Storia e critica del cinema

A.A. 2022/2023
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-ART/06
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Scopo del corso è quello di introdurre i principali snodi della storia del cinema dalle origini al cinema contemporaneo. Per questo saranno proposti i seguenti argomenti: 1) Cinema delle origini; 2) Affermazione del Modo di Rappresentazione Istituzionale; 3) La stagione d'oro del cinema muto italiano; 4) Le avanguardie, l'espressionismo tedesco, l'impressionismo francese, la scuola del montaggio sovietico; 5) L'avvento del sonoro e il cinema americano classico; 6) Il neorealismo italiano; 7) La Nouvelle Vague; 8) Il cinema d'autore; 9) La Nuova Hollywood.
Sarà perciò proposto uno studio metodologico e tematico in linea con gli obiettivi di formazione di base del CdS.
Risultati apprendimento attesi
Il corso intende portare gli studenti ad acquisire il lessico tecnico-settoriale della disciplina. Gli studenti potranno altresì apprendere i principali snodi della storia del cinema e alcuni tra i più rilevanti problemi storiografici del dibattito contemporaneo. Al termine del corso lo studente saprà visionare un film con atteggiamento critico, lo potrà collocare storicamente sulla base dei principali aspetti stilistico-formali e lo collegherà al suo contesto storico-culturale.
Programma e organizzazione didattica

(A-F)

Responsabile
Periodo
Primo semestre

Programma
Nella prima parte del corso (unità didattica A) verranno affrontati i principali snodi della storia del cinema: 1) Cinema delle origini; 2) Affermazione del Modo di Rappresentazione Istituzionale (con lo studio del caso di Griffith); 3) La stagione d'oro del cinema muto italiano; 4) Le avanguardie, l'espressionismo tedesco, l'impressionismo francese, la scuola del montaggio sovietico; 5) L'avvento del sonoro e il cinema americano classico; 6) Il neorealismo italiano; 7) La Nouvelle Vague; 8) Il cinema d'autore; 9) La Nuova Hollywood. Nella seconda parte del corso (unità didattiche B e C) verrà studiato il cinema di Pasolini.
Prerequisiti
Conoscenza della storia contemporanea.
Metodi didattici
Gli argomenti del corso verranno affrontati con l'ausilio di slide e di materiali audio-video oggetto di lettura e analisi durante le lezioni. Per gli studenti che decidessero di non seguire le lezioni varrà il programma per non frequentanti.
Materiale di riferimento
Unità didattica A: La storia del cinema
Unità didattica B e C: Il cinema di Pier Paolo Pasolini e la tradizione "clerico-sessuale"

6 cfu (unità didattiche A + B): 1) + 2)
9 cfu (unità didattiche A + B + C): 1) + 2) + 3)

1. Stella Dagna, Cristina Formenti, Mauro Giori, Tomaso Subini, Corso introduttivo allo studio della storia del cinema, Milano, Libraccio Editore, 2015, 3° edizione 2019;
2. Tomaso Subini, La via italiana alla pornografia. Cattolicesimo, sessualità e cinema (1948-1986), Le Monnier 2021;
3. Tomaso Subini, Le cronache di S. Matteo. Il film amato e non realizzato di Pier Paolo Pasolini, Utet, Torino 2022.

I film da vedere per 6 crediti:
1) Antologia delle origini: Sortie des usines, Repas de Bébé, Arrivée des congressistes, Le jardinier et le petit espiègle, Arrivée d'un train en gare (Lumière); Let Me Dream Again, George Albert Smith (1900); Grandma's Reading Glass, George Albert Smith (1900); Le voyage dans la lune, Georges Méliès (1902); The Life of an American Fireman, Edison - Edwin Porter (1903); The Great Train Robbery, Edison - Edwin Porter (1903).
2) Antologia del periodo Biograph di David W. Griffith: The Lonely Villa (1909), The Drunkard's Reformation (1909), The Painted Lady (1912), Death's Marathon (1913).
3) Das Cabinet des Dr. Caligari (Il gabinetto del dr. Caligari, 1920) di Robert Wiene.
4) El Dorado (Eldorado, 1921), Marcel L'Herbier.
5) Bronenosec Potëmkin (La corazzata Potëmkin, 1925), Sergej M. Ejzenštejn.
6) Citizen Kane (Quarto potere, 1941), Orson Welles.
7) Roma città aperta (1945), Roberto Rossellini.
8) Vertigo (La donna che visse due volte, 1958), Alfred Hitchcock.
9) La dolce vita (1960), Federico Fellini.
10) À bout de souffle (Fino all'ultimo respiro, 1960), Jean-Luc Godard.

