Religioni del mondo classico

A.A. 2022/2023
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-STO/06
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si propone di offrire allo studente una preparazione generale sui contenuti della disciplina e una serie di strumenti ermeneutici che hanno le loro basi nella nascita della storia delle religioni come oggetto autonomo di riflessione critica. Il campo di indagine sarà delimitato dal perimetro del politeismo greco-latino. Il corso si propone inoltre di integrare i suoi obiettivi con quelli individuati dal corso di laurea in Lettere, con particolare attenzione al curriculum antichistico.
Risultati apprendimento attesi
Conoscenze: lo studente verrà guidato alla conoscenza delle problematiche delle religioni del mondo classico e a una ricostruzione complessiva delle metodologie di studio a esse legate. Conoscerà le diverse opportunità
ermeneutiche offerte dalla storia degli studi e i diversi elementi che definiscono il politeismo antico (nominare gli dei, credenze, sistemi rituali, cerimonie religiose, feste).

Competenze: lo studente sarà in grado di interpretare, a partire dall'analisi del contesto rituale, i fenomeni religiosi nel mondo antico, valorizzando il proprio patrimonio personale di conoscenze e gli esempi proposti. Sarà altresì in grado di cogliere affinità e divergenze nella presentazione del problema, a partire dalle diverse fonti utilizzate (letterarie, iconografiche, documentarie).
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre

Programma
Parte A
La prima parte è dedicata alla ricostruzione della storia degli studi che hanno portato alla definizione della disciplina come disciplina storica che si giova dell'apporto di diversi approcci ermeneutici, nello specifico e in particolare: la filosofia, l'antropologia, l'etnologia, la storia.


Parte B:

La seconda parte affronta alcuni concetti chiave per la comprensione delle religioni classiche: politeismo, religione/superstizione/magia, pantheon, sacrificio, luoghi di culto, divinazione, riti di passaggio etc. Si presterà particolare attenzione alla lettura delle fonti antiche, testuali e iconografiche, e alla loro interpretazione.

Parte C
La terza parte sarà dedicata ad approfondire il ruolo e la presenza femminile all'interno delle religioni greca e romana, con particolare attenzione per il valore del binomio sesso-genere nelle dinamiche di rappresentazione, anche nominale, delle divinità femminili nel politeismo antico, e alla ruolo delle figure femminili in ambito religioso sia cultuale sia sacerdotale.
Prerequisiti
Il corso non necessita di prerequisiti d'accesso.
Metodi didattici
La didattica è schiettamente frontale. Il corso non necessita di prerequisiti d'accesso. Tuttavia, è vivamente consigliata la frequenza, considerata la novità della materia, rispetto alla maggior parte dei percorsi scolastici pregressi.
Materiale di riferimento
Parte A
Studenti frequentanti (LT)
G. Pironti, C. Bonnett (a cura di), Gli dei d'Omero. Politeismo e poesia nella Grecia antica (Studi Superiori)

Non frequentanti (LT)
G. Pironti, C. Bonnett (a cura di), Gli dei d'Omero. Politeismo e poesia nella Grecia antica (Studi Superiori)
Uno a scelta fra R. Otto, Il sacro; R. Caillois, L'uomo e il sacro

Frequentanti LM
G. Pironti, C. Bonnett (a cura di), Gli dei d'Omero. Politeismo e poesia nella Grecia antica (Studi Superiori)
Uno a scelta fra R. Otto, Il sacro; R. Caillois, L'uomo e il sacro;

Non frequentanti LM:
G. Pironti, C. Bonnett (a cura di), Gli dei d'Omero. Politeismo e poesia nella Grecia antica (Studi Superiori); R. Otto, Il sacro; R. Caillois, L'uomo e il sacro; L. Bertelli, "J. E. Harrison e i «Ritualisti di Cambridge»: la riscoperta del «primitivo»", Itaca (2005), pp. 111-138 (caricato dal docente su Ariel e sul Team dedicato)



Parte B
Studenti frequentanti LT:
Francesca Prescendi, Philippe Borgeaud, (a cura di), Religioni Antiche. Un'introduzione comparata, Carocci, 2011

Studenti non frequentanti LT
- Francesca Prescendi, Philippe Borgeaud, (a cura di), Religioni Antiche. Un'introduzione comparata, Carocci, 2011.
- M. Bettini, Elogio del politeismo, Mulino, Bologna, 2014

Frequentanti LM
- Francesca Prescendi, Philippe Borgeaud, (a cura di), Religioni Antiche. Un'introduzione comparata,
Carocci, 2011.
- M. Bettini, Dèi e uomini nella città. Antropologia, religione e cultura nella Roma antica, Carocci, 2015

Non frequentanti LM
- Francesca Prescendi, Philippe Borgeaud, (a cura di), Religioni Antiche. Un'introduzione comparata,
Carocci, 2011.
- De Sanctis, La religione a Roma, Carocci, 2012.


Parte C
Frequentanti LT
Mary Beard, Donne e potere unitamente a un dossier di fonti e saggi predisposto dalla docente e caricato in corrispondenza delle singole lezioni sul canale TEAMS corrispondente

Non frequentanti LT
G. Duby, M. Perrott, Storia delle donne in Occidente. Vol. 1: L'Antichità, Laterza; Mary Beard, Donne e potere

Frequentanti (LM)
G. Duby, M. Perrott, Storia delle donne in Occidente. Vol. 1: L'Antichità, Laterza; Mary Beard, Donne e potere

Non frequentanti LM
G. Duby, M. Perrott, Storia delle donne in Occidente. Vol. 1: L'Antichità, Laterza; Mary Beard, Donne e potere; Eva Cantarella, L'ambiguo malanno
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La verifica dell'apprendimento, in sede di esame, è esclusivamente orale, con una votazione espressa in trentesimi. L'interrogazione consiste in un accertamento delle conoscenze di base e di quelle più specifiche legate al tema monografico proposto. Il colloquio con il docente ha, anche, il fine di accertare la capacità di ragionamento critico sullo studio realizzato e la padronanza di un lessico di base che sostenga la formulazione delle conoscenze. Precisione delle conoscenze, capacità di adottare un punto di vista critico, organizzazione dell'esposizione orale, fluidità dell'espressione e appropriatezza lessicale saranno gli indicatori presi in conto.
Gli studenti nazionali e internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-STO/06 - STORIA DELLE RELIGIONI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-STO/06 - STORIA DELLE RELIGIONI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-STO/06 - STORIA DELLE RELIGIONI - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
martedì 14.30-17.30
In presenza. Cortile della legnaia piano terra, su Teams (solo su appuntamento). ATTENZIONE: il ricevimento di martedì 24 gennaio è spostato a mercoledì 25 alle 16.30.