Anatomia comparata

A.A. 2021/2022
6
Crediti massimi
52
Ore totali
SSD
BIO/06
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento consentirà allo studente di acquisire le nozioni di base relative all'evoluzione - e diversità - dei Vertebrati nel contesto delle pressioni evolutive esercitate dall'ambiente, impiegando anche lo sviluppo embrionale come strumento (Evo-Devo).
Nell'ambito dell'insegnamento verranno considerati gli apparati digerente, respiratorio, circolatorio, urogenitale, escretore, il sistema scheletrico (organizzazione del cranio e dello scheletro assile e appendicolare) e quello muscolare, gli organi di senso, il sistema nervoso centrale e periferico. Verranno altresì, di volta in volta, analizzati eventuali rapporti tra i sopracitati apparati, organi e sistemi.
Risultati apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento lo studente avrà acquisito le conoscenze di base della anatomia comparata in chiave evolutiva e sarà in grado di comprendere le varie nozioni in modo trasversale, al fine di applicare conoscenza e comprensione in modo critico negli insegnamenti che verranno erogati negli anni successivi e ogniqualvolta sia necessaria una analisi critica che riguardi temi di evoluzione e adattamento. Tali abilità saranno stimolate in aula attraverso la progressiva esposizione trasversale dei vari temi, stimolando il fattivo dialogo su alcuni temi di attualità scelti di volta in volta. Le capacità critiche, di giudizio e comunicazione verranno stimolate in aula e durante le ore di esercitazione pratica e valutate in sede di esame (soprattutto durante l'esame orale). Infine, l'approccio trasversale degli argomenti applicato a temi evolutivi permetterà allo studente di sviluppare competenze che, a prescindere dalle nozioni apprese, potranno essere utilizzate nello studio futuro e nella futura attività lavorativa.
Programma e organizzazione didattica

A - L

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
In fase emergenziale le lezioni e gli esami, orali, saranno erogate su piattaforma online. Le esercitazioni saranno erogate in forma mista o solo online a seconda delle indicazioni di Ateneo.
Programma
Sguardo sull'evoluzione dei Vertebrati nel Regno Animale. Caratteri generali dei Vertebrati con cenni di sistematica dei Vertebrati. Pressioni evolutive: ambiente, omeostasi termica e salina. Conquista della omotermia.
Lo sviluppo embrionale come modello per lo studio dell'evoluzione (Evo-Devo). Tessuti embrionali e strutturazione dell'embrione allo stadio filotipico. I Vertebrati sono Cristati: significato evolutivo della comparsa delle cellule delle creste neurali.
Apparato tegumentario. Sviluppo embrionale. Struttura e filogenesi della cute e degli annessi cutanei in risposta alle pressioni evolutive. Integrità della pelle.
Apparato digerente. Sviluppo embrionale. Filogenesi, anatomia macroscopica e microscopica e significato funzionale dei diversi tratti del tubo digerente e delle ghiandole annesse.
Apparato respiratorio. Sviluppo embrionale e generalità sulla filogenesi. Struttura delle branchie e dei polmoni nelle diverse Classi di Vertebrati.