I film da vedere, in aggiunta ai precedenti, per 9 crediti:
1) Accattone (1961), Pier Paolo Pasolini.
2) La ricotta (1963), Pier Paolo Pasolini.
3) Il Vangelo secondo Matteo (1964), Pier Paolo Pasolini.
4) Teorema (1968), Pier Paolo Pasolini.
5) Il Decameron (1971), Pier Paolo Pasolini.

Letture facoltative:
· Silvio Alovisio, Cabiria. Lo spettacolo della Storia, Mimesis, Milano-Udine 2014;
· Noël Burch, Life to those Shadows, BFI, London 1990; ed. fr. riveduta, La lucarne de l'infini. Naissance du langage cinématographique, Nathan, Paris 1991; tr. it. Il lucernario dell'infinito. Nascita del linguaggio cinematografico, Cue Press, Imola 2021;
· Peter Decherney, Hollywood, Oxford University Press, Oxford 2016; tr. it. Il Mulino, Bologna 2017;
· Gianluca della Maggiore, Tomaso Subini, Catholicism and Cinema. Modernization and Modernity, Mimesis International, Milano 2018;
· Francesco Di Chiara, Sessualità e marketing cinematografico italiano. Industria, culture visuali, spazio urbano (1948-1978), Rubbettino, Soveria Mannelli 2021;
· Ruggero Eugeni, Invito al cinema di Kubrick, Mursia, nuova edizione aggiornata, Milano 2015;
· André Gaudreault, Cinema delle origini o della "cinematografia-attrazione", Il Castoro, Milano 2004;
· Mauro Giori, Tomaso Subini, Mother is here. La donna in "Vertigo" di Alfred Hitchcock, Cortina, Milano 2011;
· Mauro Giori, Omosessualità e cinema italiano. Dalla caduta del fascismo agli anni di piombo, UTET, Torino 2019;
· Mauro Giori, Rocco e i suoi fratelli. La vita amara di Luchino Visconti, Utet, Torino 2021;
· Giacomo Manzoli, Da Ercole a Fantozzi. Cinema popolare e società italiana dal boom economico alla neotelevisione (1958-1976), Carocci, Roma 2013;
· Michel Marie, La Nouvelle Vague, Lindau, Torino 2006;
· Peppino Ortoleva, Il secolo dei media. Riti, abitudini, mitologie, Il Saggiatore, Milano 2008;
· Stefania Parigi, Il neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2014;
· David Robinson, Das Cabinet des dr. Caligari, BFI, London 1997;
· Antonio Somaini, Ejzenštejn. Il cinema, le arti, il montaggio, Einaudi, Torino 2011;
· Pierre Sorlin, Ombre passeggere. Cinema e storia, Marsilio, Venezia 2013;
· Tomaso Subini, La doppia vita di "Francesco giullare di Dio". Giulio Andreotti, Félix Morlion e Roberto Rossellini, seconda edizione, Libraccio, Milano 2013.

Programma in aggiunta per gli studenti non frequentanti: un libro a scelta tra quelli indicati come facoltativi.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame di verifica consiste in un colloquio orale sugli argomenti in programma e, per gli studenti frequentanti, anche su quelli affrontati a lezione. L'esame intende verificare in particolare le capacità critiche e logico-argomentative dello studente.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente.
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

(G-Z)

Responsabile
Periodo
Primo semestre
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2022/2023, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.

