Anatomia veterinaria sistematica e comparata

A.A. 2021/2022
11
Crediti massimi
104
Ore totali
SSD
VET/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Il corso si propone di fornire allo studente nozioni teoriche e pratiche sull'anatomia normale degli animali di interesse veterinario (cane, gatto, bovino, cavallo, suino e coniglio), prendendo in considerazione i sistemi locomotore, digerente, cardio-circolatorio, respiratorio, urogenitale e tegumentario (anatomia sistematica) e le principali differenze di specie (anatomia comparata).
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso lo studente dovrà dimostrare: 1) conoscenze e capacità di comprensione: approfondite conoscenze di anatomia macroscopica e microscopica degli organi e conoscere l'organizzazione generale del corpo, degli spazi e delle cavità viscerali tenendo in considerazione: organogenesi, forma, posizione e rapporti, vascolarizzazione e innervazione e le principali differenze di specie
2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione: di essere in grado di applicare le conoscenze acquisite direttamente su preparati istologici, miologici, ossa isolate e scheletri, visceri e cadaveri di animali
3) capacità critiche e di giudizio: dovrà sviluppare capacità critiche e di giudizio affrontando in modo critico e proattivo le lezioni frontali e pratiche e lo studio dei vari argomenti sia sui libri di testo sia sul materiale fornito dal docente.
4) abilità comunicative: esser in grado di esporre le nozioni acquisite con una terminologia appropriata, aggiornata e coerente con la terminologia utilizzata nelle altre discipline sia durante le lezioni frontali, quando interviene durante le discussioni in aula, sia durante le lezioni pratiche.
5) Capacità di proseguire lo studio in modo autonomo nel corso della vita: essere in grado di affrontare efficacemente lo studio delle materie professionalizzanti al fine di avere una preparazione completa per inserirsi nel mondo del lavoro.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
annuale
In relazione alle modalita' di erogazione delle attivita' formative per l'a.a. 2021/22, verranno date indicazioni piu' specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria
Prerequisiti
Per poter sostenere l'esame lo studente dev aver superato l'esame del c.i. Scienze biologiche propedeutiche alla medicina veterinaria in accordo con quanto riportato nel Manifesto degli Studi e aver frequentato non meno del 70% delle ore di lezione, sia frontali che pratiche.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame si svolge in prova unica (2 ore di tempo) e prevede per ognuno dei due moduli una prova scritta e una prova pratica.

A) Prova scritta, per ogni modulo sono previste:
1) ventinove domande a risposta multipla (4 risposte) con la possibilità di scegliere una sola risposta esatta. In caso di mancata risposta la domanda non viene considerata, in caso di risposta errata il punteggio finale viene decurtato di 0,25 punti.
2) riconoscimento di due schede dove sono riportate immagini di organi e/o apparati, sia dal punto di vista microscopico che macroscopico, su cartina mute. Le immagini proposte corrispondono a quelle proiettate a lezione. Ogni scheda vale un punto.

Gli argomenti sui quali vertono le domande sono:
1) modulo di Anatomia Veterinaria Sistematica e Comparata 1: generalità sull'apparato locomotore, descrizione dei segmenti dello scheletro assile e appendicolare, dei muscoli e dei sistemi giunzionali ad essi annessi con le più importanti differenze di specie; apparati cardiocircolatorio e respiratorio, tegumentario e annessi cutanei, considerando forma, posizione, rapporti, architettura e struttura, le più significative caratteristiche ultrastrutturali, vascolarizzazione e innervazioni e differenze di specie.
2) modulo di Anatomia Veterinaria Sistematica e Comparata 2: apparati digerente e urogenitale, considerando forma, posizione, rapporti, architettura e struttura, le più significative caratteristiche ultrastrutturali, vascolarizzazione e innervazioni e differenze di specie.
Il voto finale delle due prove scritte, espresso in trentesimi, corrisponde alla media matematica delle due prove scritte (domande e schede grafiche).
Lo studente deve superare le prove scritte di entrambi i corsi; se una delle due prove riceve un punteggio inferiore a 18/30, lo studente deve ripetere tutta la prova scritta, anche se l'altra è stata superata.
Se lo studente risponde positivamente a tutte le 29 domande e alle 2 schede con le immagini, il suo voto finale sarà 30L
Se lo studente raggiunge un punteggio complessivo inferiore a 27/30 deve sostenere una prova pratica.
Se lo studente supera il punteggio di 27/30 può decidere di non fare la prova pratica.

