioni fondamentali di letteratura latina e analizzare testi proposti a lezione o preparati autonomamente. Sono valutati la precisione nella lettura e nella traduzione, le competenze linguistiche e grammaticali, la proprietà di linguaggio e la qualità dell'esposizione, la capacità di organizzare le conoscenze acquisite, la capacità di proporre collegamenti fra parti diverse del programma o con discipline affini. Il voto è espresso in 30/30.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Merli Elena

Unita' didattica B
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Merli Elena

Unita' didattica C
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Merli Elena

Unita' didattica D
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

senza istituzioni di lingua

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Programma
Le parti A e B (N. Pace ) saranno rivolte ad illustrare le caratteristiche, letterarie e linguistiche, dello Pseudolus di Plauto. La parte C (N. Pace) sarà dedicata al I libro delle Metamorfosi di Apuleio. Nella parte D la prof.ssa P. Moretti esaminerà il IX libro delle Metamorfosi di Apuleio.
Lo studente dovrà acquisire autonomamente, attraverso lo studio della bibliografia sotto indicata:
1) la conoscenza dei generi e degli autori della storia della letteratura latina (dalle origini al tardoantico);
2) la capacità di leggere (in metrica per Virgilio), tradurre e commentare in modo essenziale le seguenti opere:
a) Virgilio, Bucoliche, o Eneide libro VI, a scelta dello studente;
b) Cicerone, Pro Caelio, oppure Pro Murena, oppure Laelius, De amicitia, a scelta dello studente.
Prerequisiti
Si richiede come prerequisito minimo la conoscenza lessicale e grammaticale della lingua latina corrispondente al livello B1 della certificazione linguistica del latino (http://www.cusl.eu/wordpress/wp-content/uploads/2017/03/Sillabo-.pdf).
Il corso è rivolto a tutti gli studenti di Lettere, Curriculum "Scienze dell'Antichità", e a quegli studenti di Lettere, Curriculum "Lettere Moderne", e di altri corsi di laurea che provengano dal Liceo Classico.
Metodi didattici
Punti focali del metodo didattico sono: 1) da parte del docente, la presentazione dei testi: lettura ad alta voce, proposta di una traduzione, analisi linguistica e commento letterario; 2) da parte degli studenti, un'attiva collaborazione, che è costantemente sollecitata attraverso la traduzione dei testi e la descrizione delle loro caratteristiche (fonologiche, morfologiche, sintattiche), così che, adeguatamente guidati, essi si ritrovino in grado di analizzare dal punto di vista linguistico, lessicale, contenutistico e stilistico i testi letterari, in prosa e in poesia, proposti a lezione.
Per rafforzare le competenze linguistiche degli studenti, in relazione a fonetica, lessico, morfologia e sintassi della lingua latina, pari al livello B2 della certificazione linguistica del latino (http://www.cusl.eu/wordpress/wp-content/uploads/2017/03/Sillabo-.pdf), sono previste le seguenti attività, tutte opzionali: 20 ore di laboratorio di lingua in preparazione dello scritto preliminare; 20 ore di tutorato. Il materiale utilizzato nei laboratori è pubblicato su Ariel. La frequenza dei corsi opzionali è fortemente consigliata.
Materiale di riferimento
Parte istituzionale
1) Per la storia della letteratura latina è richiesto l'utilizzo dei seguenti manuali:
G.B. Conte, Profilo storico della letteratura latina. Dalle origini alla tarda età imperiale, Le Monnier Università, Firenze 2004;
oppure: M. Citroni, M. Labate, E. Narducci, Disegno storico della letteratura latina, Laterza, Bari 1997;
oppure: A. Cavarzere, A. De Vivo, P. Mastandrea, Letteratura latina. Una sintesi storica, Carocci, Roma 2004.
Gli studenti possono fare uso anche di altri manuali, previa approvazione dei docenti.

2) Per la lettura di Virgilio (Bucoliche, o Eneide libro VI):
Edizioni e commenti consigliati: a) per le Bucoliche, l'edizione commentata a cura di M. Gioseffi, Cuem, Milano; b) per il VI libro dell'Eneide, il commento scolastico a cura di R. Sabbadini e C. Marchesi, Loescher, Torino, oppure quello curato da A. Rostagni, Mondadori, Milano, oppure quello curato da F. Varieschi, Signorelli, Milano, oppure quello, pensato per studenti universitari, di R. G. Austin, P. Vergilii Maronis Aeneidos Liber Sextus, The Clarendon press, Oxford.
3) Per la lettura di Cicerone (Pro Caelio, oppure Pro Murena, oppure Laelius, De amicitia):
Edizioni e commenti consigliati: a) per Cicerone, Pro Caelio, l'edizione con traduzione e brevi note curata da A. Cavarzere, Marsilio, Venezia, oppure quella curata da E. Narducci, Difesa di Marco Celio, Rizzoli (BUR), Milano (per un esame linguistico più approfondito occorre usare le edizioni curate da studiosi anglosassoni, come quelle di R.G. Austin, Pro M. Caelio oratio, The Clarendon Press, Oxford 19522, oppure di A. R. Dyck, Pro Marco Caelio, Cambridge University Press, Cambridge 2013); b) per Cicerone, Pro Murena, quella tradotta da C. Giussani e curata da S. Rizzo, Due scandali politici, introduzione di G. Ferrara, Rizzoli (BUR), Milano, oppure quella, rivolta a studenti universitari, di E. Fantham, Cicero's Pro L. Murena Oratio, Oxford University Press, Oxford 2013; c) per Cicerone, Laelius, De amicitia, quella curata da E. Narducci e traduzione di C. Saggio, L' amicizia, Rizzoli (BUR), Milano.

