Processi_decisionali nei gruppi

A.A. 2021/2022
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-PSI/05
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
La vita di tutte le organizzazioni è caratterizzata da processi di interazione e scambio tra attori impegnati a prendere decisioni, risolvere problemi, costruire nuove conoscenze.
Da questo punto di vista il gruppo di lavoro è il luogo privilegiato di interazione costruttiva tra le persone lo strumento intorno al quale si organizzano tali processi. In ambito sanitario queste attività sono spesso attraversate da conflitti che, in funzione di come sono gestiti, possono comportare ostacoli del processo di produzione dei servizi di cura e peggioramenti della qualità della convivenza nei gruppi multi-professionali e nella relazione con pazienti e accompagnatori. Un importante strumento di trasformazione costruttiva del conflitto in ambito organizzativo è la negoziazione. Essa può essere concepita come un processo di decisione congiunta tra parti che percepiscono una incompatibilità tra obiettivi, interessi, bisogni, valori: in quanto processo decisionale finalizzato a risolvere problemi spesso complessi e ambigui, la gestione di situazioni negoziali richiede di riconoscere ed affrontare dinamiche complesse sul piano cognitivo, emotivo e sociale. Il corso si propone di analizzare i fattori psicosociali che influenzano le situazioni di negoziazione caratteristiche del contesto sanitario e che possono facilitare od ostacolare il raggiungimento di un accordo.
Risultati apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento lo studente:
- avrà acquisito conoscenze sulle principali teorie elaborate in ambito psicologico per descrivere i diversi aspetti e processi caratterizzanti i gruppi di lavoro;
- saprà spiegare i diversi tipi di conflitto e i processi cognitivi, emotivi e sociali che influenzano l'evolversi del conflitto socio-organizzativo in senso costruttivo o distruttivo;
- avrà sviluppato capacità di analisi ed interpretazione delle dinamiche cognitive, comunicative e sociali che possono influenzare l'interazione nei gruppi e l'escalation dei conflitti, soprattutto nella relazione operatore-paziente e tra colleghi;
- saprà applicare strategie integrative nella gestione dei conflitti
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
Frequentanti
I temi trattati saranno articolati su tre macro temi:
· IL GRUPPO: struttura, norme e cultura organizzativa, la leadership, l'efficacia e la produttività nei gruppi, i processi decisionali nei gruppi, l'identità sociale e la categorizzazione
· I CONFLITTI IN AMBITO ORGANIZZATIVO: tipi di conflitto; le fonti del conflitto organizzativo; strategie di gestione di situazioni conflittuali; dinamiche psico-sociali che intensificano il conflitto).
· LA NEGOZIAZIONE COME STRATEGIA COSTRUTTIVA DI GESTIONE DEL CONFLITTO: le fasi del processo di negoziazione; dinamiche negoziali: processi socio-cognitivi ed emotivi; strategie e tattiche negoziali.
Per ciascuno di questi temi saranno proposte in aula attività interattive finalizzate sviluppare capacità di riconoscere ed applicare a situazioni reali i concetti teorici.

Non frequentanti
I temi trattati sono identici a quelli indicati per i frequentanti e sono tutti riconducibili a parti del testo e del materiale fornito dalla docente su Moodle.
Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze preliminari.
Metodi didattici
Le lezioni frontali in presenza prevederanno una prevalenza di utilizzo di metodologie attive di apprendimento (flipped classroom, simulazioni, lavori di gruppo e spazi di riflessione e discussione). Alcune delle parti teoriche saranno presentate a lezione o con modalità asincrona tramite brevi clip, rese disponibili sulla piattaforma Moodle del corso.
Gli studenti non frequentanti potranno avere alcuni parti esercitative loro dedicate.
Materiale di riferimento
1. Malaguti D. Fare squadra. Psicologia dei gruppi di lavoro. Il Mulino. Bologna. SECONDA EDIZIONE 2018
2. Arielli, E. e Scotto G. (2003). Conflitti e mediazione. Bruno Mondadori editore, Milano
3. Merlone U. (2015) Negoziare in modo efficace. Il Mulino. Bologna.

Materiale didattico (articoli e capitoli di approfondimento) reso disponibile sul sito Moodle del corso


- - - - - - - - - - - -

4. Malaguti D. Fare squadra. Psicologia dei gruppi di lavoro. Il Mulino. Bologna. SECONDA EDIZIONE 2018
5. Arielli, E. e Scotto G. (2003). Conflitti e mediazione. Bruno Mondadori editore, Milano
6. Merlone U. (2015) Negoziare in modo efficace. Il Mulino. Bologna.
Additional learning material available on Moodle.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Data la natura fortemente interattiva del corso, che prevede esercitazioni, casi studio, testimonianze e lavori di gruppo, è fondamentale frequentare con regolarità e almeno 75% delle lezioni.

La frequenza occasionale è sconsigliata poiché il corso prevede di lavorare in aula con un gruppo stabile di studenti.

Frequentanti (frequenza almeno pari all'75% delle ore): le modalità d'esame saranno definite sulla base di un lavoro di gruppo proposto durante le prime lezioni e possono essere diversificate per gruppi di studenti. Al fine di valutare conoscenze, competenze e capacità espressiva dovrà essere prevista una parte di produzione scritta (elaborato/tesina, presentazione, video, contest, ecc) + una parte orale.

Non frequentanti (frequenza inferiore all'75% delle ore): prova scritta obbligatoria composta da 4 domande aperte da completare in 90 minuti:
· 3 domande aperte saranno finalizzate a verificare la conoscenza e la comprensione dei principali modelli concettuali che spiegano i processi teorici alla base del conflitto e dei processi negoziali.
· 1 domanda aperta intenderà verificare la capacità di utilizzare in modo consapevole e critico le basi teoriche al fine di analizzare situazioni conflittuali concrete o negoziazioni e per ipotizzare piani di intervento.
L'elenco di tutte le possibili domande d'esame verrà pubblicato sul sito Moodle alla fine del corso.
Vengono assegnati fino ad un massimo di 7.5 punti per ciascuna delle domande, a seconda a) della correttezza e completezza della risposta, b) dell'utilizzo del linguaggio specialistico della disciplina e c) della capacità di applicare le conoscenze apprese in modo critico.
Verrà inoltre valutata la capacità di usare in modo appropriato e rigoroso il linguaggio disciplinare specifico.
I risultati sono comunicati tramite verbalizzazione SIFA.
M-PSI/05 - PSICOLOGIA SOCIALE - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Docente/i
Ricevimento:
Appuntamento al link sottoindicato - fino al fine emergenza via skype su c.guglielmetti
Stanza 1 (palazzina delle aule 10-11-12, secondo piano, di fianco all'ascensore), Via Conservatorio, 7. Milano