Biochemistry of foods of animal origin

A.A. 2022/2023
3
Crediti massimi
32
Ore totali
SSD
BIO/12
Lingua
Inglese
Obiettivi formativi
The course will provide students skills in theory and practice on the biochemistry of food of animal origin and on molecular markers of quality and traceability of foods for human safety.
Risultati apprendimento attesi
The student is required to demonstrate knowledge of the composition at molecular level of foods of animal origin and of the biochemical transformation during post-mortem storage and cooking. Students will develop skills in application and interpretation of methods routinely used in biochemistry laboratories for food safety analysis and traceability. The acquired knowledge will be useful to the student to understand the impact of biochemical processes of food processing on the quality of animal productions. Students will will acquire skills to tackle the complex management of food of animal origin processing in a more critical and autonomous way.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Periodo
Secondo semestre
Il programma, i metodi didattici, le modalità di verifica dell'apprendimento e il materiale di riferimento sono quelli descritti nel Syllabus e restano invariati rispetto agli anni precedenti, non subiranno quindi variazioni in relazione alla situazione emergenziale. Lezioni ed esercitazioni saranno tenute nelle aule e laboratori del Polo didattico di Lodi.

Programma
Didattica frontale (16 ore)
- Le basi molecolari degli alimenti di origine animale: struttura e composizione chimica e biochimica di latte, carne e prodotti ittici (6h).
- Processi biochimici post-mortem nella carne e nel pesce (6h).
- Trasformazioni biochimiche conseguenti la conservazione e la cottura degli alimenti di origine animale (4h).

Esercitazioni (16 ore)
- Aspetti teorici ed applicativi degli strumenti e delle metodologie per la le analisi di laboratorio degli alimenti di origine animale (4h).
- Metodi analitici per l'identificazione certa di specie per garantire la sicurezza e la qualità dei prodotti alimentari trasformati (2h).
- Elaborazione matematica dei risultati numerici strumentali degli esami di laboratorio per risalire alla concentrazione dell'analita nel campione biologico (4h).
- Conversione tra le diverse unità di misura con cui viene espressa la concentrazione deli analiti negli alimenti di origine animale (6h).
Prerequisiti
Non ci sono propedeuticità obbligatorie, ma sono richieste conoscenze di base di biochimica generale.
Metodi didattici
Lezioni frontali in aula (2 CFU) ed attività esercitative in aula, in laboratorio ed in aula informatica (1 CFU).
Materiale di riferimento
- Lucidi di lezione e materiale didattico disponibile sul sito ARIEL di Ateneo - https://vborromeobaoa.ariel.ctu.unimi.it/v5/home/Default.aspx
- Food Chemistry. Fourth edition by H.D. Belitz. Eds Springer (2009).
- Biochimica degli alimenti e della nutrizione. Cozzani e Dainese. Eds Piccin (2006).
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste in un colloquio orale con riferimenti sia alla didattica frontale sia agli argomenti delle esercitazioni. La prova verrà valutata in trentesimi. Nelle prove si valuterà sia la qualità delle risposte sia la capacità di motivarle adeguatamente. Sarà valutata anche la capacità espositiva e l'utilizzo di una terminologia appropriata.
BIO/12 - BIOCHIMICA CLINICA E BIOLOGIA MOLECOLARE CLINICA - CFU: 3
Esercitazioni: 16 ore
Lezioni: 16 ore