Statistica, epidemiologia e storia della sanità

A.A. 2021/2022
7
Crediti massimi
56
Ore totali
SSD
MED/01 MED/02 MED/42
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone di fornire agli studenti le nozioni di base per:
· acquisire conoscenze avanzate della dimensione storica della medicina, per poter meglio comprendere l'evoluzione delle figure professionali del professionista sanitario e del medico-chirurgo;
· acquisire conoscenze per riflettere su "fatti umani", genericamente ritenuti come "passati", la cui conoscenza rappresenta il tentativo di provocare l'incontro tra due piani di umanità: il passato vissuto dagli uomini di un tempo e il presente in cui si sviluppa lo sforzo inteso a rievocare questo passato, perché ne tragga profitto l'uomo del futuro;
· acquisire le conoscenze statistiche necessarie per poter elaborare un insieme di dati e stendere un documento di reportistica con indicazione delle analisi svolte e dei risultati conseguiti a scopo di ricerca e/o programmazione di attività di gestione di una struttura sanitaria;
· dimostrare e comprendere gli scopi dell'Epidemiologia, i metodi di indagine, e i relativi campi di applicazione.
Risultati apprendimento attesi
Non definiti
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Prerequisiti
Conoscenze di base di algebra e geometria del piano.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova di esame è scritta e consiste in una combinazione di domande aperte, formulate in forma di problema e articolate al loro interno in sotto-quesiti, e domande a risposta multipla (1 giusta, 4 sbagliate). Per lo svolgimento della prova scritta è necessario dotarsi di calcolatrice e delle tavole delle distribuzioni di probabilità affrontate a lezione e disponibili sulla piattaforma Ariel. E' possibile portare un formulario sintetico che riassume le formule viste durante l'anno. Ogni esercizio del compito contiene l'indicazione dei punti assegnati per il suo corretto svolgimento. A chi supera il punteggio di 30 viene conferita la lode. I risultati sono comunicati agli studenti tramite piattaforma Ariel.
Statistica medica
Programma
Valutazione dell'attendibilità dei metodi di raccolta e di misura di dati di interesse biomedico:
- Illustrare il concetto di attendibilità di una misura, campione, popolazione, stima e parametro.
- Fornire esempi di cause di errori sistematici ed errori casuali.
Variabilità:
- Fornire esempi di variabilità dei caratteri quantitativi entro individuo e tra individui.
Metodi descrittivi:
- Interpretare le rappresentazioni grafiche di una distribuzione;
- Illustrare i concetti di valore medio, dispersione e forma di una distribuzione;
- Calcolare i principali indici di posizione e dispersione di una distribuzione;
- Spiegare il significato degli indici di accuratezza e di precisione delle misure;
- Spiegare il significato di quantile (quartili, centili) - Limiti di riferimento;
- Correlazione e statistica Kappa.
Modello Gaussiano:
- Interpretazione di dati di popolazione mediante il modello Gaussiano;
- Descrivere le caratteristiche del modello Gaussiano di distribuzione degli errori di misura.
Test di screening:
- Definire i concetti di unione ed intersezione di eventi;
- Definire il concetto di probabilità;
- Calcolare la probabilità di un evento;
- Calcolare la probabilità dell'intersezione di eventi indipendenti, e di eventi condizionati;
- Illustrare il fondamento logico del test di screening;
- Spiegare le definizioni di esito falsamente positivo e di esito falsamente negativo rispetto ad un valore soglia del marker diagnostico;
- Definire i concetti di sensibilità e di specificità di un test diagnostico o di un sintomo;
- Calcolare e discutere il concetto di valore predittivo positivo e negative;
- Definire il rapporto di verosimiglianza per un esito positivo (o per un esito negativo) al test diagnostico;
- Definire il concetto di probabilità e odds pre-test e post-test;
- Spiegare il significato del teorema di Bayes.
Stima campionaria dei parametri della popolazione a partire dai dati espressi con varie modalità:
- Illustrare il concetto di variabilità campionaria. Distinguere i concetti di campione e popolazione;
- Distinguere i concetti di stima campionaria di un parametro e di parametro di una popolazione.
Distribuzione di campionamento:
- Illustrare il significato di distribuzione delle stime campionarie;
- Illustrare il significato di errore standard di una stima campionaria.
Intervallo di confidenza e suo significato:
- Illustrare il concetto di intervallo di confidenza e spiegarne il significato.
Test di ipotesi:
- Spiegare il significato di errore di I e di II tipo e di potenza di un test;
- Spiegare il fondamento logico del calcolo della dimensione del campione;
- Discutere la differenza tra significatività statistica e rilevanza clinica;
- Saper costruire un test statistico relativo ad ipotesi sulla media della popolazione (varianza nota);
- Test di indipendenza tra variabili: il chi-quadrato.
Modello deterministico e modello probabilistico:
- Distinguere tra modello deterministico e modello probabilistico;
- Illustrare le caratteristiche del modello di regressione lineare semplice e il significato dei parametri della regressione lineare semplice;
- Fare un test di ipotesi sui parametri del modello di regressione lineare semplice;
- Spiegare come correggere (aggiustare) per una variabile di confondimento l'associazione tra due serie di dati.
Metodi didattici
Lezioni frontali tramite slides e lavagna; esercitazioni, eventualmente in Laboratori di informatica; materiale didattico disponibile sulla piattaforma Ariel in forma di esercizi con soluzione di difficoltà pari a quella dell'esame.
Materiale di riferimento
M. Pagano e K. Gauvreau Biostatistica (2ª edizione) Editore: Idelson-Gnocchi 2003;
M. Bland Statistica medica (Idee & strumenti) Editore: Apogeo 2019;
JF. Jekel, DL. Katz, JG. Elmore, DMG. Wild Epidemiologia Biostatistica e Medicina Preventiva (3ª edizione) Editore: Masson 2009;
Storia della medicina
Programma
Origini e significato della Medicina e della Storia della Medicina
- Le fonti per lo studio e la ricerca: la medicina nell'antica Grecia e a Roma; la medicina medioevale; Conoscere il
corpo: Rinascimento e Anatomia animata, Iatrofisica e Iatrochimica; Anatomia microscopica.
- Illuminismo e salute pubblica: le malattie professionali, l'igiene e la medicina preventiva, la profilassi vaccinica,
l'ortopedia, il trattamento umanitario dei malati di mente.
- La nascita della Clinica e i suoi strumenti: semeiotica, diagnostica e terapia; I problemi della Chirurgia e la loro
risoluzione: analgesia, anestesia, asepsi e antisepsi. La teoria cellulare e la microbiologia.
- Il XX secolo: nuovi concetti, strumenti e terapie; Evoluzione e trasformazione dei luoghi ospedalieri.
- Elementi di storia della sanità lombarda.
Metodi didattici
L'insegnamento viene erogato mediante lezioni frontali in aula.
Materiale di riferimento
. Porro A., Franchini A.F., Cristini C., Galimberti P.M. Lorusso L., Falconi B., Lezioni Di Storia Della Medicina. Gli Strumenti 3, Rudiano, Gam, 2013.
- Porro A., Cristini C., Falconi B., Franchini A.F., Galimberti P.M., Lorusso L., Lezioni Di Storia Della Medicina 2, -Rudiano, Gam, 2011.
- Porro A., Falconi B., Franchini A.F. Lezioni Di Storia Della Medicina 1, Rudiano, Gam Editrice, 2009.
Porro A., Storia Della Medicina 1 (Fino Al Xix Secolo). In Appendice: Storia Dell'odontoiatria, Rudiano, Gam Editrice, 2009.
- Belloni L., Per La Storia Della Medicina, Sala Bolognese, Forni, 1990.
Igiene generale e applicate
Programma
. Significato e utilizzo del metodo epidemiologico: dall'analisi dei dati alla programmazione e valutazione nell'ambito del sistema sanitario.

