Statistica, epidemiologia e storia della sanità

A.A. 2021/2022
7
Crediti massimi
59.5
Ore totali
SSD
MED/01 MED/02 MED/42
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone di fornire agli studenti le nozioni di base per:
- acquisire conoscenze avanzate della dimensione storica della medicina, per poter meglio comprendere l'evoluzione delle figure professionali del professionista sanitario e del medico-chirurgo;
- acquisire conoscenze per riflettere su "fatti umani", genericamente ritenuti come "passati", la cui conoscenza rappresenta il tentativo di provocare l'incontro tra due piani di umanità: il passato vissuto dagli uomini di un tempo e il presente in cui si sviluppa lo sforzo inteso a rievocare questo passato, perché ne tragga profitto l'uomo del futuro;
- acquisire le conoscenze statistiche necessarie per poter elaborare un insieme di dati e stendere un documento di reportistica con indicazione delle analisi svolte e dei risultati conseguiti a scopo di ricerca e/o programmazione di attività di gestione di una struttura sanitaria;
- dimostrare e comprendere gli scopi dell'Epidemiologia, i metodi di indagine, e i relativi campi di applicazione.
Risultati apprendimento attesi
- avere conoscenze avanzate della dimensione storica della medicina così da poter fare riflessioni critiche sul futuro della professione
- aver acquisito le conoscenze statistiche necessarie per poter elaborare un insieme di dati e stendere un documento di reportistica con indicazione delle analisi svolte e dei risultati conseguiti
- dimostrare e comprendere gli scopi dell'Epidemiologia, i metodi di indagine, e i relativi campi di applicazione.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze preliminari
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La verifica dei risultati di apprendimento avviene mediante una prova scritta, organizzata in specifiche sessioni d'esame, come da Regolamento. La tipologia della prova è a quiz.
Tutti i moduli che compongono l'insegnamento concorrono a determinare la valutazione finale espressa in 30esimi come media ponderata dei risultati acquisiti in ciascun modulo di insegnamento
Non sono previste prove intermedie o pre-appelli.
Non sono ammessi per la prova materiali didattici o appunti.
I risultati sono pubblicati sul sito ARIEL del corso di studio.
Il Docente responsabile dell'insegnamento provvede alla verbalizzazione finale secondo il modello UNIMI. Allo studente viene richiesta l'accettazione del voto e ha la possibilità di visualizzare la prova, discutere il risultato ed eventualmente ripetere l'esame negli appelli successivi.
Statistica medica
Programma
Valutazione dell'attendibilità dei metodi di raccolta e di misura di dati di interesse biomedico:
- Illustrare il concetto di attendibilità di una misura, campione, popolazione, stima e parametro.
- Fornire esempi di cause di errori sistematici ed errori casuali.
Variabilità:
- Fornire esempi di variabilità dei caratteri quantitativi entro individuo e tra individui.
Metodi descrittivi:
- Interpretare le rappresentazioni grafiche di una distribuzione;
- Illustrare i concetti di valore medio, dispersione e forma di una distribuzione;
- Calcolare i principali indici di posizione e dispersione di una distribuzione;
- Spiegare il significato degli indici di accuratezza e di precisione delle misure;
- Spiegare il significato di quantile (quartili, centili) - Limiti di riferimento;
- Correlazione e statistica Kappa.
Modello Gaussiano:
- Interpretazione di dati di popolazione mediante il modello Gaussiano;
- Descrivere le caratteristiche del modello Gaussiano di distribuzione degli errori di misura.
Test di screening:
- Definire i concetti di unione ed intersezione di eventi;
- Definire il concetto di probabilità;
- Calcolare la probabilità di un evento;
- Calcolare la probabilità dell'intersezione di eventi indipendenti, e di eventi condizionati;
- Illustrare il fondamento logico del test di screening;
- Spiegare le definizioni di esito falsamente positivo e di esito falsamente negativo rispetto ad un valore soglia del marker diagnostico;
- Definire i concetti di sensibilità e di specificità di un test diagnostico o di un sintomo;
- Calcolare e discutere il concetto di valore predittivo positivo e negative;
- Definire il rapporto di verosimiglianza per un esito positivo (o per un esito negativo) al test diagnostico;
- Definire il concetto di probabilità e odds pre-test e post-test;
- Spiegare il significato del teorema di Bayes.
Stima campionaria dei parametri della popolazione a partire dai dati espressi con varie modalità:
- Illustrare il concetto di variabilità campionaria. Distinguere i concetti di campione e popolazione;
- Distinguere i concetti di stima campionaria di un parametro e di parametro di una popolazione.
Distribuzione di campionamento:
- Illustrare il significato di distribuzione delle stime campionarie;
