Storia e web

A.A. 2021/2022
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-STO/01 M-STO/02 M-STO/04
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso, oltre a fornire una prospettiva storica sulla materia, intende introdurre gli studenti alla storia digitale, mettendone in rilievo il carattere transmediale, sperimentale e collaborativo e i legami con le Digital Humanities.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso lo studente avrà acquisito la conoscenza delle problematiche metodologiche connesse alla storia digitale e di un nutrito numero di progetti e di testi a essa relativi. Sarà inoltre capace di articolare in maniera autonoma un discorso critico sulle Digital Humanities, di problematizzare l'uso di fonti digitali per la ricerca e di collaborare attivamente a concepire forme di divulgazione costruite intorno a questioni storiche rilevanti in prospettiva didattica. Queste competenze saranno acquisite tramite un confronto diretto e continuativo con il docente in aula; la discussione intorno alle fonti proposte costituirà un momento di riflessione critica e di apprendimento metodologico. Grande importanza rivestirà anche la partecipazione a seminari e incontri proposti all'interno delle attività del Dipartimento di studi storici. Gli studenti non frequentanti potranno avvalersi degli strumenti didattici messi eventualmente a disposizione dal docente su Ariel, approfondire gli argomenti principali tramite apposite letture e percorsi concordati con il docente, e ovviamente confrontarsi con il docente stesso sia via mail sia durante gli orari di ricevimento.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
Titolo del corso: Le forme della comunicazione scientifica
Parte 1: Introduzione. Argomenti trattati: storia della 'Repubblica delle lettere' europea; il mercato dei libri a stampa (1500-1700); nascita delle università; uso di nuovi media.
Parte 2: I casi di studio. Argomenti trattati: la scienza galileiana e post-galileiana in Italia; Newton e la Royal Society; la Cina e i gesuiti; astronomia nell'impero mongolo.
Parte 3: Software. Argomenti trattati: questioni di metodo nel passaggio dalle digital humanities alla storia computazionale.
Prerequisiti
Non ci sono prerequisiti diversi da quelli richiesti per l'ammissione al corso di studi
Metodi didattici
La frequenza delle lezioni è fortemente consigliata, anche se non obbligatoria. L'insegnamento è costituito sia da lezioni frontali volte innanzitutto all'acquisizione di conoscenze, competenze e linguaggio proprio della disciplina, sia da lezioni in laboratorio informatico. La discussione in aula con il docente è parte integrante del metodo didattico e mira a promuovere presso lo studente lo spirito critico e la capacità di applicare le competenze e le conoscenze acquisite. L'insegnamento si avvale di materiale didattico anche multimediale presente nella piattaforma Ariel.
Materiale di riferimento
1. Conoscenza degli argomenti trattati a lezione (Parti 1-2).
2. Hans Bots - Françoise Waquet, La Repubblica delle lettere, Bologna, il Mulino, 2005.
3. David A. Lines, "Structures and Networks of Learning in Early Modern Bologna", in Early Modern Universities: Networks of Higher Learning, eds. A. Goeing and M. Feingold, Leiden, Brill, 2021, pp. 43-62, disponibile nella sezione dedicata del sito Ariel (https://ariel.unimi.it/).
4. Antonella Romano, Impressioni di Cina: Saperi europei e inglobamento del mondo (secoli XVI-XVII), Roma, Viella, 2020.
5. Suzanne Sutherland, Paula Findlen, Iva Lelková, "Etruscan Dreams: Athanasius Kircher, Medici Patronage, and Tuscan Friendships, 1633-1680", I Tatti Studies in the Italian Renaissance 21, 2018, pp. 299-349, disponibile nella sezione dedicata del sito Ariel (https://ariel.unimi.it/).
6. Steven J. Harris, "Confession-Building, Long-Distance Networks, and the Organization of Jesuit Science", Early Science and Medicine 1, 1996, pp. 287-318, disponibile nella sezione dedicata del sito Ariel (https://ariel.unimi.it/).
7. Elisa Andretta - Sabina Brevaglieri, "Storie naturali a Roma fra antichi e nuovi mondi", Quaderni Storici 142, 2013, pp. 43-87, disponibile nella sezione dedicata del sito Ariel (https://ariel.unimi.it/).
8. Albert-László Barabási, Link: La scienza delle reti, Torino, Einaudi, 2004.
9. Ingeborg van Vugt, "Geografia e storia di una rete epistolare", in Antonio Magliabechi nell'Europa dei saperi, eds. J. Boutier et alii, Pisa, Scuola Normale Superiore, 2018, pp. 259-293, disponibile nella sezione dedicata del sito Ariel (https://ariel.unimi.it/).

Per studenti frequentanti:
9 CFU: punti 1-7
6 CFU: punti 1-4

Per studenti non frequentanti:
9 CFU: punti 2-9
6 CFU: punti 2-4, 8-9
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
- Metodo: esame orale, superamento di un'esercitazione pratica;
- Tipo di esame: colloquio orale con voto finale in 30s;
- Criteri di valutazione: capacità di dimostrare ed elaborare le conoscenze acquisite, capacità di riflettere criticamente sul lavoro svolto, qualità dell'esposizione, competenza nell'uso del lessico della disciplina, efficacia comunicativa e chiarezza nell'esposizione;
- Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-STO/04 - STORIA CONTEMPORANEA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Gulizia Stefano

Unita' didattica B
M-STO/02 - STORIA MODERNA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Gulizia Stefano

Unita' didattica C
M-STO/01 - STORIA MEDIEVALE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Su appuntamento
Microsoft Teams