Psicologia e pedagogia applicate

A.A. 2020/2021
5
Crediti massimi
40
Ore totali
SSD
M-PED/01 M-PSI/08
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Lo scopo dell'insegnamento è di far:
- Comprendere e rielaborare i principi e le tecniche della relazione di aiuto e della conduzione dei gruppi;
- Approfondire le conoscenze delle influenze socio-culturali e biopsichiche sul comportamento umano come base per una migliore comprensione di sé e delle dinamiche di gruppo;
- Approfondire la conoscenza delle strategie utili a favorire i processi di integrazione multiprofessionali e multiculturali.
- Indicare le caratteristiche fondamentali dei processi di educazione degli adulti, considerando le esigenze e le peculiarità delle organizzazioni sanitarie;
- Discutere le caratteristiche della formazione permanente nei contesti sanitari, con particolare attenzione ai processi di formazione sul campo e di sviluppo professionale continuo;
- Analizzare criticamente e indicare come gestire un intervento formativo, dalla fase di analisi del bisogno formativo alla valutazione dei risultati.
Risultati apprendimento attesi
Analizzerà criticamente modelli di comportamento individuale e dinamiche di gruppo utili alla gestione di casi assistenziali e nelle relazioni nei team multidisciplinari
Illustrarerà il quadro teorico, le finalità e gli approcci della narrative-based medicine, collegando le medical humanities a questo approccio.
Spiegherà perché le medical humanities sono state introdotte nella formazione dei professionisti sanitari, focalizzando gli scopi e i risultati che gli adulti possono raggiungere mediante questo approccio.
Darà degli esempi di "testo" che può essere utilizzato quando si pianificano percorsi di medical humanities per i professionisti sanitari.
Spiegherà perché è necessaria una "pedagogia del corpo" nella formazione dei professionisti della cura e dare esempi di attività che possono promuovere l'esperienza di corpo vissuto in studenti/professionisti
Sperimenterà in prima persona le reazioni e le riflessioni che l'arte (romanzi, dipinti, film) possono promuovere nello studente
Pianificherà un corso/percorso formativo nella formazione di base, post base e permanente basato sulle medical humanities, indicando i bisogni, gli strumenti/materiali di lavoro e le modalità di valutazione
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Prerequisiti
Informazioni base sulla comunicazione, l'empatia, il burnout e le fasi del gruppo,
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame sarà basato su un test scritto con domande chiuse e aperte. Per accedere all'esame scritto, gli studenti dovranno costruire un project work relativo alla pianificazione di un intervento formativo basato sulle medical humanities, relativo alla parte di laboratorio di pedagogia. L'esame sarà basato sulla Bibliografia indicata sotto e sui materiali/argomenti discussi a lezione.
Pedagogia generale e sociale
Programma
Introduzione al corso
Apprendimento degli adulti, formazione ed educazione
La non-teoria dell'andragogia
I termini centrali del discorso pedagogico (pedagogia, didattica, scienze dell'educazione)
Attività riflessive: Lettura e commento di un episodio di formazione
La formazione come esperienza di formazione
L'importanza della riflessività nell'apprendimento degli adulti
Le comunità di pratiche. Come funzionano? Possono essere supportate?
Flipped classroom sulle differenti categorie di bisogno formativo (esterno e interno alla AO/ASL).
Diverse tipologie di bisogno formativo interno, degli operatori (percepiti, dati per scontati, latenti).
Strumenti per rilevare le diverse tipologie di bisogno formativo.
Cenni su questionario e intervista. La differenza tra questionario e test.
Il focus group come strumento di analisi dei bisogni formativi.
Lavoro di gruppo: costruzione della griglia per la gestione di un focus group su un argomento scelto dal gruppo
Dai bisogni formativi agli obiettivi didattici. Le tassonomie degli obiettivi di Guilbert.
Prima tassonomia: obiettivi generali intermedi e specifici.
Seconda tassonomia: sapere, saper fare e saper essere.
Terza tassonomia: livelli di difficoltà diversi per la stessa area (es. area sapere: ricordare, integrare, trovare nuove soluzioni).
Potenziale e limiti della progettazione basata sulla teoria degli obiettivi.
Altri modelli di progettazione nella formazione di base, post-base e permanente dei professionisti della cura (outcome-based education, per competenze)
Lavoro di gruppo: definizione delle funzioni di uno specifico profilo professionale; individuazione di alcune attività che corrispondono a una funzione; individuazione dei compiti che devono essere messi in atto per garantire una determinata attività.
La scelta delle metodologie formative nella progettazione formativa. Il problema della coerenza tra obiettivi formativi e metodologie.
Gli altri elementi da considerare nella scelta delle metodologie formative.
La scelta delle metodologie formative in relazione alla "vita" del gruppo dei partecipanti.
Le metodologie formative in relazione alla III tassonomia di Guilbert.
Flipped classroom sulla lezione: differenti tipologie, strategie per la pianificazione e modalità comunicative
Come rendere interattiva una lezione.
Lavoro di gruppo: pianificazione di una lezione
Metodi per preparare/supportare gli studenti alla formazione sul campo: laboratori/simulazioni; analisi di casi; supervisione clinica