Apparato circolatorio. Sviluppo embrionale. Struttura del cuore e dei vasi. Evoluzione del cuore e degli archi aortici in rapporto all'evoluzione dell'apparto respiratorio ed alla termoregolazione. Cenni sull'evoluzione del sistema venoso e del sistema linfatico. Sangue. Morfologia degli organi linfoidi e mieloidi nei diversi Vertebrati.
Apparato urogenitale. Sviluppo embrionale comune dell'apparato urinario e genitale.
Apparato escretore: significato funzionale della morfologia del nefrone e dell'organizzazione del parenchima renale nelle diverse classi di Vertebrati. Cenni sulla strutturazione ed evoluzione delle vie urinarie.
Apparato genitale: anatomia microscopica delle gonadi nelle diverse classi di Vertebrati. Filogenesi ed ontogenesi dei gonodotti.
Apparato locomotore. Sistema scheletrico: origine embriologica e piano generale di organizzazione del cranio (neurocranio e splancnocranio), dello scheletro assile e appendicolare. Ruolo delle creste neurali nello sviluppo ed evoluzione delle strutture cranio-facciali. Sistema muscolare: cenni sull'evoluzione della muscolatura scheletrica in rapporto alla locomozione.
Organi di senso. Sviluppo embrionale e piano generale di organizzazione con particolare attenzione ad occhio, orecchio e organo della linea laterale.
Il coordinamento delle funzioni dei vari organi: controllo neuroendocrino.
Asse endocrino: struttura e funzioni delle ghiandole endocrine.
Sistema nervoso embrionale e piano generale di organizzazione del sistema nervoso centrale e periferico. Morfologia, connessioni e significato funzionale delle diverse parti del sistema nervoso centrale nelle varie classi di Vertebrati. Sistema nervoso periferico: nervi spinali e nervi cranici. Sistema nervoso autonomo.
Rapporti tra sistema nervoso e sistema endocrino.
Prerequisiti
Non è richiesto il superamento di esami propedeutici, è necessaria tuttavia una buona capacità di comprensione del linguaggio scientifico di base.
Metodi didattici
Lezioni frontali, esercitazioni pratiche, momenti di discussione su temi di attualità legati all'Evo-Devo.
Materiale di riferimento
Giavini E, Menegola E.: Manuale di Anatomia Comparata, EdiSES.
Zavanella T, Cardani R.: manuale di Anatomia dei Vertebrati, Antonio Delfino Editore.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
E' previsto un esame scritto (durata 2 ore) che consisterà in una prova scritta a risposte aperte: 5 domande a risposta breve (1/6 facciata foglio A4) con massimo punteggio di 2 punti ciascuna; 2 domande a risposta medio-estesa (1/2 facciata foglio A4) con massimo punteggio di 5 punti ciascuna; 1 domanda a risposta articolata (1 foglio A4 a disposizione), per la quale è necessaria una sintesi trasversale tra gli argomenti (punteggio massimo 10). All'esame scritto seguirà un esame orale nel quale sono previste domande teoriche e una prova pratica di riconoscimento di preparati istologici. Il voto finale è espresso in trentesimi. Il voto minimo della prova scritta per sostenere l'esame orale è 16/30. Il minimo voto finale sufficiente è 18/30. In caso di insufficienza finale, è necessario ripetere entrambe le prove (orale e scritta). L'esame, per questioni di sicurezza legate alla persistenza della fase emergenziale o per validi motivi, potrà essere sostenuto nella sola forma orale.
BIO/06 - ANATOMIA COMPARATA E CITOLOGIA - CFU: 6
Esercitazioni: 8 ore
Lezioni: 44 ore
Docente: Menegola Elena

