Diritto dell'unione europea

A.A. 2021/2022
6
Crediti massimi
40
Ore totali
SSD
IUS/14
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento intende fornire agli studenti le coordinate essenziali per comprendere le caratteristiche fondamentali dell'ordinamento giuridico dell'Unione europea.
Nella prima parte del corso specifica attenzione viene dedicata all'apparato istituzionale dell'Unione, alle sue fonti (Trattati istitutivi e diritto derivato), al suo sistema giurisdizionale e ai rapporti fra ordinamento UE e ordinamenti nazionali. La seconda parte del corso tratta invece alcuni aspetti del diritto materiale dell'Unione europea, concentrandosi sul diritto del mercato interno (le libertà economiche di circolazione e il diritto della concorrenza).
L'insegnamento si prefigge l'obiettivo di far acquisire agli studenti una solida base giuridica per interpretare, alla luce dell'ordinamento dell'Unione europea, complessi fenomeni di regolazione e disciplina delle attività economiche (sia di operatori economici privati che di soggetti pubblici).
Risultati apprendimento attesi
Delineando i principi fondamentali alla base dell'ordinamento dell'Unione europea e le caratteristiche essenziali del rapporto fra esso e l'ordinamento interno, con particolare riferimento agli ambiti di diritto materiale relativi alla disciplina delle attività economiche e delle imprese, al termine dell'insegnamento lo studente sarà in grado di cogliere quale sia l'efficacia delle disposizioni dell'Unione (Trattati e diritto derivato) nell'ordinamento italiano; di apprendere, nelle sue linee essenziali, il contenuto di tali regimi con riguardo a settori specifici (quali, ad esempio, l'intervento pubblico nell'economia, le liberalizzazioni, la disciplina delle professioni intellettuali); di applicare, a partire in particolare dalla giurisprudenza della Corte di giustizia, categorie e principi giuridici del diritto dell'Unione per la soluzione di casi concreti (tratti dalle sentenze della Corte di giustizia).
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo trimestre
Metodi didattici: le lezioni si svolgeranno sulla piattaforma MS Teams.
Il programma d'esame e i materiali di riferimento (pubblicati su ariel) non subiranno variazioni.
L'esame si svolgerà in forma scritta a distanza (tramite esamimoodle.unimi.it e SEB).
Programma
- Lineamenti di diritto istituzionale dell'Unione europea: il sistema delle competenze dell'Unione; il quadro istituzionale; le fonti; il rapporto fra ordinamento UE e ordinamenti nazionali; le competenze della Corte di giustizia; l'adeguamento dell'ordinamento italiano agli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea.

- Fondamenti di diritto materiale dell'Unione europea: il diritto del mercato interno; le libertà economiche di circolazione (libera circolazione delle merci; diritto di stabilimento e libera prestazione dei servizi); le linee essenziali della disciplina del diritto antitrust europeo (intese fra imprese, abuso di posizione dominante, aiuti di Stato alle imprese).
Prerequisiti
E' fortemente consigliato il previo superamento degli esami di Diritto Privato (IUS/01) e di Diritto commerciale (IUS/04).
Metodi didattici
Il corso si svolgerà con lezioni frontali che dedicheranno particolare attenzione, in particolare nella seconda parte dell'insegnamento, all'analisi della giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione e alla prassi applicativa delle istituzioni dell'Unione. Le sentenze e i casi pratici più rilevanti saranno messi a disposizione degli studenti e, con approccio seminariale, discussi e commentati a lezione.
Materiale di riferimento
Parte istituzionale (lineamenti di diritto dell'Unione europea, prima parte dell'insegnamento)

A.L. Valvo, Istituzioni di diritto dell'Unione europea, Giappichelli, 2019

Capitolo II;
Capitolo III;
Capitolo V (escluso paragrafo 9);
Capitolo VI (esclusi i paragrafi 5, 6 e 9);
Capitolo VIII (esclusivamente i paragrafi 1, 2 e 3).

Parte sostanziale (diritto materiale dell'Unione europea, seconda parte dell'insegnamento)

L. Daniele, Diritto del mercato unico europeo, Giuffré Editore, 2019

Capitoli Primo, Secondo, Quarto, Sesto, Settimo.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame si svolge in forma scritta ed è volto ad accertare la conoscenza delle nozioni di base dell'ordinamento dell'Unione, la capacità di cogliere le implicazioni concrete dei più rilevanti istituti dell'ordinamento europeo, con particolare riguardo all'applicazione del diritto materiale dell'Unione europea e ai suoi rapporti con la disciplina che l'ordinamento nazionale riserva all'avvio e all'esercizio delle attività economiche.
Lo studente dovrà rispondere a tre quesiti aperti dimostrando padronanza dei concetti chiave dell'ordinamento dell'Unione europea, sviluppando e articolando i temi proposti anche in modo da evidenziare le loro implicazioni pratiche e gli aspetti di eventuale criticità.
IUS/14 - DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA - CFU: 6
Lezioni: 40 ore
Docente: Diverio Davide
Docente/i
Ricevimento:
Il ricevimento studenti in presenza è attualmente sospeso e sarà svolto on line (su microsoft teams), previo appuntamento da concordare via mail (davide.diverio@unimi.it).
Dip. Studi internazionali, III piano, stanza 21.