Scienza aperta

L’Università degli Studi di Milano aderisce e supporta i principi e le azioni della Scienza aperta, un movimento globale nato per rendere disponibili e trasparenti i processi di produzione, validazione, disseminazione e valutazione della scienza, attraverso la verifica e la riproducibilità delle ricerche.

L’Ateneo fa propri i valori della Scienza aperta con l'adesione al principio della libertà di accesso alla letteratura scientifica e di circolazione dei risultati della ricerca e, l’attuazione di una politica di comunicazione e divulgazione scientifica a più livelli per dare visibilità e accesso ai risultati della ricerca.

L’impegno dell’Ateneo a favore della piena accessibilità a dati e pubblicazioni scientifiche ha inizio formalmente nel 2005, con l’adesione alla Messina Declaration sull’Accesso aperto alla letteratura scientifica, e continua con l’adesione alle più recenti:

  • Roadmap Towards Open Access e For Research Data, della LERU
  • consorzio OPERAS, per lo sviluppo di una infrastruttura europea aperta per le scienze umane e sociali
  • progetto open APC, per la rilevazione delle spese per l’Open Access Gold (Article processing charges)

Per diffondere una vera e propria cultura della Scienza aperta, l’Università degli Studi di Milano ha creato una  Commissione d’Ateneo, presieduta da Emilia Perassi, Delegata del Rettore per l’Open Access, e composta da un referente per ognuno dei 33 dipartimenti.

Open Science

Contributi video su Open Science

  • prof. Emilia Perassi, Coordinatore, SSD L-LIN/06 - Dipartimento di Lingue e Lett. Straniere
  • prof. Giorgio Abbiati, SSD CHIM/06 - Dipartimento di Scienze farmaceutiche
  • prof. Lucia Baldi, SSD AGR/01 - Dipartimento di Scienze e politiche ambientali
  • prof. Stefano Ballerio, SSD L-FIL-LET/14 - Dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici
  • prof. Cristina Battaglia, SSD BIO/10 - Dipartimento di Biotecnologie Mediche e Medicina Traslazionale
  • prof. Marina Benedetti, SSD M-STO/07 - Dipartimento di Studi storici
  • prof. Fabrizio Berra, SSD GEO/02 - Dipartimento di Scienze della Terra 'Ardito Desio'
  • dott. Stefano Bolelli, Gallevi, Ufficio di Supporto alle Politiche di Open Science
  • prof. Alberto Bramati, SSD L-LIN/04 - Dipartimento di Scienze della mediazione linguistica e di studi interculturali
  • prof. Francesca Bravi, SSD MED/01 - STATISTICA MEDICA - Dipartimento di Scienze Cliniche e di Comunità
  • prof. Maria Luisa Damiani, SSD INF/01 - Dipartimento di Informatica 'Giovanni Degli Antoni'
  • prof. Alessia Damonte, SSD  SPS/04 - Dipartimento di Scienze sociali e politiche
  • dott. Rossella Filadoro, Ufficio di Supporto alle Politiche di Open Science
  • dott. Paola Galimberti, Responsabile Delegato Di Direzione, Direzione Performance,Assicurazione Qualità, Valutazione e Politiche di Open Science
  • prof. Cecilia Gelfi, SSD BIO/12 - Dipartimento di Scienze biomediche per la salute
  • prof. Silvia Giudici, SSD IUS/04 - Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto
  • dott. Andrea Guardo,  SSD M-FIL/01 - FILOSOFIA TEORETICA - Dipartimento di Filosofia 'Piero Martinetti'
  • prof. Simone Guglielmetti, SSD AGR/16 - Dipartimento di Scienze per gli alimenti, la nutrizione e l'ambiente
  • prof. Cristina Lecchi, SSD VET/03 - Dipartimento di Medicina Veterinaria
  • prof. Elena Lesma, SSD BIO/14 - Dipartimento di Scienze della salute
  • prof. Giuseppe Lodato, SSD FIS/05 - Dipartimento di Fisica
  • prof. Giovanni Lodi, SSD MED/28 - Dipartimento di Scienze biomediche, chirurgiche e odontoiatriche
  • prof. Fabio Nocito, SSD AGR/13 - Dipartimento di Scienze agrarie e ambientali - Produzione, Territorio, Agroenergia
  • prof. Francesco Onida, SSD MED/15  - Dipartimento di Oncologia ed Emato-Oncologia
  • prof. Marco Orofino, SSD IUS/08 - Dipartimento di Studi internazionali, giuridici e storico-politici
  • prof. Irene Pellizzone, SSD IUS/08 - Dipartimento di Diritto pubblico italiano e sovranazionale
  • prof. Davide Proserpio, SSD CHIM/03 - Dipartimento di Chimica
  • prof. Giovanni Puccetti, SSD SECS-S/06 - Dipartimento di Economia, management e metodi quantitativi
  • prof. Marco Rigoli, SSD MAT/03  - Dipartimento di Matematica 'Federigo Enriques'
  • prof. Dario Ronchi, SSD MED/26 - Dipartimento di Fisiopatologia medico-chirurgica e dei trapianti
  • prof. Luciana Rossi, SSD AGR/18 - Dipartimento di Scienze veterinarie per la salute, la produzione animale e la sicurezza alimentare (VESPA)
  • prof. Renato Ruffini, SECS-P/10 - Dipartimento di Scienze giuridiche 'Cesare Beccaria'
  • prof. Paola Sacerdote, SSD BIO/14 - Dipartimento di Scienze farmacologiche e biomolecolari
  • prof. Laura Scarabelli, SSD L-LIN/06 - Dipartimento di Lingue e letterature straniere
  • dott. Chiara Soncini, responsabile Ufficio Proprietà Intellettuale
  • prof. Tomaso Subini, SSD L-ART/06 - Dipartimento di Beni culturali e ambientali
  • prof. Federico Zambelli, SSD BIO/11 - Dipartimento di Bioscienze
  • prof. Gianguglielmo Zehender, SSD MED/42  - Dipartimento di Scienze biomediche e cliniche 'Luigi Sacco'

