Estetica della musica e dello spettacolo

A.A. 2022/2023
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-FIL/04
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si propone di fornire agli studenti una base filosofica riguardante la conoscenza dei tratti essenziali dell'Estetica musicale, attoriale e dello spettacolo. Obiettivo del corso sarà l'introduzione alla nozione di Categoria estetica applicata alla storia della musica, delle arti della scena e visive. Di anno in anno si sceglierà di riflettere sul rapporto tra musica e parole nel teatro musicale o nella pratica della messa in scena. Particolare attenzione potrà essere riservata alla scrittura librettistica o drammaturgica contemporanea o in riferimento al mito. Verrà approfondita la relazione tra arti musicali, visive e spettacolistiche, con riferimento anche al teatro, al teatro musicale o al cinema.
Risultati apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento, lo studente avrà acquisito nozioni di filosofia della musica e attoriale che gli consentiranno analisi di concetti complessi legati al mondo dello spettacolo in generale. Saprà approfondire e valutare un'opera musicale o spettacolistica nel suo insieme e nelle sue varie componenti. Lo studente avrà anche acquisito una nuova prospettiva riguardo alle implicazioni pratiche dei risultati teoretici ottenuti sia in riferimento alla musica sia alla relazione tra parole e musica e al rapporto tra parole e immagini.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre

Programma
Il corso vuole analizzare la nascita della categoria estetica del melodrammatico, a partire dall'analisi del versante patetico del sublime, e vederne le applicazioni nel campo della musica. Si farà riferimento anche alla scrittura librettistica. Agli studenti è richiesta una presenza attiva e partecipata.
Parte A (20 ore, 3 cfu): Lineamenti di Estetica della musica e dello spettacolo
Parte B (20 ore, 3 cfu): Dal sublime patetico al melodramma
Parte C (20 ore, 3 cfu): La scrittura drammaturgica: dal testo alla scena
Prerequisiti
La frequenza del corso non prevede particolari prerequisiti essendo un'introduzione ai temi principali dell'Estetica della musica e dello spettacolo. Si richiede propensione e passione per la musica, le arti dello spettacolo e un'ottima conoscenza della lingua italiana.
Metodi didattici
Le lezioni sono condotte attraverso analisi, sintesi e discussioni di testi filosofici, finalizzate all'elaborazione di un punto di vista critico sugli argomenti trattati, da parte di ciascuno studente.
Materiale di riferimento
Bibliografia per studenti frequentanti
Parte A
M. Mazzocut-Mis ed E. Tavani (a c. di), Estetica dello spettacolo e dei media, Led, 2011.
Parte B
M. Mazzocut-Mis, Il gonzo sublime. Dal patetico al kitsch, Mimesis, 2005.
M. Mazzocut-Mis, Frammenti di sipario, Mimesis, 2019 (le parti indicate a lezione).
Parte C
M. Mazzocut-Mis, Teatro da leggere. Mito e conflitto, Le Monnier, 2020 (le parti indicate a lezione).
M. Mazzocut-Mis, Vuoti a rendere e vuoti a perdere. Drammaturgie poetiche, Le Monnier, 2021 (le parti indicate a lezione).

Bibliografia per studenti non frequentanti
Parte A
M. Mazzocut-Mis ed E. Tavani (a c. di), Estetica dello spettacolo e dei media, Led, 2011.
Parte B
M. Mazzocut-Mis, Il gonzo sublime. Dal patetico al kitsch, Mimesis, 2005.
M. Mazzocut-Mis, Frammenti di sipario, Mimesis, 2019.
Parte C
M. Mazzocut-Mis, Teatro da leggere. Mito e conflitto, Le Monnier, 2020.
M. Mazzocut-Mis, Vuoti a rendere e vuoti a perdere. Drammaturgie poetiche, Le Monnier, 2021.
Itinera, Rivista di filosofia e di teoria delle arti, on-line, n. 8 (2014), i saggi: 1. "Il belcanto di Oscar: trasformazioni grottesche del paggio operistico"; 2. "Il grottesco tra Il Trovatore e La Traviata"; 3. "Victor Hugo e il fou du roi: variazioni su un tipo".
Materiali di Estetica. Terza serie, on-line, n. 3.2 (2016), i saggi: 1. "Prospettive sul melodramma: La gazza ladra e Il Trovatore"; 2. "Musica melodrammatica e sincronizzazione"; 3. "La prigione nella memoria e la demitizzazione dell'eroico; 4. Il Kitsch e l'antisublime".
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste in due prove scritte alla fine del corso (mese di maggio) e indirizzate ai soli frequentanti, previa iscrizione durante le ore di lezione. Si tratta di test a risposta multipla sui testi previsti per le unità didattiche A, B e C. Gli studenti frequentati potranno, in sostituzione della prova scritta e durante le date previste per gli appelli d'esame, sostenere una prova orale, che consiste in un colloquio sugli argomenti a programma, volto ad accertare le conoscenze e le competenze acquisite. Gli studenti non frequentanti dovranno sostenere una prova orale, durante le date previste per gli appelli d'esame, che consiste in un colloquio sugli argomenti a programma delle unità didattiche A, B e C (vedi Bibliografia per studenti non frequentanti).
Avvertenza
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto con il docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate con il docente, in accordo con l'Ufficio competente.
M-FIL/04 - ESTETICA - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Docente/i
Ricevimento:
Esclusivamente previo appuntamento via mail, il ricevimento si svolge ogni giovedì dalle ore 16 alle ore 19.
Via Noto, 6