M - Z

Periodo
Secondo semestre
Le lezioni - asincrone - verranno erogate in forma di presentazione le cui slide saranno commentate dal docente. Le presentazioni saranno fruibili, senza limiti temporali, tramite il sito Ariel dell'insegnamento. Inoltre, le presentazioni saranno, sempre su Ariel, messe a disposizione anche in formato pdf. Sulla stessa piattaforma sarà sempre disponibile un forum tramite il quale i discenti potranno comunicare direttamente col docente. Seguiranno poi, a scadenze regolari, degli incontri sincroni via Microsoft Teams durante i quali saranno oggetto di discussione ed, eventualmente, di approfondimento, le ultime (in ordine di tempo) lezioni asincrone.
Le modalità d'esame cambiano rispetto a quanto previsto: lo scritto, come illustrato nei criteri di valutazione, viene convertito in un colloquio orale che si svolgerà utilizzando, di nuovo, la piattaforma Microsoft Teams. Durante detto colloquio si discuterà di alcuni dei temi trattati durante l'insegnamento. Tutti gli argomenti contenuti nelle presentazioni saranno potenziale oggetto d'esame.
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
Sguardo sull'evoluzione dei Vertebrati nel Regno Animale. Caratteri generali dei Vertebrati con cenni di sistematica dei Vertebrati. Pressioni evolutive: ambiente, omeostasi termica e salina. Conquista della omotermia.
Lo sviluppo embrionale come modello per lo studio dell'evoluzione (Evo-Devo). Tessuti embrionali e strutturazione dell'embrione allo stadio filotipico. I Vertebrati sono Cristati: significato evolutivo della comparsa delle cellule delle creste neurali.
Apparato tegumentario. Sviluppo embrionale. Struttura e filogenesi della cute e degli annessi cutanei in risposta alle pressioni evolutive. Integrità della pelle.
Apparato digerente. Sviluppo embrionale. Filogenesi, anatomia macroscopica e microscopica e significato funzionale dei diversi tratti del tubo digerente e delle ghiandole annesse.
Apparato respiratorio. Sviluppo embrionale e generalità sulla filogenesi. Struttura delle branchie e dei polmoni nelle diverse Classi di Vertebrati.
Apparato circolatorio. Sviluppo embrionale. Struttura del cuore e dei vasi. Evoluzione del cuore e degli archi aortici in rapporto all'evoluzione dell'apparto respiratorio ed alla termoregolazione. Cenni sull'evoluzione del sistema venoso e del sistema linfatico. Sangue. Morfologia degli organi linfoidi e mieloidi nei diversi Vertebrati.
Apparato urogenitale. Sviluppo embrionale comune dell'apparato urinario e genitale.
Apparato escretore: significato funzionale della morfologia del nefrone e dell'organizzazione del parenchima renale nelle diverse classi di Vertebrati. Cenni sulla strutturazione ed evoluzione delle vie urinarie.
Apparato genitale: anatomia microscopica delle gonadi nelle diverse classi di Vertebrati. Filogenesi ed ontogenesi dei gonodotti.
Apparato locomotore. Sistema scheletrico: origine embriologica e piano generale di organizzazione del cranio (neurocranio e splancnocranio), dello scheletro assile e appendicolare. Ruolo delle creste neurali nello sviluppo ed evoluzione delle strutture cranio-facciali. Sistema muscolare: cenni sull'evoluzione della muscolatura scheletrica in rapporto alla locomozione.
Organi di senso. Sviluppo embrionale e piano generale di organizzazione con particolare attenzione ad occhio, orecchio e organo della linea laterale.
Il coordinamento delle funzioni dei vari organi: controllo neuroendocrino.
Asse endocrino: struttura e funzioni delle ghiandole endocrine.
Sistema nervoso embrionale e piano generale di organizzazione del sistema nervoso centrale e periferico. Morfologia, connessioni e significato funzionale delle diverse parti del sistema nervoso centrale nelle varie classi di Vertebrati. Sistema nervoso periferico: nervi spinali e nervi cranici. Sistema nervoso autonomo.
Rapporti tra sistema nervoso e sistema endocrino.
Prerequisiti
Non è richiesto il superamento di esami propedeutici, è necessaria tuttavia una buona capacità di comprensione del linguaggio scientifico di base.
Metodi didattici
Lezioni frontali, esercitazioni pratiche, momenti di discussione su temi di attualità legati all'Evo-Devo.
Materiale di riferimento
Giavini E, Menegola E: Manuale di Anatomia Comparata, EdiSES.
AA.VV. Anatomia Comparata (a cura di Vincenzo Stingo), EdiErmes.
Zavanella T, Cardani R: Manuale di anatomia dei vertebrati, Antonio Delfino Editore.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova orale verterà sulla descrizione di preparati microscopici osservati durante le esercitazioni pratiche, con cenni di collegamento agli argomenti trattati a lezione. L'esame sarà approvato in seguito all'identificazione e corretta descrizione di due preparati istologici (su un massimo di tre proposti). In base alla correttezza delle risposte e all'uso appropriato della terminologia scientifica l'esito sarà considerato sufficiente, buono o ottimo. L'esame orale approvato permette allo studente di sostenere l'esame scritto. L'esame scritto (durata 2 ore) consisterà in una prova scritta a risposte aperte: 5 domande a risposta breve (1/6 facciata foglio A4) con massimo punteggio di 2 punti ciascuna; 2 domande a risposta medio-estesa (1/2 facciata foglio A4) con massimo punteggio di 5 punti ciascuna; 1 domanda a risposta articolata (1 foglio A4 a disposizione), per la quale è necessaria una sintesi trasversale tra gli argomenti (punteggio massimo 10). In base all'esito dell'esame orale il voto dello scritto sarà confermato (esame orale sufficiente) o aumentato di uno (esame orale buono) o di due punti (esame orale ottimo). Il voto finale è espresso in trentesimi. Il minimo voto sufficiente è 18/30. In caso di insufficienza finale, è necessario ripetere entrambe le prove (orale e scritta).
BIO/06 - ANATOMIA COMPARATA E CITOLOGIA - CFU: 6
Esercitazioni: 8 ore
Lezioni: 44 ore
Docente/i
Ricevimento:
Su appuntamento. Inviare email
Ufficio, via Celoria 26, Dipartimento di Bioscienze, Torre B, piano 7