Lingua spagnola 3

A.A. 2020/2021
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-LIN/07
Lingua
Spagnolo
Obiettivi formativi
Il corso costituisce il momento finale di apprendimento/acquisizione della lingua spagnola nell'ambito dello studio triennale della lingua straniera. Sul piano teorico, si tratteranno le sequenze testuali accademiche espositive e argomentative, al fine di sviluppare la competenza della composizione scritta in vista della redazione dell'elaborato finale di linguistica spagnola. Si approfondiranno le caratteristiche strutturali dei generi accademici, la ricerca bibliografica e la citazione delle fonti in ambito ispanico. Sul piano pratico, lo scopo è di condurre lo studente all'acquisizione di una competenza comunicativa adeguata alla lettura dei testi letterari e a produzioni orali e scritte di ambito accademico, corrispondenti al livello B2 del QCER.
Risultati apprendimento attesi
I risultati attesi in termini di conoscenza e comprensione sono che lo studente si appropri delle basi metodologiche della ricerca scientifica umanistica, consolidi la conoscenza delle sequenze testuali accademiche, entra in contatto con le fonti scientifiche della linguistica spagnola e si avvicini ad esempi di elaborati triennali. I risultati attesi in termini di competenze applicate sono la capacità dello studente di strutturare testi argomentativi ed espositivi, di riconoscere la scientificità di una fonte, di condurre un'adeguata ricerca bibliografica sui temi della linguistica spagnola e di identificare correttamente il tema di un elaborato accademico. Inoltre, è atteso il raggiungimento del livello B2 per tutte le attività linguistico-comunicative: ricezione (ascolto e lettura), produzione di testi, presentazioni e interazioni orali.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
annuale
In base alle indicazioni dell'Ateneo rispetto all'evolversi dell'emergenza Covid, la didattica (lezioni ed esami) verrà eventualmente erogata a distanza. Le lezioni si avvarranno di materiali di varia natura postati in Ariel, di eventuali attività in itinere da svolgere in autonomia e di incontri sincroni. L'esame, nelle sue varie parti e senza variazioni di programma e bibliografia, verrà adattato per lo svolgimento online e le specifiche tecniche verranno indicate in Ariel di sessione in sessione.
Le piattaforme in uso saranno Teams, Zoom e Meet. Si prega gli studenti di attivarsi su Teams per tempo con le credenziali di Ateneo.
Programma
Sul piano teorico, nella prima parte del corso (prof.ssa E. Landone) si tratteranno le sequenze testuali accademiche espositive e argomentative, al fine di sviluppare la competenza della composizione scritta in vista della redazione dell'elaborato finale di lingua spagnola. Si approfondiranno le caratteristiche strutturali dei generi accademici, la ricerca bibliografica e la citazione delle fonti in ambito ispanico affinché lo studente si appropri delle basi metodologiche della ricerca scientifica umanistica, consolidi la conoscenza delle sequenze testuali accademiche, entri in contatto con le fonti scientifiche della linguistica spagnola. Sempre sul piano teorico, nella seconda parte del corso (prof. I. Rodríguez de Arce) verranno presentati i linguaggi specialistici della comunicazione di massa e della pubblicità. Dopo una breve introduzione di carattere teorico, verranno presi in considerazione sia gli aspetti lessicali sia quelli testuali e pragmatici, nonché la dimensione evolutiva di questi linguaggi specialistici affinché lo studente si appropri di una visione ampia e aggiornata di questo settore della lingua.
A livello pratico è abbinato alle Esercitazioni linguistiche (livello QCER B2).
Il corso eroga 9 CFU. Non è possibile acquisirne solo 6.
Il programma del corso è valido fino a settembre 2022 compreso.
Prerequisiti
Il corso si tiene totalmente in lingua spagnola. I materiali e la bibliografia d'esame presuppongono delle competenze di lingua spagnola di livello QCER minimo B1 e di uso della terminologia e di analisi critica maturate nei corsi precedenti.
Metodi didattici
Il corso si svolge in lingua spagnola e adotta i seguenti metodi didattici: la parte A (prof.ssa Landone) si avvale di una didattica flipped, ovvero di stimoli bibliografici, lezioni frontali accademiche con il sussidio realia di elaborati finali, attività di applicazione dei concetti e momenti di discussione orale in lingua spagnola. Anchela parte B (prof. I. Rodríguez de Arce) si avvale di una metodologia didattica flipped, con la realizzazione di elaborati scritti e momenti di attività di applicazione dei concetti e di discussione orale in lingua spagnola.
Inoltre, è integrato da esercitazioni, per le quali si rimanda all'apposita scheda.
Materiale di riferimento
Il corso dispone di un sito sulla piattaforma on line per la didattica Ariel, al quale si rimanda per i materiali forniti dal docente.

