Letteratura italiana

A.A. 2024/2025
12
Crediti massimi
80
Ore totali
SSD
L-FIL-LET/10
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone di fornire agli studenti una preparazione critica sugli snodi fondamentali del sistema letterario italiano, dalle Origini al Seicento, seguendo la tradizione e trasformazione di modelli, temi, forme.
Risultati apprendimento attesi
Conoscenze
Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà conoscere, entro il contesto storico e secondo una adeguata periodizzazione, gli aspetti e le questioni fondamentali della letteratura italiana dalle Origini al Seicento, con specifico riferimento ai generi, temi e poetiche, autori e opere, modalità di trasmissione dei testi e loro definizione sul piano filologico. Inoltre lo studente dovrà conoscere gli strumenti (elementi di metrica, retorica, teoria degli stili e narratologia) e le metodologie critiche necessarie ad analizzare e interpretare i testi.

Competenze
Tra le sue competenze, lo studente dovrà poi dimostrare la capacità di comprendere e analizzare i testi letterari (nei loro aspetti tematici e formali), collocandoli nei rispettivi contesti. Allo stesso modo, lo studente dovrà dimostrare competenza nella comprensione e nell'uso dei contributi di saggistica letteraria, capacità di identificare la bibliografia e di fare ricorso ai primi strumenti di risorse bibliografiche, nonché la capacità di comunicare con chiarezza e correttezza nell'esposizione orale e scritta, facendo uso appropriato del lessico della disciplina.
Corso singolo

Questo insegnamento non può essere seguito come corso singolo. Puoi trovare gli insegnamenti disponibili consultando il catalogo corsi singoli.

Programma e organizzazione didattica

A-De

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Berra Claudia

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Berra Claudia

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Berra Claudia

Unita' didattica D
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Di-N

Responsabile
Periodo
Primo semestre
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica D
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore
Docente: Guassardo Giada

O-Z

Responsabile
Periodo
Primo semestre

Programma
Titolo del corso: Storia e interpretazione del testo letterario (80 ore, 12 cfu)

Parte A (20 ore, 3 cfu): I primi secoli [Sandra Carapezza]
Parte B (20 ore, 3 cfu): Dall'umanesimo al barocco [Sandra Carapezza]
Parte C (20 ore, 3 cfu): Motti e beffe delle donne, con qualche controbeffa, nelle giornate VI, VII e VIII del "Decameron" [Sandra Carapezza]
Parte D (20 ore, 3 cfu): Elementi di metrica e retorica e nozioni di genere letterario nella tradizione italiana [Sandra Carapezza]

Il corso (prima annualità) è rivolto alle studentesse e agli studenti del triennio il cui cognome inizia con O-Z del Corso di laurea in Lettere (12 CFU). Chi sostiene un esame da 12 CFU preparerà tutte e quattro le parti. Chi sostiene un esame da 9 CFU preparerà le parti A, B e C (solo Scienze umanistiche per la Comunicazione immatricolati nel 2019/20 o 2020/21, o corso singolo). Le studentesse e gli studenti che sosterranno un esame da 6 CFU accederanno direttamente alla prova orale e prepareranno le parti A e C.
Attenzione: le studentesse e gli studenti che seguono come 'corso singolo' e hanno già sostenuto un esame di Letteratura italiana devono concordare il programma con la docente.

Il programma dell'insegnamento prevede la presentazione e trattazione dei seguenti argomenti: nelle prime due parti (A e B) sarà affrontata la storia della letteratura italiana dalle Origini al Barocco.
PARTE A:
Scuola siciliana; poesia siculo-toscana; poesia dello stilnovo; "Vita nuova" di Dante; Rime di Dante; poesia comico-realistica; Francesco Petrarca (con letture dei "Rerum vulgarium fragmenta"); umanesimo a Firenze e a Ferrara; lirica del Quattrocento (Poliziano, Boiardo); poema del Quattrocento ("Morgante" di Pulci, "Inamoramento de Orlando" di Boiardo)
PARTE B:
La lirica: petrarchismo da Bembo a Marino (Bembo: Crin d'oro crespo e d'ambra tersa e pura; Berni: Chiome d'argento fino, irte e attorte; Bembo: Casa, in cui le virtù han chiaro albergo; Casa: Già lessi, e or conosco in me, sì come; Michelangelo: Non ha l'ottimo artista alcun concetto; Stampa: Voi ch'ascoltate in queste meste rime; Tasso: In lode de la signora Laura Correggiara ; Sovra i baci d'una bella giovane; Marino: Madonna chiede versi di baci; Sogno).
Il poema: Ludovico Ariosto, Orlando furioso; Torquato Tasso, Gerusalemme liberata; Marino, Adone.
Il trattato: Il Principe di Machiavelli (con lettura introduttiva della lettera a Francesco Vettori); Il Cortegiano di Baldassar Castiglione e la trattatistica della querelle des femmes; Dialogo sopra i due massimi sistemi di Galilei.

