Borse di studio per promettenti laureati

Le borse sono un sostegno al proseguimento degli studi di laureati promettenti e sono finanziate senza oneri a carico dell’Ateneo, o con i budget dei progetti di ricerca o con fondi derivanti da convenzioni o contratti stipulati dall’Ateneo stesso.

La durata della borsa può andare da un minimo di 6 mesi a un massimo di 18 ed è rinnovabile una sola volta, per un periodo che, sommato a quello iniziale, non superi i 24 mesi.

Giovani laureati che, alla data di scadenza prevista per la presentazione delle candidature, non abbiano un età superiore ai 30 anni e abbiano i seguenti requisiti:

  • laurea specialistica/magistrale, laurea a ciclo unico o laurea conseguita secondo l’ordinamento didattico precedente il D.M. 3 novembre 1999, n. 509 e s.m.i., conseguito da non più di 3 anni, alla data di scadenza prevista per la presentazione delle candidature
  • non ricoprire alcun impiego pubblico o privato
  • non svolgere attività professionale o di consulenza retribuita svolta in modo continuativo.

L’importo della borsa di studio varia da un minimo di 1.000 a un massimo di  2.000 euro lordi al mese (imponibile al borsista).

Il pagamento delle borse avviene in rate mensili posticipate, previa dichiarazione da parte del responsabile scientifico che attesti il corretto svolgimento dell’attività del borsista. 

La borsa di studio è esente IRPEF. Viene comunque rilasciata una Certificazione Unica, con l'indicazione dell'importo esente da imposta.

Sul sito LaStatale@work , dedicato al personale, tutte le informazioni sui pagamenti.

Sul sito LaStatale@work tutte le informazioni su:

  • come si accetta la borsa di studio
  • pagamento 
  • rinuncia

Le procedure per istituire una borsa per laureati promettenti sono disponibili sul sito LaStatale@work:

  • la proposta di attivazione e la commissione giudicatrice
  • durata minima e massima della borsa di studio e rinnovo
  • confronto tra borse di studio per promettenti laureati e assegni di ricerca