La Statale per l’OA week 2021: video pillole di Scienza aperta

Dal 25 al 31 ottobre, torna l’Open Access Week, la settimana internazionale che celebra la Scienza Aperta, quest’anno dedicata al tema della costruzione di un’equità strutturale per una conoscenza sempre più libera.

Per l’edizione 2021, l’Università Statale di Milano ha deciso di “metterci la faccia”, lasciando il racconto di obiettivi, progetti e azioni legate all’Open Access e all’Open Science a speciali testimonial, i suoi docenti, ricercatrici e ricercatori, dottorande e dottorandi.

Il lancio di questa speciale "playlist" è affidato a Emilia Perassi, coordinatrice della Commissione d’Ateneo per l’Open Access, seguita dagli interventi di Flaminio Squazzoni, Michele Manoni, Martina Guzzetti, Matteo Chiara, Paolo Borsa e Luca Peyronel, che in brevi video ripercorreranno alcun aspetti cruciali della Scienza Aperta: dai principi fondanti dell’OA all’open peer review, dal progetto d’Ateneo sul Data Management Plan per i percorsi di dottorato alle vie Verde e Diamond all’Open Access, fino al Covid-19 Data Portal, esempio di quanto la condivisione e l’apertura dei dati della ricerca possa incidere anche nel battere una pandemia.

L’Open Science è ormai parte insostituibile della nostra attività di ricerca – afferma la professoressa Perassi e con queste video pillole abbiamo voluto farci “testimoni” di progetti e buone prassi con cui il nostro Ateneo lavora ogni giorno per rendere la ricerca e la conoscenza scientifica sempre più aperta e libera. Anche l’UNESCO ha riconosciuto all’Open Access e all’Open Science il ruolo di catalizzatore dello sviluppo umano con la Recommendation on Open Science, che ci auguriamo venga recepita quanto prima anche dall’ordinamento giuridico italiano”.

 

Video

Le video pillole saranno lanciate e visibili nel corso della OA Week sul canale YouTube @UnimiVideo e sugli account social d’Ateneo.
 

15 Ottobre 2020

Open Science: uno spazio aperto per i dati della ricerca europea
Un incontro online per fare il punto sul progetto "European Open Science Cloud", nato per realizzare un "internet dei dati della ricerca"