La parte C è dedicata all'analisi del "Decameron", con particolare attenzione alle parti introduttive (Proemio, Introduzione alla Prima giornata, Introduzione alla IV giornata), e alle giornate VI, VII e VIII.

La parte D presenterà, attraverso esercitazioni di lettura e di analisi di testi, approfondimenti della parte istituzionale relativa alla retorica, alla metrica e alla nozione di genere letterario.
Prerequisiti
Non sono previsti requisiti d'accesso.
Metodi didattici
L'insegnamento sarà erogato attraverso una didattica frontale; la frequenza alle lezioni, pur non obbligatoria, è comunque vivamente consigliata. La didattica delle parti A e B sarà imperniata sui testi riprodotti nella dispensa.

Durante le lezioni, anche grazie alla proiezione di slide, verranno messe a fuoco le nozioni fondamentali per collocare storicamente le correnti, gli autori, le opere; le principali questioni di natura critica e interpretativa per ciascuno degli argomenti trattati (attraverso numerose citazioni di saggi critici e confronti tra diverse posizioni); gli elementi di base nella trasmissione e ricezione di opere e testi; gli aspetti formali di maggiore interesse nei testi esaminati. Tutti i materiali proiettati saranno resi disponibili sul sito didattico MyAriel.

La lettura dei testi partirà dalla parafrasi, mettendo in luce nei casi più rilevanti anche ipotesi interpretative differenti, per dare rilievo poi agli elementi tematici, concettuali e formali più significativi.

Nella parte C, l'analisi del "Decameron" di Giovanni Boccaccio, focalizzata specificamente sulle novelle della sesta e dell'ottava giornata con protagonisti femminil e sulla settima giornata, e la presentazione dei materiali di confronto caricati su MyAriel, nonché della bibliografia critica permetteranno un approfondimento critico su uno dei principali testi della tradizione letteraria italiana. Le lezioni della parte C saranno un momento di approfondimento per affinare strumenti e metodi di analisi e per apprendere il lessico della disciplina.

Nella parte D lo studio dei materiali caricati su MyAriel permetterà di conoscere tanto gli elementi formali quanto gli elementi di continuità, trasformazione e mescolanza delle forme metriche e della nozione di genere letterario, con particolare attenzione al genere della novella.
Materiale di riferimento
Parte A
I testi relativi alle parti A e B saranno resi disponibili in una Dispensa, pubblicata in MyAriel all'inizio del corso. Sarà cura delle studentesse e degli studenti scaricare integralmente i materiali così forniti. Non sarà prodotta nessuna dispensa cartacea.
Per la preparazione è indispensabile un sicuro inquadramento storico e culturale di autori e opere. Si consiglia di ricorrere a un buon manuale per i licei con ampia scelta antologica o a un manuale universitario (per esempio Guglielmino-Grosser, "Il sistema letterario", Milano, Principato; Grosser, "Il canone letterario", Milano, Principato; Segre-Martignoni, "Leggere il mondo", Milano, Bruno Mondadori; Alfano-Italia-Russo-Tomasi, "Letteratura italiana", Milano, Mondadori). Come sussidio per l'analisi dei testi si raccomanda "Antologia della Letteratura italiana", a cura di G. Baldassari e G. Barucci, Milano, Cortina, 2022.

Parte B
Vale quanto indicato per la parte A.

Parte C
Testo di riferimento:
Giovanni Boccaccio, "Decameron", a cura di Amedeo Quondam, Maurizio Fiorilla e Giancarlo Alfano, Milano, Rizzoli (Bur), 2013

È richiesta una conoscenza generale dell'intera opera (composizione, struttura, trama, temi, stile). Devono essere studiati i seguenti testi introduttivi dell'edizione di riferimento: Scheda dell'opera (pp. 67-86), Notizia biografica (pp. 87-91), Nota al testo (pp. 109-123), Le cose e le parole del mondo (pp. 1669-1802); Schede introduttive alle novelle delle giornate VI, VII e VIII (pp. 949-974; 1047-1072; 1175-1204).

Inoltre è richiesta la lettura dei seguenti tre saggi critici (tutti disponibili online tramite il sistema bibliotecario di ateneo):
- Alberto Conte, "Nell'officina del «Decameron»: genealogia e struttura della settima giornata", in "Strumenti critici", 3, 2015, pp. 429-448
- Teodolinda Barolini, "The Scholar and the Widow: Corrupt Appetite and Moral Failure in Society's Intellectual Elite (VIII.7)", in "The Decameron Eighth Day in Perspective", edited by William Robins, Toronto, UP, 2020, pp. 148-189.
- Roberta Morosini, "The Tale of Salabaetto and Iancofiore (VIII.10)", in "The Decameron Eighth Day in Perspective", edited by William Robins, Toronto, UP, 2020, pp. 225-242.