2. Utilizzo dei dati sanitari correnti in epidemiologia.
- Caratteristiche delle fonti di dati correnti.
- Principali fonti di dati sanitari.
- Gli indicatori: significato e utilizzo.
- Aspetti metodologici relativi all'utilizzo dei dati amministrativi per la programmazione e la ricerca.
- Analisi guidata di dati sanitari correnti.

3. Le misure di frequenza: rapporti, proporzioni, tassi;
- Concetto di prevalenza, incidenza, densità di incidenza, incidenza cumulativa standardizzazione dei tassi

4. I disegni di studio e la loro applicazione per la valutazione del bisogno, l'analisi dei problemi assistenziali, la valutazione della qualità dell'assistenza.
- Studi ecologici (o di correlazione) e loro applicazione: la ricerca delle differenze.
- Studi di prevalenza e loro applicazione.
- Studi di incidenza e loro applicazione. Studi caso controllo e loro applicazione. Studi sperimentali.

5. Misure di associazione e di impatto: rischio relativo, odds ratio, rischio attribuibile come misura assoluta e come misura relativa

6. Errore casuale e sistematico in Epidemiologia. Il confondimento

7. Gli studi per la valutazione della qualità dell'assistenza sanitaria
- La valutazione dei bisogni.
- Valutazione degli aspetti organizzativi nell'erogazione dei servizi di assistenza sanitaria.
- Valutazione degli esiti.
Metodi didattici
L'insegnamento viene erogato mediante lezioni frontali in aula, secondo un calendario programmato e pubblicato sul sito ARIEL del corso di studio.
Materiale di riferimento
Signorelli C.: Elementi di metodologia epidemiologica. SEU Roma
Moduli o unità didattiche
Igiene generale e applicate
MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA - CFU: 2
Lezioni: 16 ore

Statistica medica
MED/01 - STATISTICA MEDICA - CFU: 3
Lezioni: 24 ore

Storia della medicina
MED/02 - STORIA DELLA MEDICINA - CFU: 2
Lezioni: 16 ore

Docente/i
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
Si riceve su appuntamento da prendersi tramite email.
Campus Cascina Rosa, via A. Vanzetti, 5, 20133 Milano - stanza 3 - 4
Ricevimento:
previo appuntamento e-mail
Padiglione Centro Ipertensione - Ospedale maggiore Policlinico - 1* p.