Letteratura russa lm

A.A. 2021/2022
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-LIN/21
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso è rivolto agli studenti che hanno seguito un ciclo triennale di corsi di letteratura russa e completato l'apprendimento triennale della lingua. Può essere parte di un percorso di specializzazione monolingue o bilingue ma anche essere scelto per due anni di seguito. Per questo i temi trattati di anno in anno presentano una grande varietà di argomenti, periodi storici e metodologie critiche più specifiche e complesse rispetto a quelle affrontate durante il corso triennale. Il corso stimola gli studenti ad approfondire individualmente aspetti (tematici o critici) utili ad arricchire il percorso di approfondimento magistrale che ciascuno si è dato.
Risultati apprendimento attesi
Conoscenza e comprensione: approfondimento di problematiche storico-letterarie, critiche e metodologiche complesse e articolate. Lettura e analisi approfondita di testi letterari e critici in lingua originale. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: capacità di applicare le metodologie critiche apprese a testi oggetto di approfondimento individuale. Individuazione di aspetti affini al proprio percorso personale nelle opere e nelle metodologie critiche presentate durante il corso.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Primo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
Il corso si intitola "La morte (e la sua negazione) nella letteratura russa dei sec. XVIII-XX", e si compone delle seguenti tre parti: 1. "«Dov'è? Laggiù. Cioè? Chissà». Il tema della morte tra echi barocchi e tardo romanticismo"; 2. "«La morte non c'è». Il tema della morte nell'epoca del positivismo"; 3. "«Vedeva la morte come una delle regioni sotto il cielo». Il tema della morte tra modernismo, post modernismo e realismo socialista".
Il corso eroga 9 crediti universitari. Gli studenti che intendono acquisire soltanto 6 CFU concorderanno con la docente un programma ridotto che comprenda gli elementi essenziali delle tre parti.
Il corso affronta un tema ineludibile per ogni essere umano, che dall'antichità all'età moderna è stato al centro del mito, del rituale, dell'arte e della riflessione filosofica. L'esame di opere letterarie di un ampio arco temporale, dall'ultimo quarto del Settecento alla prima metà del Novecento, dagli interrogativi esistenziali ai racconti "del terrore", dai drammi etici all'espressione lirica del rimpianto più struggente, verrà condotto prevalentemente dal punto di vista strutturale e narratologico ma consentirà anche di mettere in luce il contributo degli scrittori russi alla riflessione esistenziale dell'uomo, e la paradossale tendenza di alcuni a superare o negare l'esistenza di questo passaggio cruciale.
Nella prima parte si porranno le basi teoriche e metodologiche del corso e si prenderanno in considerazione testi poetici e narrativi ancora connessi con l'immaginario barocco o che portano quello romantico fino ai decenni centrali dell'Ottocento. Nella seconda parte si confronteranno le diverse ricerche sulla morte dei principali autori della seconda metà del XIX secolo. Nella parte finale si prenderanno in considerazione il valore metaforico assunto dalla morte e i tentativi di superarla nel periodo tra l'ultimo decennio dell'Ottocento e i primi quattro del Novecento, nelle opere di autori della fine del regime zarista o emigrati, ma anche vissuti sotto il regime sovietico.
Di norma il programma del corso è valido fino a febbraio 2023 compreso. Gli studenti sono invitati a contattare sempre la docente per precisazioni.
Prerequisiti
Il corso si tiene in italiano e ove possibile / parzialmente in lingua russa, con lettura di testi esclusivamente in russo. I materiali e la bibliografia d'esame presuppongono delle solide competenze di lingua russa e storia letteraria, di uso della terminologia e di analisi critica proprie di chi ha già terminato un percorso triennale con russo come lingua A o B.
Metodi didattici
Il corso adotta i seguenti metodi didattici: lezioni frontali e interazione con gli studenti; lettura e commento di passi tratti dalle opere in programma; eventuale presentazione delle letture individuali fatte da parte di singoli studenti.
Materiale di riferimento
Il corso dispone di un sito sulla piattaforma on line per la didattica Ariel (https://lrossilrlm.ariel.ctu.unimi.it/v5/home/Default.aspx), al quale si rimanda per i materiali forniti dalla docente specificati di seguito.
Da preparare:
Parte 1
1) Manuale di letteratura russa: "Storia della civiltà letteraria russa", vol. I, Dalle origini alla fine dell'Ottocento, Torino, UTET, capitoli relativi agli autori e ai testi trattatati e al loro contesto storico (passi scelti scaricabili alla fine del corso dalla piattaforma Ariel); 2) Antologia di testi letterari in russo scaricabili durante il corso dalla piattaforma Ariel. 3) Saggi teorici e critici in russo o altra lingua scaricabili durante il corso dalla piattaforma Ariel o reperibili in altra forma. 4) Gli appunti delle lezioni e le slide a cura della docente, reperibili sulla piattaforma Ariel durante e alla fine del corso. 5) Uno o più fra i seguenti testi letterari, in russo o in italiano o altri da concordare: A. Puskin, "Grobovscik", "Pikovaja dama"; N. Gogol', "Starosveckie pomesciki", "Vij"; "Mërtvye dusi"; M. Lermontov, "Demon"; "Mcyri"; "Geroj nasego vremeni".