Di seguito viene indicata la bibliografia obbligatoria per tutti studenti:

Modulo A (prof.ssa E. Landone)

- Fuentes Rodríguez, Catalina, Guía práctica de escritura y redacción, Madrid, Espasa, 2011, Parte 1 (cap. 1, 2,3 ) e Parte 3 (cap. 1)
- Reyes, Graciela, Cómo escribir bien en español, Madrid, Arco/Libros, 2008, capp. 1-2
- Gras, Pedro, "La planificación", in Montolío E. (ed.), Manual de escritura académica y profesional, Barcelona, Ariel, 2014 (Studiare tutto. Solo gli studenti che scelgono la modalità di valutazione consuntiva - vedi oltre- dovranno anche svolgere 5 esercizi a scelta in ambiti tematici diversi, da commentare in sede di esame)
- Briz, Antonio (ed.), Saber hablar, Madrid, Instituto Cervantes, 2008, cap. 7
- Cassany, Daniel, La cocina de la escritura, Barcelona, Anagrama, 1995, capp. 3, 4, 5, 6
- Soriano, Ramón, Como se escribe una tesis, España, Berenice, 2008, cap. 2
- Álvarez Miriam, Tipos de escrito II: Exposición y argumentación, Madrid, Ariel, 1995, unidades 1 e 2
- Regueiro Rodríguez M. Luisa, Sáez Rivera, Daniel, El español académico, Madrid, Arco/Libros, 2015, Cap. 1
- Cuenca, María Josep, "Mecanismos lingüísticos y discursivos de la argumentación", Comunicación, lenguaje y educación, 1995, 25, 23-40.
- Calsamiglia, Helena, Tusón Amparo, Las cosas del decir, Barcelona, Ariel, 1999, Capítulo 5
- Eco, Umberto, Cómo se hace una tesis, versión castellana online, capp. 3, 4, 5


Modulo B (prof. I. Rodríguez de Arce)


- Mapelli, Giovanna, "El lenguaje de los medios de comunicación", in Calvi MV, Las lenguas de especialidad en español, Roma, Carocci, ult. ed., pp. 75-99 (Studiare tutto)
- Mapelli, Giovanna, "Texto y género", in Calvi MV, Las lenguas de especialidad en español, Roma, Carocci, ult. ed., pp. 55-73 (Studiare tutto)
- Bordonaba Zabalza, Giovanna, "Neología y formación de palabras", in Calvi MV, Las lenguas de especialidad en español, Roma, Carocci, ult. ed., pp. 39-53
- Romero Gualda, Maria Victoria, El español de los medios de comunicación, Madrid, Arco/Libros, 2008.
- Escribano, Asunción, Comentario de texto interpretativos y de opinión, Madrid, Arco/Libros, 2008
- RAE y Asociación de Academias de la Lengua Española, Libro de estilo de la lengua española según la norma panhispánica. Madrid, Espasa, 2018

Link consigliati:
- Fundación del español urgente: http://www.fundeu.es/
- Manual de estilo de RTVE

Per le esercitazioni si rimanda all'apposita scheda.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame si compone di un accertamento di livello linguistico (orale e scritto) e di un colloquio orale sui contenuti del corso. L'accertamento linguistico (parte scritta) e le parti orali (corso ed esercitazioni) si svolgono in giorni diversi e possono essere sostenuti in sequenza libera. Si consiglia in ogni caso di sostenere prima l'accertamento linguistico scritto e successivamente il colloquio del corso (in caso si scelga la sequenza contraria è bene avvisare la docente per ricevere istruzioni relative alla verbalizzazione del voto).

Tutte le parti dell'esame si sostengono interamente in lingua spagnola.

La prova di accertamento linguistico scritta si svolge in tre appelli annuali (maggio, settembre e gennaio) e valuta le competenze scritte relative alle esercitazioni. La prova dura circa tre ore e non è ammesso l'uso di dizionari. Si compone di due parti: (1) una parte grammatical-funzionale e lessicale e (2) una composizione scritta di 300 parole (di cui si valutano la correttezza grammaticale, la varietà lessicale, la coerenza e chiarezza delle idee, la coesione del testo con l'uso di connettivi e la struttura testuale espositiva/argomentativa). Il voto della prova scritta è la media matematica del voto delle due parti, che devono essere entrambe sufficienti. Il voto è in trentesimi e lo studente ha facoltà di rifiutarlo. Il voto di sufficienza è 18/30. I risultati sono disponibili solitamente entro una decina di giorni dallo svolgimento dello scritto e vengono pubblicati sulla piattaforma Ariel del corso. Le prove vengono corrette integralmente e lo studente ha a disposizione un minimo di due ricevimenti per prendere visione della correzione e per un eventuale commento autovalutativo. La prova di accertamento scritto ha validità di un anno, da sessione a sessione (compresa).