Programma
Nella prima parte (A) del corso verranno affrontati i principali snodi della storia del cinema: 1) Cinema delle origini; 2) Affermazione del Modo di Rappresentazione Istituzionale; 3) La stagione d'oro del cinema muto italiano; 4) Le avanguardie, l'espressionismo tedesco, l'impressionismo francese, la scuola del montaggio sovietico; 5) l'avvento del sonoro e il cinema americano classico; 6) Il Neorealismo italiano; 7) La Nouvelle vague francese; 8) La nuova Hollywood. Nella parte monografica del corso (B e C) si rifletterà su diverse metodologie dello studio della storia del cinema mediante esempi di ripensamento del concetto di autore rileggendo il cinema di Luchino Visconti da prospettive anomale, marginali e legate alla cultura popolare.
Prerequisiti
Conoscenza della storia contemporanea.
Metodi didattici
Gli argomenti del corso verranno affrontati con l'ausilio di slide e di materiali audio-video oggetto di lettura e analisi durante le lezioni.
Materiale di riferimento
6 cfu (parti A e B)
9 cfu (parti A, B e C)

I. STUDENTI FREQUENTANTI

Parte A
- Stella Dagna, Cristina Formenti, Mauro Giori, Tomaso Subini, Corso introduttivo allo studio della storia del cinema, Libraccio, Milano 2019, 3a ed..

- Visione di:
· The Great Train Robbery (E. Porter, 1903).
· The Lonely Villa (D.W. Griffith, 1909).
· Un film a scelta tra Das Cabinet des Dr. Caligari (Il gabinetto del dr. Caligari, R. Wiene, 1920) e Eldorado (El Dorado, M. L'Herbier, 1921).
· Bronenosec Potëmkin (La corazzata Potëmkin, S.M. Ejzenštejn, 1925).
· Citizen Kane (Quarto potere, O. Welles, 1941).
· Ossessione (L. Visconti, 1943).
· À bout de souffle (Fino all'ultimo respiro, J.L. Godard, 1960).

- Un volume a scelta tra i seguenti:
· André Gaudreault, Cinema delle origini o della "cinematografia-attrazione", Il Castoro, Milano 2004.
· Richard Dyer, Dell'immagine. Saggi sulla rappresentazione, Kaplan, Torino 2004 (ed. or., The Matter of Images. Essays on Representation, Routledge, London 2002).
· Mauro Giori, Omosessualità e cinema italiano. Dalla caduta del fascismo agli anni di piombo, UTET, Torino 2019 (ed. or., Homosexuality and Italian Cinema: From the Fall of Fascism to the Years of Lead, Palgrave, London 2017).
· Gianluca della Maggiore, Tomaso Subini, Catholicism and Cinema. Modernization and Modernity, Mimesis International, Milano 2018.
· Wanda Strauven (a cura di), The Cinema of Attracions Reloaded, Amsterdam University Press, Amsterdam 2006.
· Rick Altman, Film/Genere, Vita e Pensiero, Milano 2004 (ed. or. Film/Genre, BFI, London 1999).

Parte B
- Mauro Giori, Intorno a Luchino Visconti. Dieci sguardi eccentrici, UTET, Torino 2021 (Introduzione e capp. I, IV, VI, VII, X)

- Visione di:
· Le notti bianche (L. Visconti, 1957)
· Rocco e i suoi fratelli (L. Visconti, 1960)
· Walter e i suoi cugini (M. Girolami, 1961)
· Il lavoro (episodio di Boccaccio '70, L. Visconti, 1962)

Parte C
- Mauro Giori, Intorno a Luchino Visconti. Dieci sguardi eccentrici, UTET, Torino 2021 (capp. II, III, V, VIII, IX)

- Visione di:
· Vaghe stelle dell'Orsa (L. Visconti, 1967)
· La caduta degli dei (L. Visconti, 1969)
· Ludwig (L. Visconti, 1973)
· Gruppo di famiglia in un interno (L. Visconti, 1974)

II. STUDENTI NON FREQUENTANTI

In aggiunta al programma per studenti frequentanti:

- Mauro Giori, Rocco e i suoi fratelli. La vita amara di Luchino Visconti, UTET, Torino 2021.

