Evoluzione biologica

A.A. 2020/2021
6
Crediti massimi
48
Ore totali
SSD
BIO/02 BIO/05 BIO/18 BIO/19
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si pone l'obiettivo di trasmettere agli studenti i fondamenti della biologia evoluzionistica, sia attraverso la trattazione dei principi di base della disciplina, sia sviluppando in modo dettagliato alcune problematiche e modelli di studio.
Risultati apprendimento attesi
Si assume che lo studente giunga ad acquisire competenze utili ad interpretare i fenomeni biologici in termini evoluzionistici.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Il corso si tiene nel secondo semestre. Nel caso in cui ci si trovasse ancora in fase emergenziale, le lezioni verranno tenute in via telematica, sia in forma sincrona che asincrona. Circa gli esami, se ci si troverà in fase emergenziale, i docenti saranno pronti a svolgere gli esami come disposto dall'Ateneo, quindi sia in presenza, sia a distanza, in relazione alle specifiche indicazioni.
Programma
Unità didattica: Introduzione e principi generali dell'evoluzionismo
L'evoluzionismo 'darwiniano', definizione e importanza della teoria proposta da Darwin; I meccanismi dell'evoluzione e le forze alla base dei cambiamenti evolutivi delle specie: mutazione, selezione naturale e sessuale, deriva genetica, migrazione, con particolare attenzione ai processi di microevoluzione. L'importanza della selezione sessuale nell'evoluzione delle specie, il peso della storia, i vincoli fisici, morfogenetici e genetici; L'importanza della deriva genetica casuale; L'evoluzione dei caratteri fenotipici; L'origine delle specie e modi di speciazione; Principi molecolari dell'evoluzione e cenni di filogenesi e di ricostruzione di alberi filogenetici.

Unità didattica: Modelli e problemi in biologia evoluzionistica
L'unità didattica tratterà alcuni temi fondamentali della biologia evoluzionistica: altruismo; simbiosi ed evoluzione dei rapporti interspecifici; equilibri punteggiati e macroevoluzione; significato della riproduzione sessuale; evoluzione della virulenza. Alcuni argomenti verranno trattati in chiave storica, con una focalizzazione sugli sviluppi del pensiero evoluzionistico nella transizione tra il XIX e il XX secolo e nel XX secolo: riscoperta delle leggi di Mendel, teoria della continuità del plasma germinale, Hugo de Vries e le visioni mutazionistiche; la Teoria Sintetica; gli sviluppi successivi alla Sintesi.
Prerequisiti
Conoscenze di genetica. Propedeuticità raccomandata: esame di Genetica.
Metodi didattici
Modalità di erogazione del corso basata su lezioni frontali interattive supportate da materiale proiettato.
Lo studente viene coinvolto a partecipare attivamente alla discussione.
Modalità di frequenza: Fortemente consigliata
Materiale di riferimento
Marco Ferraguti, Carla Castellacci (a cura di), Evoluzione. Modelli e processi, Pearson Italia 2011.
Nick Lane, Le invenzioni della Vita, Il Saggiatore, 2012.
Sadava et al. Biologia, volume 3 "L'evoluzione e la biodiversità" ed. Zanichelli

Le copie delle lezioni e ulteriore materiale didattico verranno fornite tramite la piattaforma Ariel, dai docenti agli studenti durante il corso e resteranno a disposizione per l'intero anno accademico.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame sarà scritto e comprenderà una serie di domande sia a scelta multipla che aperte volte a valutare le conoscenze e le competenze acquisite dallo studente sui temi e sugli argomenti presentati durante il corso.
BIO/02 - BOTANICA SISTEMATICA - CFU: 0
BIO/05 - ZOOLOGIA - CFU: 0
BIO/18 - GENETICA - CFU: 0
BIO/19 - MICROBIOLOGIA - CFU: 0
Lezioni: 48 ore
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Venerdì dalle 14.30 alle 16.30. Si suggerisce l'invio di una mail.
Ufficio del docente, Dip. di Bioscienze, via Celoria 26, Piano terra, Torre B
Ricevimento:
Su appuntamento richiesto via e-mail
Studio 5° piano Torre A, Bioscienze