B) Prova pratica:
1) riconoscimento di un preparato scheletro o artro-miologico (Anatomia Veterinaria Sistematica e Comparata 1, massimo due punti)
2) riconoscimento di un preparato microscopico (Anatomia Veterinaria Sistematica e Comparata 2, massimo due punti)
In entrambi i casi, i preparati sono già stati studiati e spiegati durante le esercitazioni.
In base all'esito complessivo delle due prove pratiche il punteggio finale può variare +/- di 4 punti punti (es. da 25 può diventare 29 o 21).
Qualora, durante la prova pratica, lo studente rispondesse alle domande in modo insufficiente, l'esame può non venire considerato superato, anche se la prova scritta era stata superata.
Anatomia veterinaria sistematica e comparata 1
Programma
Il modulo prevede 40 ore di didattica frontale e 16 ore di lezioni pratiche le quali hanno l'obiettivo specifico di fornire un'esaustiva conoscenza dell'anatomia macroscopica e microscopica degli apparati muscolo scheletrico (scheletro, muscoli e articolazioni) e tegumentario con i suoi annessi (ghiandole e peli) e le sue specializzazioni (corna) e dei sistemi cardio-circolatorio e respiratorio nelle specie di interesse veterinario. L'anatomia dell'unghia verrà trattata nel modulo di anatomia topografica (IV anno).
Le lezioni introduttive e sull'apparato locomotore, sia frontali che pratiche verranno svolte durante il I semestre, quelle relative agli apparati respiratori, cardio-circolatorio e tegumentario, nel II semestre.

A) Lezioni frontali (40 ore)
1. Introduzione al corso, programmi, modalità d'esame, libri di testo consigliati (2 ore, primo semestre)
2. Apparato muscoloscheletrico (22 ore, primo semestre)
-generalità su ossa, articolazioni, muscoli (3 ore)
-scheletro assile (3 ore)
-scheletro appendicolare arto anteriore, ossa e relativi articolazioni (5 ore)
-scheletro appendicolare arto posteriore, ossa e relativi articolazioni
(4 ore )
-miologia degli arti, (4 ore)
-miologia di testa, collo e tronco (3 ore)
3. Sistema cardio-circolatorio (8 ore, secondo semestre)
-cuore (2 ore)
-circolazione sistemica (3 ore)
-sistema linfatico (3 ore)
4. Apparato respiratorio (4 ore, secondo semestre)
-vie aeree superiori (1 ora)
-vie aeree inferiori (3 ore)
5. Apparato tegumentario (4 ore, secondo semestre)
-cute e annessi cutanei (2 ore)
-mammella (2 ore)

B) Lezioni pratiche (16 ore, primo semestre)
Le lezioni pratiche sull'apparato scheletrico si svolgono su ossa isolate, scheletri interi, preparati miologici e modelli; quelle di miologia su arti isolati da cadaveri di specie diverse di animali domestici.
1. Scheletro assile e relative articolazioni (4 ore)
2. Scheletro appendicolare e relative articolazioni (8 ore)
3. Miologia (4 ore)

