Teoria e metodi della musica nei media

A.A. 2022/2023
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-ART/07
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento sviluppa competenze di carattere teorico-metodologico e storico-culturale relative alle interazioni tra musica e media nel ventesimo e ventunesimo secolo.
L'insegnamento ha lo scopo di mettere gli studenti nelle condizioni di comprendere e interpretare criticamente testi, pratiche e discorsi musicali maturati in contesti (multi)mediali storici e contemporanei. A tale scopo esso fa riferimento a paradigmi teorici sviluppati nell'ambito dei film music studies, dei popular music studies, della musicologia culturale, così come negli studi sui media e sulle arti performative.
Risultati apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento, gli studenti avranno acquisito consapevolezza teorico-metodologica riguardo ad alcune prassi e processi culturali che sottostanno alla creatività musicale in contesti mediali, con particolare riferimento al tema monografico proposto in ogni anno accademico.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre

Programma
L'insegnamento si struttura accostando una parte introduttiva di carattere teorico-metodologico (A), volta a fornire strumenti di comprensione e inquadramento delle pratiche musicali in ambiente mediale, una parte di studio di un tema monografico diverso anno per anno (B) e una parte di approfondimento seminariale in cui vengono trattati casi di studio relativi al tema monografico (C).

Il tema monografico di quest'anno è "Ennio Morricone e i suoi media". Si affronterà la figura di Ennio Morricone (1928-2020) come caso al contempo paradigmatico ed eccezionale di musicista la cui produzione creativa è stata profondamente improntata ai media con cui si è via via confrontato (discografia, televisione e naturalmente cinema), pur mantenendo nei confronti di essi un approccio altamente individuale e irriducibile a categorie convenzionali.
Il compositore romano verrà considerato come snodo di pratiche e tensioni che attraversano l'attività musicale in contesto mediale a partire dalla seconda metà del secolo scorso fino ai primi decenni dell'attuale. Il nostro percorso attraverserà le diverse sfaccettature della complessa persona morriconiana - arrangiatore e compositore di canzoni, autore di musiche per il cinema e di pagine concertistiche, improvvisatore, direttore d'orchestra interprete di se stesso e così via - analizzando anche le forme di (auto-)rappresentazone che lo hanno caratterizzato come icona della musica del secondo Novecento italiano.
Prerequisiti
L'insegnamento presuppone la conoscenza della teoria e della grammatica musicali e degli strumenti della ricerca musicologica: è dunque vivamente consigliato aver frequentato i laboratori di Formazione musicale di base II e di Strumenti e tecniche della ricerca musicologica (STRiM).
Metodi didattici
Il corso ha un'impostazione seminariale. Le lezioni frontali, alternate a momenti di discussione collettiva in aula, sono intese a creare un terreno di applicazione degli aspetti teorico-metodologici compendiati dalla bibliografia, anche attraverso percorsi critico-interpretativi su specifici casi di studio.
Materiale di riferimento
STUDENTI FREQUENTANTI

Parte A
· Dispensa di saggi disponibile sulla piattaforma Ariel.
· Contenuti delle lezioni, slide e materiali multimediali affrontati a lezione.

Parti B e C
Il tema monografico di quest'anno poggerà sull'analisi di un'ampia varietà di esempi musicali, sequenze e materiale audio e sullo studio della seguente bibliografia:

· MICELI, SERGIO. Morricone, la musica, il cinema. Nuova edizione a cura di Maurizio Corbella, Milano-Lucca: Ricordi-LIM, 2021 (comprensivo della prefazione di M. Corbella e della sezione finale intitolata "Colloqui");
· MORRICONE, ENNIO. Inseguendo quel suono: la mia musica, la mia vita. Conversazioni con Alessandro De Rosa, Milano: Mondadori, 2016, pp. 18-109 (cap. "Un compositore prestato al cinema");
· Selezione di saggi resa disponibile sulla piattaforma Ariel.