Parte D
Oltre ai materiali delle lezioni, un testo a scelta tra i seguenti (limitatamente ai capitoli indicati)
- Pietro G. Beltrami, La metrica italiana, il Mulino, 1991, capitolo 1. Elementi di teoria metrica, capitolo 2. Profilo storico della metrica italiana (solo paragrafo 2.1. Metrica italiana e metrica romanza dalle origini alla fine del Quattrocento)
- Guglielmo Gorni, Metrica e analisi letteraria, il Mulino, 1993, Parte prima. Le forme primarie del testo poetico
- Fabio Magno e Arnaldo Soldani, Il sonetto italiano dalle origini a oggi, Carocci, 2017, capitoli 1. La forma, il genere, 2. Le origini, 3. Petrarca e il Trecento

NON FREQUENTANTI
Indicazioni bibliografiche e programma d'esame per studenti non frequentanti

Parti A e B
Per le parti A e B il programma è invariato rispetto a quello per frequentanti. È però vivamente consigliato un colloquio informativo nell'orario di ricevimento della docente (verificare l'orario aggiornato sul sito Unimi > Chi e dove > Carapezza Sandra).


Parte C
Oltre a tutti i materiali indicati per i frequentanti, è richiesto lo studio del volume di Giancarlo Alfano, "Introduzione alla lettura del Decameron di Boccaccio", Bari, Laterza, 2014 e edizioni successive.

Parte D
Due testi a scelta tra i seguenti (limitatamente ai capitoli indicati)
- Pietro G. Beltrami, La metrica italiana, il Mulino, 1991, capitolo 1. Elementi di teoria metrica, capitolo 2. Profilo storico della metrica italiana (solo paragrafo 2.1. Metrica italiana e metrica romanza dalle origini alla fine del Quattrocento)
- Guglielmo Gorni, Metrica e analisi letteraria, il Mulino, 1993, Parte prima. Le forme primarie del testo poetico
- Fabio Magno e Arnaldo Soldani, Il sonetto italiano dalle origini a oggi, Carocci, 2017, capitoli 1. La forma, il genere, 2. Le origini, 3. Petrarca e il Trecento.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame da 12 e 9 cfu consiste in una prova scritta preliminare sulle parti A e B e in una prova orale sulle parti C e D (per 9 CFU la prova orale è solo sulla parte C), volte ad accertare le conoscenze sugli argomenti in programma. L'esame da 6 cfu avrà svolgimento solo orale, sulle parti A e C.
La prova scritta si tiene a dicembre 2024, febbraio, maggio e settembre 2025 e il suo superamento è requisito necessario per l'accesso all'esame orale; dà luogo a un giudizio qualitativo in quattro fasce (sufficiente, discreto, buono, ottimo) che sarà considerato nel giudizio finale complessivo. Gli esiti della prova scritta saranno pubblicati su MyAriel.

La prova scritta, della durata di 90 minuti, è a risposta aperta ed è articolata su tre domande: una domanda per ognuna delle due parti (A e B), incentrata su una delle opere o autori o scuole in programma, e una domanda che consiste nel riconoscimento, nella parafrasi e nel commento di uno dei testi in programma. Le studentesse e gli studenti che abbiano frequentato il corso di preparazione alla prova scritta e abbiano superato la relativa prova finale non dovranno sostenere la terza domanda.

La prova scritta sarà valutata in base ai criteri della pertinenza, dell'esaustività e della correttezza; verrà considerata la capacità di elaborare una risposta organica e coerente, di adottare il giusto registro formale e impiegare il lessico specialistico adeguato, e, nel caso della terza domanda, di rendere adeguatamente un testo, mostrando di aver conseguito una conoscenza soddisfacente della lingua letteraria.
Indicazioni dettagliate sul programma e sulla prova d'esame saranno comunque fornite nella prima lezione del corso.

La prova orale consiste nella discussione critica su aspetti fondamentali dell'opera affrontata nella parte C e sulle nozioni di metrica, retorica e generi letterari, verificate attraverso i testi della parte D. Oggetto della valutazione saranno la capacità di organizzare criticamente e discorsivamente le conoscenze derivate dalle lezioni e dallo studio della bibliografia e la capacità di esporre esaustivamente ed efficacemente problemi e questioni ricorrendo al linguaggio specialistico.

Il voto finale sarà espresso in trentesimi, contemplando anche il giudizio della prova scritta.

Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto con la docente.

Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate con la docente, in accordo con l'Ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica D
L-FIL-LET/10 - LETTERATURA ITALIANA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Giovedì, ore 14.00-17.00. Ricevimento su appuntamento (da concordare via email), in presenza e da remoto (MTeams).
Dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici, sezione di Modernistica, secondo piano.
Ricevimento:
Il ricevimento si effettua il mercoledì dalle ore 10.30 alle 13.30, in presenza o su Teams, su appuntamento da concordare pervia mail.
Direzione del Dipartimento di Studi letterari
Ricevimento:
Giovedì, h. 11.00-14.00
Il ricevimento si svolge in presenza (primo piano della sezione di modernistica del Dip. Studi letterari filologici e linguistici) oppure in modalità telematica, comunque su appuntamento da concordare via mail