- un approfondimento a scelta tra i seguenti:
· Cinema delle origini: Noël Burch, Il lucernario dell'infinito. Nascita del linguaggio cinematografico, Il Castoro, Milano 2000; con visione di Sortie des usines, Repas de Bébé, Arrivée des congressistes, Le jardinier et le petit espiègle, Arrivée d'un train en gare (Lumière); Grandma's Reading Glass (G.A. Smith, 1900); Le voyage dans la lune (G. Méliès, 1902); The Life of an American Fireman (E. Porter, 1903).
· Cinema muto italiano: Silvio Alovisio, Giulia Carluccio (a cura di), Introduzione al cinema muto italiano, UTET, Torino 2014 (capp. 1-5, 9, 10, 12), con visione di Cabiria (G. Pastrone, 1915).
· Avanguardie: François Albera, Avanguardie, Il Castoro, Milano 2003, con visione di: Entr'acte (R. Clair e F. Picabia, 1924), Le retour à la raison (Man Ray, 1923), Ballet mécanique (F. Léger, 1924).
· Scuola del montaggio sovietico: Antonio Somaini, Ejzenštejn. Il cinema, le arti, il montaggio, Einaudi, Torino 2011, con visione di Stačka (Sciopero, S.M. Ejzenštejn, 1924) o Oktjabr (Ottobre, S.M. Ejzenštejn, 1928).
· Avvento del sonoro: Alberto Boschi, Dal muto al sonoro e Id., Il passaggio dal muto al sonoro in Europa, in Gian Piero Brunetta (a cura di), Storia del cinema mondiale, Einaudi, Torino 1999, rispettivamente vol. II, tomo I, Stati Uniti, e vol. I, L'Europa. Miti, luoghi, divi, con visione di Blackmail (Ricatto, A. Hitchcock, 1929) nella versione muta e in quella sonora.
· Cinema classico: Giaime Alonge, Giulia Carluccio, Il cinema americano classico, Laterza, Bari 2006 (tre capitoli a scelta con visione dei relativi film).
· Neorealismo: Stefania Parigi, Il neorealismo. Il nuovo cinema del dopoguerra, Marsilio, Venezia 2014, con visione di un film a scelta tra: Roma città aperta (R. Rossellini, 1945), Paisà (R. Rossellini, 1946), Ladri di biciclette (V. De Sica, 1948).
· Nouvelle Vague: Michel Marie, La Nouvelle Vague, Lindau, Torino 2006, con visione di Les quatre cents coups (I quattrocento colpi, F. Truffaut, 1959).
· New Hollywood: Geoff King, La Nuova Hollywood. Dalla rinascita degli anni Sessanta all'era del blockbuster, Einaudi, Torino 2004, con visione di Easy Rider (Id., Dennis Hopper, 1969).
· Restauro: Stella Dagna, Perché restaurare i film?, ETS, Pisa 2014, con visione di Le Voyage dans la Lune (G. Méliès, 1902, nella versione in b/n e in quella a colori, entrambe disponibili su youtube).
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame di verifica consiste in un colloquio orale sugli argomenti in programma e anche su quelli affrontati ed esaminati durante le lezioni. L'esame intende verificare in particolare le capacità critiche e logico-argomentative dello studente.
È possibile portare questo programma fino all'appello di dicembre 2023.
Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente titolare del corso.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-ART/06 - CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Mercoledì, 13.30 (N.B.: non occorre scrivere per prenotarsi)
Via Noto 6, nello studio del docente al secondo piano
Ricevimento:
Venerdì dalle 13.30 alle 16.30.
ufficio di via Noto 6