- Illustrare il significato di errore standard di una stima campionaria.
Intervallo di confidenza e suo significato:
- Illustrare il concetto di intervallo di confidenza e spiegarne il significato.
Test di ipotesi:
- Spiegare il significato di errore di I e di II tipo e di potenza di un test;
- Spiegare il fondamento logico del calcolo della dimensione del campione;
- Discutere la differenza tra significatività statistica e rilevanza clinica;
- Saper costruire un test statistico relativo ad ipotesi sulla media della popolazione (varianza nota);
- Test di indipendenza tra variabili: il chi-quadrato.
Modello deterministico e modello probabilistico:
- Distinguere tra modello deterministico e modello probabilistico;
- Illustrare le caratteristiche del modello di regressione lineare semplice e il significato dei parametri della regressione lineare semplice;
- Fare un test di ipotesi sui parametri del modello di regressione lineare semplice;
- Spiegare come correggere (aggiustare) per una variabile di confondimento l'associazione tra due serie di dati.
Metodi didattici
L'insegnamento viene erogato mediante lezioni frontali in aula, secondo un calendario programmato e pubblicato sul sito ARIEL del corso di studio.
Alla fine del corso e prima di iscriversi alla prova d'esame, lo studente esprime un giudizio rispetto all'insegnamento erogato che comprende una valutazione del corso integrato e una valutazione del modulo di insegnamento. Tiene conto sia di aspetti generali (aule, orario) che specifici (puntualità e disponibilità del docente, materiale didattico, interesse per la materia ecc..). La valutazione è espressa mediante un questionario disponibile on line secondo un modello di Ateneo. I dati quantitativi e qualitativi sono oggetto di discussione annualmente in seno alla Commissione Paritetica e al Collegio Didattico e motivo di osservazione da parte del Presidente e del Referente AQ al fine di promuovere azioni migliorative secondo i principi del processo AVA.
Materiale di riferimento
- M. Pagano e K. Gauvreau Biostatistica (2ª edizione) Editore: Idelson-Gnocchi 2003;
- M. Bland Statistica medica (Idee & strumenti) Editore: Apogeo 2019;
JF. Jekel, DL. Katz, JG. Elmore, DMG. Wild Epidemiologia Biostatistica e Medicina Preventiva (3ª edizione) Editore: Masson 2009
Storia della medicina
Programma
Origini e significato della Medicina e della Storia della Medicina
- Le fonti per lo studio e la ricerca: la medicina nell'antica Grecia e a Roma; la medicina medioevale; Conoscere il
corpo: Rinascimento e Anatomia animata, Iatrofisica e Iatrochimica; Anatomia microscopica.
- Illuminismo e salute pubblica: le malattie professionali, l'igiene e la medicina preventiva, la profilassi vaccinica,
l'ortopedia, il trattamento umanitario dei malati di mente.
- La nascita della Clinica e i suoi strumenti: semeiotica, diagnostica e terapia; I problemi della Chirurgia e la loro
risoluzione: analgesia, anestesia, asepsi e antisepsi. La teoria cellulare e la microbiologia.
- Il XX secolo: nuovi concetti, strumenti e terapie; Evoluzione e trasformazione dei luoghi ospedalieri.
- Elementi di storia della sanità lombarda.
Metodi didattici
L'insegnamento viene erogato mediante lezioni frontali in aula, secondo un calendario programmato e pubblicato sul sito ARIEL del corso di studio.
Alla fine del corso e prima di iscriversi alla prova d'esame, lo studente esprime un giudizio rispetto all'insegnamento erogato che comprende una valutazione del corso integrato e una valutazione del modulo di insegnamento. Tiene conto sia di aspetti generali (aule, orario) che specifici (puntualità e disponibilità del docente, materiale didattico, interesse per la materia ecc..). La valutazione è espressa mediante un questionario disponibile on line secondo un modello di Ateneo. I dati quantitativi e qualitativi sono oggetto di discussione annualmente in seno alla Commissione Paritetica e al Collegio Didattico e motivo di osservazione da parte del Presidente e del Referente AQ al fine di promuovere azioni migliorative secondo i principi del processo AVA.
Materiale di riferimento
. Porro A., Franchini A.F., Cristini C., Galimberti P.M. Lorusso L., Falconi B., Lezioni Di Storia Della Medicina. Gli Strumenti 3, Rudiano, Gam, 2013.
- Porro A., Cristini C., Falconi B., Franchini A.F., Galimberti P.M., Lorusso L., Lezioni Di Storia Della Medicina 2, -Rudiano, Gam, 2011.
- Porro A., Falconi B., Franchini A.F. Lezioni Di Storia Della Medicina 1, Rudiano, Gam Editrice, 2009.
Porro A., Storia Della Medicina 1 (Fino Al Xix Secolo). In Appendice: Storia Dell'odontoiatria, Rudiano, Gam Editrice, 2009.
- Belloni L., Per La Storia Della Medicina, Sala Bolognese, Forni, 1990.
Igiene generale e applicata
Programma
. Significato e utilizzo del metodo epidemiologico: dall'analisi dei dati alla programmazione e valutazione nell'ambito del sistema sanitario.

