Teorie e principi della regolazione -regolazione dell'innovazione e del rischio

A.A. 2019/2020
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
IUS/05
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'innovazione tecnologica ha determinato negli ultimi anni profondi cambiamenti nell'assetto dei mercati per l'erogazione di beni e servizi con conseguenti riflessi sui processi decisionali pubblici e privati, nonché sui modelli di business delle imprese e la struttura stessa dei mercati. In questo quadro l'obiettivo formativo principale dell'insegnamento, nel quadro della formazione interdisciplinare del Corso di studio, è quello di sviluppare le conoscenze e fornire gli strumenti per sviluppare la capacità di affrontare e capire queste recenti grandi trasformazioni della realtà economica e le possibili modalità di intervento giuridico. In questo senso particolare attenzione verrà dedicata alla riflessione sul sistema delle regole esistenti (europee e nazionali) ed al complesso rapporto con la tecnologia (rapida obsolescenza, difficile definizione dei rischi, ecc.) alla quale sono soggette. Per consentire agli studenti di intraprendere un percorso di incremento di conoscenze e capacità di comprensione nella prima parte del corso saranno approfonditi gli strumenti e le principali finalità della regolazione. Successivamente saranno affrontate le tematiche citate anche attraverso un'analisi settoriale che consentirà agli studenti di sviluppare ed acquisire maggiore autonomia di giudizio e capacità di valutazione di temi attualità in un'ottica giuridica. Per favorire tale processo durante il corso si prevede anche la possibilità di svolgere eventuali attività che prevedono l'interazione in aula degli studenti (lavori di gruppo da presentare in aula, discussioni sulla giurisprudenza esistente, ecc.) nonché il possibile coinvolgimento di esperti esterni. In questo modo verranno sviluppate abilità espressive, capacità di sintesi e illustrazione delle principali problematiche giuridiche e vi sarà la possibilità di migliorare la capacità di esporre e discutere in pubblico.
Risultati apprendimento attesi
Al termine del corso lo studente avrà acquisito i principi base e gli strumenti della regolazione e della regolazione del rischio e ne avrà compreso la declinazione e del difficoltà nel caso dell'innovazione tecnologica. In particolare sarà in possesso le conoscenze per comprendere le nuove dinamiche di mercato, i principali rischi e problemi normativi derivanti dallo sviluppo tecnologico e l'affermarsi della c.d. data economy. Tali conoscenze consentiranno di interpretare, cogliere le principali implicazioni giuridiche delle diverse tecnologie (intelligenza artificiale, blockchain, ecc.) e valutare criticamente anche l'attualità sfruttando proprio le conoscenze acquisite.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo trimestre
Programma
La prima parte del corso sarà dedicata alle teorie ed ai principi della regolazione ed in particolare agli strumenti e alle strategie di regolazione che rappresentano la base di attività di policy makers e regolatori dei mercati. Nella seconda verrà fatta un'analisi dell'impatto dell'innovazione tecnologica sui mercati e sul sistema delle regole esistenti. In particolare ci si soffermerà sulle diverse tecnologie che si sono sviluppate ( piattaforme, DLT, intelligenza artificiale). Gli effetti prodotti, i rischi ed i vantaggi generati e soprattutto le regole più efficaci per queste tecnologie saranno esaminate attraverso diversi settori (mobilità, sanità, settore bancario e finanziario, ecc.). Verranno così evidenziati ed approfonditi problemi specifici di tutela dell'utente e della concorrenza quali ad es. la raccolta e portabilità dei dati, la profilazione e tutela della privacy, la trasparenza sui meccanismi di rielaborazione delle informazioni ad opera degli algoritmi e finalità perseguite, la concorrenza fra piattaforme.
Prerequisiti
non previsti
Metodi didattici
Il corso sarà articolato in lezioni frontali e per rendere più facile la comprensione dei temi trattati saranno utilizzate slides sui singoli argomenti nonchè saranno svolti momenti di approfondimento e discussione con gli studenti su casi giurisprudenziali
Materiale di riferimento
[Materiale di riferimento]:
F. Pizzetti, Intelligenza artificiale, protezione dei dati personali e regolazione, Giappichelli editore 2018, p. 1-62; p.207-238
D'Acquisto S. e Naldi, Big data e privacy by design p.5-37, 140-157
R.Baldwiin, M. Cave, M. Lodge, Understanding regulation, Oxford University press, part I, II (esclusi 9 e 10), III,
Per gli studenti frequentanti saranno messe a disposizione slides durante le lezioni.

[Materiale di riferimento per non frequentanti]:
F. Pizzetti, Intelligenza artificiale, protezione dei dati personali e regolazione, Giappichelli editore 2018, p. 1-62; p.207-238 e 333-380.
D'Acquisto S. e Naldi, Big data e privacy by design p.5-37, 140-157, 170-215
R.Baldwiin, M. Cave, M. Lodge, Understanding regulation, Oxford University press, part I, II (esclusi 9 e 10), III, IV e V (escluso 20 e 21)
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
La prova avrà una durata di 2 ore e sarà articolata attraverso domande a risposta aperte. Tale modalità di formulazione delle domande consente infatti di valutare le conoscenze acquisite, l'autonomia di giudizio maturata anche nel ricostruire gli argomenti e le problematiche giuridiche ad esse sottese.
Le domande saranno differenti fra studenti frequentanti e non frequentanti. Per i frequentanti le domande faranno riferimento alle parti dei testi indicate in programma ed agli argomenti trattati a lezione. In particolare proprio per verificare e migliorare la capacità di apprendere per gli studenti frequentanti sono previste prove intermedie durante il corso.
IUS/05 - DIRITTO DELL'ECONOMIA - CFU: 9
Lezioni: 60 ore
Docente: Canepa Allegra
Docente/i
Ricevimento:
la docente riceve il mercoledì alle 10 e su appuntamento concordato via e-mail
stanza 109