Teoria e tecnica traduzione inglese

A.A. 2021/2022
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
L-LIN/12
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
Scopo dell'insegnamento è fornire agli studenti le conoscenze metodologiche necessarie per l'analisi di un testo letterario in una prospettiva traduttologica. Agli studenti saranno pertanto forniti gli strumenti per analizzare un testo da un punto di vista linguistico, stilistico e retorico, alla luce del contesto storico-culturale in cui il testo è germinato e delle specificità autoriali e linguistiche. L'insegnamento si propone altresì di accrescere la consapevolezza dei corsisti in ambito traduttivo, poiché il problema della resa in italiano dei brani scelti sarà affrontato tenendo conto dell'interdipendenza fra committente, traduttore e lettore modello.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso gli studenti conosceranno le principali teorie che hanno animato e animano tuttora il panorama internazionale degli studi sulla traduzione. Una particolare attenzione sarà riservata alle teorie che hanno influenzato il pensiero contemporaneo dagli anni cinquanta del Novecento ad oggi e alla prospettiva dei Translation Studies. Riguardo all'analisi del testo in ottica traduttiva, gli studenti saranno in grado di individuare la dominante del testo, il lettore modello della traduzione e i principali aspetti retorici, linguistici e culturali del testo, messi in relazione al genere testuale e alla varietà linguistica trattati. Gli studenti sapranno inoltre utilizzare diverse tecniche di traduzione per far fronte alle tendenze deformanti e alle manipolazioni o riscritture a cui può essere esposto un testo tradotto e rifletteranno sul ruolo etico della traduzione come luogo della differenza.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
annuale
In relazione alle modalità di erogazione delle attività formative per l'a.a 2021-22, verranno date indicazioni più specifiche nei prossimi mesi, in base all'evoluzione della situazione sanitaria.
Programma
Il corso si intitola "Tradurre l'alterità: la traduzione come etica della differenza" ed è mirato ad approfondire i seguenti ambiti:

A: Teorie contemporanee sulla traduzione (20 ore, 3 cfu)
B: Ritradurre i classici moderni
C: La traduzione postcoloniale (20 ore, 3 cfu)

Gli studenti che intendono acquisire 6 CFU si atterranno al programma per i punti A e B, gli studenti che intendono acquisire 9 CFU si atterranno al programma completo (punti A, B e C).
Gli argomenti indicati ai punti A e B verranno affrontati nel primo semestre, gli argomenti indicati al punto C saranno invece affrontati nel secondo semestre.

Gli studenti dovranno tradurre settimanalmente un breve brano letterario, la cui resa sarà poi analizzata in classe alla luce dei concetti di proprio e altrui, addomesticamento e straniamento, manipolazione, accettabilità/adeguatezza e progetto traduttivo, sollecitando una riflessione sulla trasparenza e sull'opacità dell'atto traduttivo come luogo della differenza. Si approfondiranno inoltre le principali teorie che hanno animato e animano tuttora il panorama internazionale contemporaneo degli studi sulla traduzione. In particolare per il punto A si esamineranno le teorie che hanno influenzato il pensiero contemporaneo e la prospettiva dei Translation Studies in Occidente. Per il punto B si illustreranno la teoria della "retranslation hypothesis" e gli studi più recenti sulla ritraduzione, studiando in particolar modo il fenomeno della ritraduzione dei classici moderni. Infine, per il punto C, a partire dai testi di autori postcoloniali anglofoni del Novecento, si approfondiranno i contributi teorici che negli ultimi decenni hanno illustrato le sfide e i temi più dibattuti nel campo della traduzione postcoloniale.
Il programma del corso è valido fino a febbraio 2023.
Prerequisiti
Il corso, che si tiene interamente in lingua italiana, i materiali e la bibliografia d'esame presuppongono una buon padronanza della lingua inglese e della lingua italiana. Gli studenti Erasmus o di altre forme di mobilità, se interessati al corso, dovranno rivolgersi in anticipo al docente per valutare eventuali adattamenti del programma d'esame.
Metodi didattici
Il corso adotta i seguenti metodi didattici: lezioni frontali, attività pratiche di traduzione, lettura e commento di testi da tradurre e di testi tradotti.
Materiale di riferimento
Il corso dispone di un sito sulla piattaforma on line per la didattica Ariel (https://epantaleottti.ariel.ctu.unimi.it/), al quale si rimanda per i materiali forniti dal docente.