Parte monografica

Parti A-B

- Tito Maccio Plauto, Pseudolo, introduzione di C. Questa; traduzione e note di M. Scàndola, Rizzoli (BUR), Milano 2008
- Titus Maccius Plautus, Pseudolus; edidit C. Questa, curis adiectis A. Torino, QuattroVenti (Editio Plautina Sarsinatis, 16), Sarsinae et Urbini 2017.

Parte C

- Apuleio, Le metamorfosi, a cura di L. Nicolini, Rizzoli (BUR), Milano 2005
- Apuleius Madaurensis Metamorphoses, Book I, Text, Introduction and Commentary [by] W.H. Keulen, Egbert Forsten, Groningen 2007


Parte D

- Apuleio, Le metamorfosi, a cura di L. Nicolini, Rizzoli (BUR), Milano 2005



Altri testi relativi al corso, letteratura secondaria, informazioni didattiche, e la versione definitiva e ultima del programma, contenente l'elenco dei passi da portare all'esame, saranno caricati sul sito «Ariel», il portale dedicato all'e-learning dell'Ateneo (http://ariel.unimi.it). Il programma definitivo sarà caricato nella sezione 'contenuti' del sito Ariel nel dicembre 2021, dopo la fine delle lezioni.

Sono obbligatorie per tutti gli studenti la conoscenza delle regole fondamentali della prosodia latina e la lettura metrica dell'esametro. Testi consigliati: S. Timpanaro, Nozioni elementari di prosodia e metrica latina, in A. La Penna, Romanae res et litterae, Loescher, Torino, pp. 415-436.

Gli studenti non frequentanti devono attenersi alle indicazioni date per i frequentanti per tutte e quattro le parti. Si richiede inoltre la conoscenza di alcuni saggi integrativi che verranno resi disponibili sul sito Ariel.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame prevede una prova scritta obbligatoria e preliminare di accertamento linguistico (appelli a dicembre, gennaio e maggio/giugno): il test, della durata di 90 minuti, consiste in 30 domande a risposta chiusa o aperta di interesse grammaticale o di comprensione, a partire da un brano di prosa latina d'autore. L'esito del test è espresso in un giudizio (insufficiente, sufficiente, discreto, buono, ottimo). Non è ammesso l'uso del vocabolario. I necessari materiali per il test d'esame sono disponibili sul Sito Ariel del corso. Il voto ottenuto non fa media ai fini dell'esame. I risultati sono comunicati tempestivamente sul sito Ariel. NB: Sono esonerati da tale prova gli studenti che nella scuola superiore avessero conseguito certificazione linguistica di 'Latino, livello B2'.
L'esame orale consiste in almeno tre domande sulle quattro parti del corso più una domanda sulla storia della letteratura, una domanda sul testo di poesia e una su quello di prosa. Gli studenti dovranno dimostrare la loro capacità di presentare gli autori e le questioni fondamentali di letteratura latina e analizzare testi proposti a lezione o preparati autonomamente. Sono valutati la precisione nella lettura (in metrica per i testi poetici) e nella traduzione, le competenze linguistiche e grammaticali, la proprietà di linguaggio e la qualità dell'esposizione, la capacità di organizzare le conoscenze acquisite, la capacità di proporre collegamenti fra parti diverse del programma o con discipline affini. Il voto è espresso in 30/30.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Pace Nicola

Unita' didattica B
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Pace Nicola

Unita' didattica C
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Pace Nicola

Unita' didattica D
L-FIL-LET/04 - LINGUA E LETTERATURA LATINA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Mercoledì dalle ore 15 alle18.
il ricevimento si svolge sulla piattaforma Team, nella classe "Prof. Merli RICEVIMENTO". Si prega ove possibile di inviare alla docente una mail prima di presentarsi. Il codice per accedere è aacfc3v
Ricevimento:
Il ricevimento si svolge il giovedì dalle 10:30 alle 13:30, SOLO previo appuntamento con la docente. La modalità - in presenza o a distanza - potrà variare in ragione della situazione sanitaria.
Ricevimento:
Il ricevimento si svolge su Teams o su Skype: martedì, 16:00-19:00. Gli studenti sono pregati di concordare un appuntamento con il docente via email. Da martedì 2 febbraio 2021 il docente riceve anche in presenza in questo orario nel suo studio.
Ex sezione di Filologia classica (cortile della Legnaia, 1° piano)- via Festa del Perdono 7
Ricevimento:
Ricevimento a distanza: lunedì ore 14-17 su Microsoft Teams (per prenotarsi vedere "Informazioni sul ricevimento"). Dal 13 settembre 2021 il ricevimento riprende anche in presenza, nei giorni di lezione, previo appuntamento fissato via mail.
Ricevimento:
I SEMESTRE 2021-2022: MERCOLEDI' ore 16.30-19.30. Eventuali variazioni contingenti sono comunicate sui siti Ariel dei corsi della docente.
Online_Teams: Team "ricevimento Prof. Chiara Torre" CODICE: qia34rx