2. Utilizzo dei dati sanitari correnti in epidemiologia.
- Caratteristiche delle fonti di dati correnti.
- Principali fonti di dati sanitari.
- Gli indicatori: significato e utilizzo.
- Aspetti metodologici relativi all'utilizzo dei dati amministrativi per la programmazione e la ricerca.
- Analisi guidata di dati sanitari correnti.

3. Le misure di frequenza: rapporti, proporzioni, tassi;
- Concetto di prevalenza, incidenza, densità di incidenza, incidenza cumulativa standardizzazione dei tassi

4. I disegni di studio e la loro applicazione per la valutazione del bisogno, l'analisi dei problemi assistenziali, la valutazione della qualità dell'assistenza.
- Studi ecologici (o di correlazione) e loro applicazione: la ricerca delle differenze.
- Studi di prevalenza e loro applicazione.
- Studi di incidenza e loro applicazione. Studi caso controllo e loro applicazione. Studi sperimentali.

5. Misure di associazione e di impatto: rischio relativo, odds ratio, rischio attribuibile come misura assoluta e come misura relativa

6. Errore casuale e sistematico in Epidemiologia. Il confondimento

7. Gli studi per la valutazione della qualità dell'assistenza sanitaria
- La valutazione dei bisogni.
- Valutazione degli aspetti organizzativi nell'erogazione dei servizi di assistenza sanitaria.
- Valutazione degli esiti.
Metodi didattici
L'insegnamento viene erogato mediante lezioni frontali in aula, secondo un calendario programmato e pubblicato sul sito ARIEL del corso di studio.
Alla fine del corso e prima di iscriversi alla prova d'esame, lo studente esprime un giudizio rispetto all'insegnamento erogato che comprende una valutazione del corso integrato e una valutazione del modulo di insegnamento. Tiene conto sia di aspetti generali (aule, orario) che specifici (puntualità e disponibilità del docente, materiale didattico, interesse per la materia ecc..). La valutazione è espressa mediante un questionario disponibile on line secondo un modello di Ateneo. I dati quantitativi e qualitativi sono oggetto di discussione annualmente in seno alla Commissione Paritetica e al Collegio Didattico e motivo di osservazione da parte del Presidente e del Referente AQ al fine di promuovere azioni migliorative secondo i principi del processo AVA.
Materiale di riferimento
Signorelli C.: Elementi di metodologia epidemiologica. SEU Roma
Moduli o unità didattiche
Igiene generale e applicata
MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA - CFU: 2
Lezioni: 16 ore

Statistica medica
MED/01 - STATISTICA MEDICA - CFU: 3
Esercitazioni: 7.5 ore
Lezioni: 20 ore

Storia della medicina
MED/02 - STORIA DELLA MEDICINA - CFU: 2
Lezioni: 16 ore

Docente/i
Ricevimento:
previo appuntamento da concordare via e-mail
Ricevimento:
Si riceve su appuntamento da prendersi tramite email.
Campus Cascina Rosa, via A. Vanzetti, 5, 20133 Milano - stanza 3 - 4
Ricevimento:
previo appuntamento e-mail
Padiglione Centro Ipertensione - Ospedale maggiore Policlinico - 1* p.