Rilevamento di residui di contaminanti tossici negli alimenti

A.A. 2020/2021
4
Crediti massimi
32
Ore totali
SSD
CHIM/10
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso di Rilevamento di Residui di Contaminanti tossici negli alimenti si articola su alcune giornate di lavoro in aula (32 ore), basate su lezioni interattive in cui gli studenti lavorano con il docente e gli assistenti per acquisire alcuni principi basilari dell'analisi di sostanze tossiche negli alimenti. In particolare, viene data specifica attenzione ai protocolli pubblicati da organizzazioni internazionali, che gli studenti devono saper interpretare e riprodurre in caso di messa a punto di un nuovo metodo analitico. Si procede quindi con la descrizione delle regole alla base della validazione dei metodi e agli approcci diversificati per la preparazione dei campioni.
Risultati apprendimento attesi
Gli studenti con l'attività effettuata durante il corso devono apprendere le basi dello sviluppo di un metodo analitico, i principi della validazione dello stesso e la stesura di protocolli sulla base delle linee guida stilate dai più importanti organismi internazionali. Queste conoscenze sono molto importanti per quegli studenti che intendano intraprendere la professione del controllo di qualità o dello sviluppo di metodiche applicate alle matrici alimentari.
Programma e organizzazione didattica

Single session

Responsabile
Periodo
Primo semestre
In base alle disposizioni Ministeriali in Fase emergenziale il calendario delle lezioni e le modalità di erogazione verranno pubblicati sulla piattaforma Ariel come anche gli avvisi relativi a qualsiasi aggiornamento legato all'evoluzione della normativa imposta dal Covid-19. Le attività previste in aula saranno erogate in modalita sincrona, con gruppi di lavoro su piattaforma Zoom o Teams. Le attività verranno registrate e rese disponibili su Ariel. In modo analogo, gli esami verranno tenuti in forma orale su piattaforma zoom.
Programma
Il corso affronta tematiche relative all'analisi di contaminanti negli alimenti. I principali argomenti trattati sono:
- Acquisizione di conoscenze sui protocolli relativi ai metodi analitici ufficiali (AOAC ed altri organismi di riferimento)
- Esempi di diversi approcci analitici per la quantificazione di contaminanti in relazione alla matrice alimentare e alle concentrazioni attese
- Validazione di un metodo analitico secondo le linee guida internazionali (fra cui FDA)
- Stesura di un protocollo in caso di sviluppo di un nuovo metodo analitico
- Preparazione dei campioni: diversi approcci possibili nel caso dei contaminanti alimentari
- Purificazione dei campioni: diversi approcci possibili nel caso dei contaminanti alimentari
Prerequisiti
Il corso opzionale è rivolto agli studenti del terzo anno in quanto già in possesso di nozioni di base acquisite durante il corso di Analisi Chimico Tossicologica 1.
Metodi didattici
Il corso si svolge con lavoro in aula a piccoli gruppi su tematiche relative all'analisi di contaminanti negli alimenti. Ad ogni sessione, segue la stesura di una relazione scientifica.
Materiale di riferimento
Lavori scientifici forniti dal docente durante il corso messi a disposizione anche su Ariel.
Testi di riferimento per le analisi ufficiali a disposizione in aula
Ricerca in siti web di organizzazioni internazionali o banche dati
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame consiste nell'elaborazione e interpretazione critica di dati forniti a ciascuno studente. L'esame si tiene al termine del corso e per coloro che non fossero sufficienti può essere sostenuto in altri appelli orali distribuiti durante i periodi consentiti.
CHIM/10 - CHIMICA DEGLI ALIMENTI - CFU: 4
Lezioni: 32 ore
Docente/i
Ricevimento:
Previo appuntamento telefonico