La prova scritta può essere facoltativamente sostituita da due prove parziali scritte in itinere durante l'anno, che seguono le stesse modalità di esecuzione e validità indicate per la prova scritta. Si accede ai parziali dimostrando l'assistenza a un minimo del 75% delle esercitazioni. I parziali si svolgono alla fine di ogni semestre e prevedono gli stessi contenuti della prova scritta. I parziali vengono valutati in trentesimi, il voto di sufficienza è 18/30 e tutte le parti che li integrano devo essere sufficienti. L'esito totale dei parziali è dato dalla media fra il primo e il secondo parziale e il voto può essere rifiutato. Nel caso in cui il voto del primo parziale risulti particolarmente penalizzante per lo studente rispetto all'esito del secondo, la media verrà calibrata a favore dello studente laddove vi è un miglioramento tangibile della competenza durante l'anno. Nel caso di non superamento del secondo parziale, si considera esito negativo di tutta la valutazione in itinere e deve essere sostenuta la prova scritta. Il non superamento del primo parziale non preclude lo svolgimento del secondo: in tal caso, se viene superato il secondo parziale, il voto totale viene calcolato facendo la media matematica fra 18/30 e il voto preso nel secondo parziale superato.

La prova di accertamento linguistico orale si attiene alle regolari sessioni d'esame ed è in concomitanza con il colloquio del corso monografico. L'accertamento orale valuta le competenze comunicative orali relative alle esercitazioni in una conversazione della durata di circa 10 minuti sui temi del manuale e delle eventuali letture previste dal programma d'esame. Tale prova è propedeutica al colloquio del corso monografico, nel caso non venisse superata lo studente non potrà accedere al colloquio e dovrà ripresentarsi ad un altro appello per entrambe le parti orali. In ogni caso, l'accertamento orale e il colloquio del corso monografico vanno superati nello stesso appello. Il giudizio è approvato/ non approvato e lo studente ha facoltà di rifiutarlo. Non è ammesso l'uso di dizionari.

Il colloquio orale sui contenuti del corso si attiene alle regolari sessioni d'esame. Dura circa 20 minuti e prevede domande poste dai due docenti del corso volte a verificare la conoscenza dei testi studiati e la precisione nell'uso della terminologia specifica, nonché la capacità di riflessione critica e personale sulle tematiche proposte. Per il modulo A (prof. Landone) gli studenti possono scegliere di presentarsi all'esame con valutazione in itinere o con valutazione consuntiva: la prima prevede lo svolgimento di attività e colloqui in itinere durante il semestre e l'attribuzione di un voto a fine lezioni, la seconda avviene in unica soluzione tramite colloquio nelle sessione di esami. Il voto è in trentesimi e lo studente ha facoltà di rifiutarlo. Il voto di sufficienza è 18/30. Il voto complessivo del colloquio di monografico viene calcolato con media ponderata fra i voti dei due docenti (1/3 parte A e 2/3 parteo B), le parti dei due docenti devono essere entrambe sufficienti, vanno superate nello stesso appello e non sono separabili. Il colloquio sul corso (avendo superato previamente l'accertamento orale) ha validità di un anno, da sessione a sessione (compresa). Se è già stato superato l'accertamento scritto, con il colloquio l'esame risulta terminato e si procede alla verbalizzazione del voto complessivo, dato dalla media matematica tra la prova di accertamento scritta e il colloquio del corso che devono essere entrambi sufficienti. Se non è ancora stato superato lo scritto, la verbalizzazione avverrà posteriormente al superamento dello scritto (lo studente dovrà iscriversi e presentarsi a un successivo appello orale per la sola verbalizzazione) e a seguito del solo esame orale lo studente riceverà un verbale di annullamento con indicato "respinto".


Si ricorda che non potrà essere verbalizzato l'esame di Lingua spagnola 3 fintanto che non siano verbalizzati gli esami di Lingua spagnola 2 e Letteratura spagnola /ispanoamericana 2.

Altre avvertimenti:

Tutti gli studenti dovranno iscriversi al corso entro la prima lezione tramite l'apposita App UNIMI EASYLESSON
Gli studenti internazionali o Erasmus incoming sono invitati a prendere tempestivamente contatto col docente.

Le modalità d'esame per studenti con disabilità e/o con DSA dovranno essere concordate col docente, in accordo con l'Ufficio competente.
L-LIN/07 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA SPAGNOLA - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Siti didattici
Docente/i
Ricevimento:
Contattare tramite posta elettronica
Piazza S. Alessandro, 1 - Sezione Iberistica 1º piano