Le esercitazione di anatomia microscopica sugli apparati circolatorio, respiratorio e tegumentario si tengono insieme a quelle del Modulo di Anatomia veterinaria sistematica e comparata 2 (secondo semestre).
Metodi didattici
Il corso è diviso in due semestri e consta di lezioni frontali e pratiche, di anatomia macroscopica e microscopica. Le lezioni frontali si svolgono in aula con l'ausilio di presentazioni in ppt. Gli studenti sono invitati a partecipare attivamente alla lezione, sulla base delle conoscenze acquisite nelle materie propedeutiche. Le slide sono a disposizione sul sito Ariel del docente-http://smodinaavsc.ariel.ctu.unimi.it/v3/home/Default.aspx
Le lezioni pratiche di anatomia macroscopica si svolgono in osteoteca e in sala settoria. Le lezioni pratiche di anatomia microscopica si svolgono presso i laboratori didattici di microscopia e sono accorpate a quelle del modulo di Anatomia Veterinaria Sistematica e comparata 2
Ogni studente lavora autonomamente, in modo individuale e/o a gruppi (max 6 studenti per gruppo), supervisionato da tutor, con l'aiuto dei testi di riferimento. Durante le esercitazioni verranno formulate domande al fine di verificare la proprietà di linguaggio e la capacità di applicare praticamente le conoscenze acquisite.
Materiale di riferimento
TESTI CONSIGLIATI
Testi consigliati: Anatomia Macroscopica
Dyce KM, Sack WO, Wensing CJG: Anatomia Veterinaria, Antonio Delfino Editore, Roma, 2009;
-Koning- Liebich: Anatomia dei Mammiferi Domestici. Piccin Editore, 2016;
-Miller's Anatomy of the Dog, 4e , H.E. Evans and A. de Lahunta , Elsevir, 2013;
-Schaller O: Nomenclatura Anatomica Veterinaria Illustrata, Antonio Delfino Editore, 1999 ;
-Popesko P: Atlante di Anatomia Topografica degli Animali Domestici, ed Grasso e Edimediche, 1997;

Testi consigliati: Embriologia e Organogenesi
-Pelagalli G, Castaldo L, Lucini C, Patruno M, Scocco P: Embriologia. Morfogenesi e anomalie dello sviluppo. Idelson Gnocchi Editore, 2009;
-Noden DM, De Lahunta A: Embriologia degli animali domestici, Edi-Ermes, 1991;

Testi consigliati: Anatomia microscopica
-Liebich: Istologia e Anatomia microscopica dei mammiferi domestici e degli uccelli, Piccin, 2012;
-Dellmann HD, Eurell JA: Istologia e Anatomia microscopica veterinaria. Casa editrice ambrosiana, Milano, 2000;


Diapositive del corso: sito Ariel http://smodinaavsc.ariel.ctu.unimi.it/v3/home/Default.aspx
Anatomia veterinaria sistematica e comparata 2
Programma
Il modulo, che viene svolto durante il secondo semestre, prevede 32 ore di didattica frontale e 16 ore di lezioni pratiche le quali hanno l'obiettivo specifico di fornire un'esaustiva conoscenza dell'anatomia macroscopica e microscopica degli apparati digerente e urogenitale nelle specie di interesse veterinario. Gli argomenti verranno trattati in modo sistematico e comparato. La trattazione di ciascun apparato è preceduta dalla descrizione della sua organogenesi.

A)Lezioni Frontali (32 ore)
1. Introduzione al corso, cenni di organogenesi (2 ore)
2. Intestino cefalico: cavità orale e faringe (5 ore)
3. Intestino anteriore: esofago e stomaco (5 ore)
4. Intestino medio (tenue e crasso), retto e canale anale (4 ore)
5. Ghiandole annesse all'apparato digerente: fegato e pancreas (2 ore)
6. Apparato urinario (4 ore)
7. Apparato genitale femminile (4 ore)
8. Apparato genitale maschile (4 ore)

B)Lezioni pratiche (16 ore)
Anatomia macroscopica:
1. Apparato digerente (4 ore)
2. Apparato uro-genitale femminile e maschile (2 ore)
3. Apparato cardiocircolatorio e respiratorio (2 ore)

