Teoria della giustizia

A.A. 2019/2020
6
Crediti massimi
42
Ore totali
SSD
IUS/20
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
- Conoscenza dei concetti fondamentali della materia, delle principali teorie odierne e dello stato dell'arte della discussione in corso;
- Capacità di rielaborare i temi oggetto delle lezioni e di applicare i casi teorici alle situazioni concrete;
- Utilizzo di un linguaggio appropriato nell'esposizione dei problemi e nell'argomentazione pro o contro una certa scelta
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso, lo studente avrà fatto propri i contenuti del corso, avrà sviluppato adeguate capacità argomentative a livello filosofico-giuridico e avrà acquisito competenze idonee a favorire il proseguimento degli studi con una più approfondita consapevolezza della dimensione filosofica di alcuni problemi giuridici.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Programma
Il programma dell'insegnamento prevede la presentazione e trattazione dei seguenti argomenti:
L'idea di giustizia.
La genealogia della giustizia.
Giustizia formale e giustizia sostanziale.
Giustizia e legalità.
Giustizia ed eguaglianza.
Giustizia distributiva, allocativa, commutativa, retributiva.
I dilemmi morali e fare la cosa giusta.
Prerequisiti
Non sono richieste conoscenze preliminari specifiche.
Metodi didattici
L'insegnamento prevede lezioni frontali con un forte coinvolgimento degli studenti, in forma di discussioni di gruppo avviate dal docente o dagli studenti stessi.
La frequenza è facoltativa, ma fortemente consigliata.
Materiale di riferimento
Per gli studenti FREQUENTANTI l'esame verterà sul materiale di studio distribuito a lezione e tempestivamente caricato sulla piattaforma Ariel.

Per gli studenti NON FREQUENTANTI, l'esame verterà sui testi:
1. M. Ricciardi (a cura di), L'ideale di giustizia, Milano, Università Bocconi Editore, 2010, saggi di: Dworkin, Nozick, Cohen, Honoré.
2. S. Maffettone, S. Veca (a cura di), L'idea di giustizia da Platone a Rawls, Roma-Bari, Laterza, 2015, saggi di: Platone, Aristotele, Hobbes, Hume, Rousseau, Bentham, Mill, Sidgwick, Hart, Hayek.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
Per i FREQUENTANTI l'esame sarà scritto con possibilità d'integrazione orale.
La prova scritta (della durata di 90 minuti) prevederà dodici domande con risposta a scelta multipla, due domande a risposta aperta con limite di spazio e una domanda a risposta aperta senza limiti di spazio. Non sarà possibile utilizzare dizionari, glossari, manuali ecc.
L'integrazione orale è facoltativa e potrà alzare o abbassare il voto della prova scritta di massimo 3 punti.
Non è prevista alcuna verifica in itinere.

Per i NON FREQUENTANTI l'esame sarà orale.

L'esame mira a verificare la conoscenza dei concetti e delle teorie fondamentali della materia, la capacità di organizzare discorsivamente tale conoscenza, la capacità di sviluppare un ragionamento critico sui contenuti della materia, la qualità dell'esposizione e del lessico impiegato.

La valutazione sarà espressa in trentesimi più eventuale lode. Nel caso della prova scritta verrà comunicata sulla piattaforma Ariel, nel rispetto della normativa sulla privacy.
IUS/20 - FILOSOFIA DEL DIRITTO - CFU: 6
Lezioni: 42 ore
Docente: Del Bo' Corrado
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
su appuntamento sulla piattaforma Team o altra piattaforma da definire, previa e-mail all'indirizzo corrado.delbo@unimi.it
Dipartimento di Scienze giuridiche, sezione di Filosofia e sociologia del diritto