Di seguito vengono indicati i testi e le edizioni di riferimento:

Programma d'esame per studenti frequentanti e non frequentanti
Indicazioni bibliografiche generali (facoltative)
Franca Cavagnoli, La voce del testo, Milano, Feltrinelli, 2012.
Jeremy Munday, Introducing Translation Studies: Theories and Applications, Londra; New York, Routledge, 2016.

Indicazioni bibliografiche obbligatorie
A
Lawrence Venuti (a cura di), The Translation Studies Reader, New York; London, Routledge, 2004.

B
Materiali forniti in classe e reperibili sul sito Ariel del corso.

C
Franca Cavagnoli, La traduzione letteraria anglofona. Il proprio e l'altrui - English e Englishes - Gli autori postcoloniali di Lingua Inglese, Milano, Hoepli, 2017.

Maria Rosa Bollettieri Bosinelli; Elena Di Giovanni (a cura di), Oltre l'occidente. Traduzione e alterità culturale, Milano, Bompiani, 2009.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame si articola in una prova scritta preliminare e in un colloquio individuale.
La prova scritta consiste nella traduzione di un brano letterario di 1000/1500 caratteri circa. Gli studenti hanno a disposizione 2 ore e possono utilizzare dizionari elettronici o cartacei, bilingue e monolingue.

Il colloquio prevede domande poste dal docente, interazioni tra docente e studente e l'analisi e il commento di uno o più testi tratti dalla bibliografia d'esame. Il colloquio ha durata variabile a seconda dei cfu che lo studente intende acquisire e si svolge in lingua italiana. Gli studenti Erasmus o coinvolti in altri progetti di mobilità potranno sostenere il colloquio in una lingua a scelta tra italiano e inglese.

La prova scritta mira a verificare le competenze di comprensione della lingua scritta inglese, la precisione lessicale, terminologica e retorica nella resa del testo fonte in italiano, così come la resa sintattica, ritmica e la resa degli aspetti culturospecifici propri del testo fonte. Il voto è espresso in trentesimi e concorre per il 50% alla valutazione finale. I risultati sono comunicati per email o sul sito didattico del corso (https://epantaleottti.ariel.ctu.unimi.it/), prima del colloquio orale. Gli studenti hanno facoltà di rifiutare l'esito della prova, comunicando la propria decisione al docente, prima di presentarsi al colloquio orale. Sarà possibile prendere visione degli elaborati durante l'esame orale.

Il colloquio orale mira a verificare la conoscenza dei testi in bibliografia, la capacità di contestualizzazione di autori e opere, la fluidità nell'esposizione, la precisione nell'uso della terminologia specifica, la capacità di riflessione critica e personale sulle tematiche proposte durante il corso. Il voto finale è espresso in trentesimi e concorre per il 50% alla valutazione finale. Lo studente ha facoltà di rifiutare l'esito in sede d'esame.

Nota per gli studenti frequentanti:
Durante il corso sono previste due prove scritte in itinere, il cui risultato confluirà nel voto finale. Solo chi sosterrà entrambe le prove in itinere, con esito positivo, potrà accedere direttamente al colloquio orale.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
L-LIN/12 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
L-LIN/12 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
L-LIN/12 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Dal 1 marzo 2021 al 5 giugno 2021: giovedì 11.30-14.30, previo accordo via email.
Microsoft Teams