Anatomia microscopica
4. Apparato digerente (4 ore)
5. Apparato uro-genitale femminile e maschile (2 ore)
6. Apparato cardiocircolatorio e respiratorio (2 ore)
Metodi didattici
Il corso consta di lezioni frontali e pratiche, di anatomia macroscopica e microscopica. Le lezioni frontali si svolgono in aula con l'ausilio di presentazioni in ppt. Gli studenti sono invitati a partecipare attivamente alla lezione, sulla base delle conoscenze acquisite nelle materie propedeutiche. Le slide sono a disposizione sul sito Ariel del docente
Le lezioni pratiche di anatomia macroscopica si svolgono in sala settoria. Le lezioni pratiche di anatomia microscopica si svolgono presso i laboratori didattici di microscopia su preparati istologici. Ogni studente lavora autonomamente, in modo individuale e/o a gruppi (max 6 studenti per gruppo), supervisionato da tutor, con l'aiuto dei testi di riferimento. Durante le esercitazioni verranno formulate domande al fine di verificare la proprietà di linguaggio e la capacità di applicare praticamente le conoscenze acquisite.
Materiale di riferimento
Testi consigliati: anatomia macroscopica
-Dyce KM, Sack WO, Wensing CJG: Anatomia Veterinaria, Antonio Delfino Editore, Roma, 2009;
-Koning- Liebich: Anatomia dei Mammiferi Domestici. Piccin Editore, 2006;
-Pelagalli G, Botte V: Anatomia Veterinaria Sistematica e Comparata, I vol., III ed., Edi-Ermes, 1999;
-Miller's Anatomy of the Dog, 4e , H.E. Evans and A. de Lahunta , Elsevir, 2013;
-Schaller O: Nomenclatura Anatomica Veterinaria Illustrata, Antonio Delfino Editore, 1999;
-Popesko P: Atlante di Anatomia Topografica degli Animali Domestici, ed Grasso e Edimediche, 1997;

Testi consigliati: embriologia ed organogenesi
-Pelagalli G, Castaldo L, Lucini C, Patruno M, Scocco P: Embriologia. Morfogenesi e anomalie dello sviluppo. Idelson Gnocchi Editore, 2009;
-Noden DM, De Lahunta A: Embriologia degli animali domestici, Edi-Ermes, 1991;

Testi consigliati: anatomia microscopica
-Liebich: Istologia e Anatomia microscopica dei mammiferi domestici e degli uccelli, Piccin, 2012;
-Dellmann HD, Eurell JA: Istologia e Anatomia microscopica veterinaria. Casa editrice ambrosiana, Milano, 2000;

Diapositive del corso: sito Ariel http://smodinaavsc.ariel.ctu.unimi.it/v3/home/Default.aspx
Moduli o unità didattiche
Anatomia veterinaria sistematica e comparata 1
VET/01 - ANATOMIA DEGLI ANIMALI DOMESTICI - CFU: 6
Esercitazioni: 16 ore
Lezioni: 40 ore
Turni:
Turno 1 per un gruppo di studenti
Docente: Modina Silvia Clotilde
Turno 2 per un gruppo di studenti
Docente: Modina Silvia Clotilde
Turno 3 per un gruppo di studenti
Docente: Pocar Paola

Anatomia veterinaria sistematica e comparata 2
VET/01 - ANATOMIA DEGLI ANIMALI DOMESTICI - CFU: 5
Esercitazioni: 16 ore
Lezioni: 32 ore
Turni:
Turno 1 per un gruppo di studenti
Docente: Di Giancamillo Alessia
Turno 2 per un gruppo di studenti
Docente: Di Giancamillo Alessia

Docente/i
Ricevimento:
su appuntamento
Lodi - Via dell'Università 6 - 26900 - Lodi (LO)
Ricevimento:
Su appuntamento
Lodi, Via dell'Università, 6, studio 3085