Strumenti per supportare l'apprendimento sul campo: contratti di apprendimento, portfolios, casi e autocasi
La complessità della valutazione
Cosa valutare? Programmi, outcomes, risultati
La valutazione dell'apprendimento come una delle componenti della valutazione dei risultati.
Strumenti per la valutazione oggettiva dell'apprendimento cognitivo: vari tipi di test.
Lavoro di gruppo: costruzione di test MCQ
La valutazione delle competenze cliniche in contesti simulati o reali: strumenti a disposizione del valutatore.
Metodi per la valutazione delle competenze cliniche: valutazioni scritte, valutazioni sul campo, simulazioni cliniche (OSCE), portfolios.
Il sistema ECM italiano
La nuova frontiera dell'ECM: la formazione sul campo
Metodi didattici
Il corso è tenuto attraverso lezioni frontali, attività in piccolo gruppo in aula, flipped classroom, attività di scrittura riflessiva.
Le attività didattiche sono supportate dalla piattaforma Ariel dell'Università di Milano (www.ariel.unimi.it). All'interno del sito di "Progettazione e gestione dei sistemi formativi", gli studenti troveranno: gli avvisi, abstract delle singole lezioni, i lucidi delle lezioni, slides, i materiali cartacei (griglie, schemi ecc. che verranno analizzati in aula), pubblicazioni scientifiche per approfondire alcuni argomenti.
Materiale di riferimento
Zannini L. Fare formazione nei contesti di prevenzione e cura, Brescia-Lecce: Pensa Multimedia, 2015.
Zannini L. Medical humanities e medicina narrativa, Milano: Cortina, 2008 (solo alcune pagine scelte).
Guilbert JJ., Guida Pedagogica. Organizzazione Mondiale della Sanità, Ginevra, 2001. IV edizione italiana a cura di G. Palasciano e A. Lotti, Bari. Edizioni dal Sud, 2002, cap. 1.
Saranno inoltre a disposizione articoli tratti dalla letteratura internazionale, che saranno caricati sul sito Ariel del corso.
Craig M, McKeown D. How to build effective teams in healthcare. Nursing times. 2015;111(14):16-8.
Craig M. Team building part 3 of 3: Providing support to teams in difficulty. Nursing Times. 2015;111(16):21-3.
Craig M. Team building: part 2 OF 3: Boosting team engagement with storytelling methods. Nursing Times. 2015;111(15):20-2.
McTighe AJ, Donovan S. Group Dynamics in Healthcare Settings: A Strategic Framework for Cohesion. Science and Education. 2017;5(1):30-5.
Dijkstra MT, Beersma B, Evers A. Reducing conflict-related employee strain: The benefits of an internal locus of control and a problem-solving conflict management strategy. Work & Stress. 2011;25(2):167-84.
Pullen Jr RL. Leadership in nursing practice. Nursing made Incredibly Easy. 2016;14(3):26-31.
Council NM. The code: professional standards of practice and behaviour for nurses and midwives. London: NMC. 2015.
De Santi AM, Simeoni I. Comunicazione in medicina: collaborazione tra professionisti sanitari: SEEd; 2009.
Manges K, Scott‐Cawiezell J, Ward MM, editors. Maximizing team performance: the critical role of the nurse leader. Nursing forum; 2017: Wiley Online Library.
Psicologia clinica
Programma
Come creare dei gruppi efficaci nell'ambito della salute
Come aumentare il coinvolgimento dei membri del gruppo
Come fornire supporto ai gruppi che sono in difficoltà
Le dinamiche di gruppo nell'ambito della sanità
L'empatia nella sanità
Il conflitto e la gestione del conflitto
Il burnout
Elementi di leadership specifici nell'infermieristica
Metodi didattici
Lezioni frontale, lavoro nei piccoli gruppi, discussioni di casi di gruppo.
Materiale di riferimento
Zannini L. Fare formazione nei contesti di prevenzione e cura, Brescia-Lecce: Pensa Multimedia, 2015.
Zannini L. Medical humanities e medicina narrativa, Milano: Cortina, 2008 (solo alcune pagine scelte).
Guilbert JJ., Guida Pedagogica. Organizzazione Mondiale della Sanità, Ginevra, 2001. IV edizione italiana a cura di G. Palasciano e A. Lotti, Bari. Edizioni dal Sud, 2002, cap. 1.
Saranno inoltre a disposizione articoli tratti dalla letteratura internazionale, che saranno caricati sul sito Ariel del corso.
Craig M, McKeown D. How to build effective teams in healthcare. Nursing times. 2015;111(14):16-8.
Craig M. Team building part 3 of 3: Providing support to teams in difficulty. Nursing Times. 2015;111(16):21-3.
Craig M. Team building: part 2 OF 3: Boosting team engagement with storytelling methods. Nursing Times. 2015;111(15):20-2.
McTighe AJ, Donovan S. Group Dynamics in Healthcare Settings: A Strategic Framework for Cohesion. Science and Education. 2017;5(1):30-5.
Dijkstra MT, Beersma B, Evers A. Reducing conflict-related employee strain: The benefits of an internal locus of control and a problem-solving conflict management strategy. Work & Stress. 2011;25(2):167-84.
Pullen Jr RL. Leadership in nursing practice. Nursing made Incredibly Easy. 2016;14(3):26-31.
Council NM. The code: professional standards of practice and behaviour for nurses and midwives. London: NMC. 2015.
De Santi AM, Simeoni I. Comunicazione in medicina: collaborazione tra professionisti sanitari: SEEd; 2009.
Manges K, Scott‐Cawiezell J, Ward MM, editors. Maximizing team performance: the critical role of the nurse leader. Nursing forum; 2017: Wiley Online Library.
Moduli o unità didattiche
Pedagogia generale e sociale
M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE - CFU: 3
Lezioni: 24 ore

Psicologia clinica
M-PSI/08 - PSICOLOGIA CLINICA - CFU: 2
Lezioni: 16 ore
Docente: Callus Edward

Docente/i