Comportamento alimentare e stato nutrizionale delle popolazioni

A.A. 2021/2022
6
Crediti massimi
48
Ore totali
SSD
BIO/05 BIO/07
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento si propone di fornire allo studente gli strumenti scientifico-culturali per comprendere e interpretare il comportamento alimentare dell'uomo moderno alla luce della sua storia evolutiva e delle trasformazioni del rapporto ecologico uomo-ambiente che questa ha comportato.
Risultati apprendimento attesi
Alla fine del corso, lo studente dovrà aver acquisito (i) gli strumenti e le nozioni tecnico-scientifiche per comprendere gli effetti delle abitudini alimentare sulla composizione corporea, (ii) le competenze per comprendere e applicare metodologie per l'analisi della composizione corporea e dello stato nutrizionale, (iii) la conoscenza dei principi su cui si basa la formulazione di diete utili per raggiungere e mantenere la composizione corporea ideale, anche grazie a esercitazioni pratiche.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Lezioni a distanza in modalità sincrona su piattaforma MS Teams. Videoregistrazioni delle lezioni disponibili in streaming in modalità asincrona attraverso il sito Ariel. Presentazioni PowerPoint delle lezioni scaricabili da Ariel.
Esami in modalità orale, come colloquio orale a distanza su piattaforma MS Teams.
Nel caso di attività didattica svolta in presenza, è necessario il rispetto di tutte le norme di sicurezza sanitaria vigenti.
Programma
Principi dell'analisi delle esigenze nutrizionali di un soggetto e per l'elaborazione di diete personalizzate. Dalla nutrizione alla dieta personalizzata: (i) Aspetti nutrizionali dell'alimentazione; (ii) Cenni di storia dell'alimentazione; (iii) Gli strumenti per l'anamnesi alimentare. La Prevenzione primaria e terziaria: (i) Definizione di prevenzione sulla popolazione e sul singolo soggetto; (ii) La dieta Mediterranea, le diete vegetariane, le diete iperproteiche e le nuove mode alimentari in relazione al mantenimento della salute; (iii) Necessità nutrizionali in particolari situazioni fisiologiche: infanzia, adolescenza, gravidanza, allattamento, menopausa, anziano, sportivo; (iv) Prevenzione e trattamento dietetico della malnutrizione nel soggetto anziano, nei disturbi del comportamento alimentare e nella cachessia neoplastica; (v) Prevenzione/trattamento dietetico di alcuni disturbi funzionali a carico dell'apparato digerente: reflusso, dispepsia, meteorismo, stipsi; (vi) Alimentazione, prevenzione e trattamento dietetico dei principali fattori di rischio (dislipidemie, ipertensione, sindrome metabolica), e patologie cronico-degenerative correlate (obesità, diabete mellito, tumori, patologie cardiovascolari, patologie neurologiche, patologie bronco-polmonari croniche); (vii) Alimentazione, microbiota e infiammazione. Educazione alimentare: (i) Obiettivi, strategie, piani d'azione del WHO e di altre autorevoli associazioni internazionali (AHA, WCRF, ecc.) per la prevenzione e il controllo delle Malattie non trasmissibili; (ii) Piano Nazionale per la Prevenzione e sistema di sorveglianza nutrizionale in Italia; (iii) I nuovi alimenti: dall'industria alimentare ai cibi 3D. Dietetica applicata: (i) Utilizzo della plicometria, degli impedenziometri e delle App di nuova generazione: (i) L'adipometro; (ii) Costruzioni di piani alimentari per varie esigenze fisio-patologiche e utilizzo di appositi programmi: vantaggi e svantaggi; (iii) Come proporre una cucina "sana".
Modelli nella descrizione della composizione corporea. Modello a cinque livelli e schemi di compartimentazione corporea. L'uomo di riferimento. Relazioni tra compartimenti a differenti livelli organizzativi. Uso dell'analisi di regressione per la formulazione di equazioni predittive. Metodi di riferimento nell'analisi della composizione corporea. Metodi diretti e metodi indiretti. Metodi di laboratorio e metodi utilizzabili sul campo. Idrodensitometria, pletismografia ad aria, idrometria e metodi di diluizione, densitometria a raggi-X a doppia energia (DEXA). Determinazione del Na e del K mediante metodi diretti. Analisi per attivazione neutronica in vivo (IVNA). Bioimedenziometria e bioimpedance vector analysis (BIVA). Tomografia computerizzata (CT), resonanza magnetica (MRI) e spettrometria di risonanza magnetica (MRS). Antropometria e plicometria. Metodi per la misura di apporto e dispendio energetico. Componenti del dispendio energetico: metabolismo basale, termogenesi indotta dalla dieta e termogenesi indotta dall'attività. Calorimetria diretta. Metodi calorimetrici indiretti. Metodi non-calorimetrici. Metodo dell'acqua doppiamente marcata. Podometria e accelerometria. Holter metabolici. Misura dell'apporto energetico. Recall delle 24 h, diari alimentari e questionari delle frequenze alimentari. Fabbisogno energetico ed evoluzione umana. Adattamenti metabolici all'attività fisica.
Prerequisiti
Lo studente deve possedere buone conoscenze di base di chimica degli alimenti, biochimica e metabolismo, istologia, anatomia e fisiologia generale, oltre che degli argomenti trattati nel corso di Biologia della Nutrizione.
Metodi didattici
In assenza di restrizioni dovute a condizioni di distanziamento sociale per emergenza sanitaria, la modalità di erogazione è tradizionale e costituita da lezioni frontali interattive supportate da materiale videoproiettato. Le lezioni sono integrate da lezioni su temi specifici tenute in collaborazione con specialisti appositamente invitati. Lo studente è stimolato a partecipare attivamente alle lezioni, discutendo quanto trattato al fine di migliorare le proprie capacità critiche e di rielaborazione personale dei concetti acquisiti.
Materiale di riferimento
Articoli e tabelle/banche dati di composizione degli alimenti. Il materiale videoproiettato a lezione, articoli scientifici e altri materiali segnalati dai docenti sono messi in parte a disposizione degli studenti attraverso la piattaforma Ariel.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
In assenza di restrizioni dovute a condizioni di distanziamento sociale per emergenza sanitaria, la prova d'esame comprende sia una parte scritta, sia una orale, per le unità di stato nutrizionale e comportamento alimentare, rispettivamente. La prova scritta consiste in una serie di domande aperte che coprono le diverse parti dell'unità. Può essere richiesto di risolvere semplici problemi numerici. L'esame è organizzato in due parti che devono essere svolte nella medesima prova. Le due parti contribuiscono con il medesimo peso al punteggio finale e devono essere valutate entrambe positivamente affinché l'esame sia superato. Il tempo a disposizione per la prova scritta è in genere di un'ora. Non sono previste prove in itinere.
BIO/05 - ZOOLOGIA - CFU: 0
BIO/07 - ECOLOGIA - CFU: 0
Lezioni: 48 ore
Docente/i
Ricevimento:
Ven 08:30-12:30 (previo appuntamento via e-mail)
Edifici Biologici, via Celoria 26 - torre C - piano 5