La (audio-)visione integrale del film "Ennio" di Giuseppe Tornatore (2022) è parte del programma.

STUDENTI NON FREQUENTANTI

Oltre alla bibliografia per frequentanti, andranno preparati i seguenti saggi:

· CORBELLA, MAURIZIO. Nuove Consonanze : Corpo, suono e performance in "Un tranquillo posto di campagna" di Elio Petri. In La musica fra testo, performance e media. Forme e concetti dell'esperienza musicale, a cura di Alessandro Cecchi, Roma: Neoclassica, 2019, pp. 275-306.
· CORBELLA, MAURIZIO. Morricone/Nicolai: le dimensioni sonore di una misteriosa sinergia. Booklet del cofanetto Ennio Morricone/Bruno Nicolai, "Dimensioni sonore: Musiche per l'immagine e l'immaginazione", Dialogo, 2020.
· COSCI, MARCO. Per un nuovo sound italiano. Arrangiare la canzone attraverso i media negli anni Sessanta. In: Italian pop. Popular music e media negli anni Cinquanta e Sessanta, a cura di Massimo Locatelli e Elena Mosconi, Milano: Mimesis, 2021, pp. 155-181.
· SCIANNAMEO, FRANCO. Reflections on the Music of Ennio Morricone: Fame and Legacy, Lexington Books, 2020 (selezione)

È richiesta inoltre l'audio-visione integrale dei seguenti film musicati da Morricone:

- "Per qualche dollaro in più" (S. Leone, 1965);
- "Uccellacci e uccellini" (P.P. Pasolini, 1966);
- "Un tranquillo posto di campagna" (E. Petri, 1968);
- "C'era una volta il West" (S. Leone, 1968);
- "The Mission" (R. Joffé, 1986);
- "La migliore offerta" (G. Tornatore, 2013)
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
STUDENTI FREQUENTANTI

Gli studenti frequentanti dovranno presentare un elaborato scritto (indicativamente di 4500-5000 parole) su un argomento a scelta concordato con il docente a partire dagli spunti offerti dal tema monografico del corso.
Dell'elaborato saranno valutati:
1. la pertinenza al tema monografico;
2. l'originalità del tema o dell'approccio scelto;
3. la competenza analitica e la profondità interpretativa;
4. la capacità di integrare in un quadro critico personale le prospettive e le nozioni ricavate dalle lezioni e dalla bibliografia in programma, ricorrendo eventualmente a bibliografia specifica;
5. la qualità formale dell'esposizione (appropriatezza terminologica, precisione, scorrevolezza, coerenza argomentativa, accuratezza dell'apparato critico).

L'elaborato andrà fatto pervenire al docente con almeno 10 giorni d'anticipo rispetto alla data selezionata per l'appello d'esame. La prova orale consisterà in una discussione dell'elaborato scritto a partire dagli argomenti trattati durante il corso e dalla bibliografia in programma.

STUDENTI NON FREQUENTANTI

Gli studenti non frequentanti dovranno sostenere un colloquio orale che consisterà in una discussione dei materiali bibliografici, audio e audiovisivi in programma. Nel colloquio verranno valutate:
1. conoscenza dei materiali in programma;
2. capacità di rielaborazione critica dei contenuti studiati;
3. qualità dell'esposizione (appropriatezza e precisione terminologica, coerenza argomentativa).

STUDENTI CON DISABILITÀ e/o DSA

Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.

STUDENTI INTERNAZIONALI

Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere contatto in tempo utile col docente titolare del corso per accordarsi sul programma e la modalità d'esame. È possibile fare richiesta al docente di svolgere l'esame (incluso il paper) in lingua inglese.
L-ART/07 - MUSICOLOGIA E STORIA DELLA MUSICA - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Docente/i
Ricevimento:
Giovedì dalle 10:00 alle 13:00, nello studio del docente o via Teams, previo appuntamento.
Ufficio del docente, via Noto 6 (I piano)