Parte 2
1) Manuale di letteratura russa: "Storia della civiltà letteraria russa", vol. I, Dalle origini alla fine dell'Ottocento, Torino, UTET, capitoli relativi agli autori e ai testi trattatati e al loro contesto storico (passi scelti scaricabili alla fine del corso dalla piattaforma Ariel); 2) Antologia di testi letterari in russo scaricabili durante il corso dalla piattaforma Ariel. 3) Saggi teorici e critici in russo o altra lingua scaricabili durante il corso dalla piattaforma Ariel o reperibili in altra forma. 4) Gli appunti delle lezioni e le slide a cura della docente, reperibili sulla piattaforma Ariel alla fine del corso. 5) Uno o più fra i seguenti testi letterari, in russo o in italiano o altri da concordare: F. Dostoevskij, "Prestuplenie i nakazanie", "Idiot", "Besy", "Bobok", "Krotkaja", "Brat'ja Karamazovy"; I. Turgenev, "Klara Milic", Lev Tolstoj, "Vojna i mir"; "Anna Karenina", "Smert' Ivana Il'ica"; "O zizni"; Vs. Garsin, "Krasnyj Cvetok", V. Korolenko, "Son Makara"; A. Cechov, "Smert' cinovnika", "Toska", "Skucnaja istorija", "Duel'", "Archierej".
Parte 3
1) Manuale di letteratura russa: "Storia della civiltà letteraria russa", vol. II, Il Novecento, Torino, UTET e "Storia della letteratura russa. Il Novecento". Vol. I-III, Torino, Einaudi, capitoli relativi agli autori e ai testi trattatati e al loro contesto storico (passi scelti scaricabili durante e alla fine del corso dalla piattaforma Ariel); 2) Antologia di testi letterari in russo scaricabili durante il corso dalla piattaforma Ariel; 3) Letture teoriche e critiche in russo o altra lingua scaricabili durante il corso dalla piattaforma Ariel o reperibili in altra forma; 4) Gli appunti delle lezioni e le slide a cura della docente, reperibili sulla piattaforma Ariel durante e alla fine del corso 5) Uno o più fra i seguenti testi letterari, in russo o in italiano o altri da concordare: M. Bulgakov, "D'javoliada", A. Platonov, "Cevengur"; V. Nabokov, "Priglasenie na kazn'", G. Gazdanov, "Prizrak Aleksandra Wolfa".
La bibliografia completa del corso sarà pubblicata durante e alla fine del corso sulla piattaforma Ariel.
All'esame, oltre a dimostrare la conoscenza dei materiali indicati gli studenti illustreranno i risultati di un approfondimento scritto o orale su uno degli autori o opere trattati durante il corso, fatto sulla base della lettura integrale in russo o italiano della/e opera/e letteraria, e di due saggi (o una monografia) presenti nella bibliografia generale o scelti individualmente.
Il programma per studenti "non frequentanti" è uguale a quello per gli studenti frequentanti. Se le lezioni saranno registrate e messe a disposizione sulle piattaforme dedicate (v. voce "Emergenza") dovrebbe essere possibile a tutti gli studenti presentarsi come "frequentanti".
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste in un colloquio individuale, in italiano o in russo, che prevede domande poste dal docente, interazioni tra docente e studente e discussione dell'approfondimento fatto dallo studente con riferimento a testi letterari e critici.
Il colloquio dura 30 minuti circa. Esso mira a verificare la conoscenza dei testi letti, la capacità di contestualizzazione di autori e opere, l'abilità nell'esposizione, la precisione nell'uso della terminologia specifica, la capacità di riflessione critica e personale sulle tematiche proposte. Il voto finale è espresso in trentesimi, e lo studente ha facoltà di rifiutarlo (in tal caso verrà verbalizzato come "ritirato").
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente. Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-LIN/21 - SLAVISTICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-LIN/21 - SLAVISTICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-LIN/21 - SLAVISTICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Da mercoledì 15/9/21 il ricevimento si terrà in presenza, o via Skype (lau_ro@outlook.it) o Teams (Ricevimento studenti e laureandi prof. Laura Rossi, codice su Ariel) il mercoledì, ore 14-17. Per eventuali variazioni temporanee v. le pagine Ariel della d
Dipartimento di Lingue e Letterature straniere, sezione di Slavistica, Piazza S. Alessandro, 1