Gnoseologia

A.A. 2021/2022
9
Crediti massimi
60
Ore totali
SSD
M-FIL/01
Lingua
Italiano
Obiettivi formativi
L'insegnamento ha l'obbiettivo di approfondire problemi che rientrano nell'area generale della filosofia teoretica e dell'antropologia filosofica. Si concentra su questioni che riguardano la natura dell'esperienza umana e la costituzione della soggettività, sottolineando i legami con altre discipline (antropologia, psicologia, sociologia, biologia, etc.) e aiutando gli studenti a sviluppare le proprie capacità critiche e a riconoscere le connessioni tra la ricerca filosofica e l'attuale contesto culturale.
Risultati apprendimento attesi
Conoscenze e comprensione
Al termine del percorso di studi, lo studente:
· Presenta i nuclei teoretici portanti del sapere filosofico contemporaneo e ne comprende il lessico;
· identifica la specificità dei problemi filosofici
· riconosce lo statuto e il rigore delle argomentazioni filosofiche;
· distingue gli elementi metodologici di base dell'esercizio filosofico.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Al temine del percorso di studi, lo studente
· è in grado di riproporre e articolare i principali apporti concettuali della filosofia teoretica.
· è in grado di individuare temi e problemi filosofici, nel loro manifestarsi nei diversi ambiti del sapere e della cultura;
· sa affrontare questioni generali adottando le prospettive metodologiche appropriate e sa discutere le argomentazioni dei vari autori utilizzando un lessico adeguato;
· sa argomentare coerentemente le proprie tesi.
Programma e organizzazione didattica

Edizione unica

Responsabile
Periodo
Secondo semestre
Programma
Il corso si concentra su due delle dimensioni più caratteristiche dell'esperienza umana, quella morale e quella religiosa, e discute le conseguenze che vari risultati che vengono dalle scienze dovrebbero avere sulle nostre credenze in questi ambiti.
Nella prima parte del corso (6 CFU) discuteremo i cosiddetti "evolutionary debunking arguments" contro il realismo morale. Inizieremo chiarendo in che cosa consiste il problema della natura della morale. Dopodiché, passeremo a studiare vari modelli dell'evoluzione del comportamento prosociale provenienti dalla teoria dei giochi e dalla biologia evolutiva, modelli che poi integreremo per rendere conto anche delle nostre credenze morali. Fatto ciò, passeremo finalmente a valutare il progetto degli evolutionary debunkers. Infine, discuteremo alcune questioni più propriamente esistenziali sollevate dall'antirealismo morale.
Nella seconda parte del corso (3 CFU) ci concentreremo su alcune versioni dell'argomento del disegno intelligente per l'esistenza di Dio. Inizieremo introducendo alcuni strumenti dalla teoria delle probabilità. Fatto ciò, passeremo a discutere, nell'ordine, la versione classica dell'argomento del disegno intelligente, poi il cosiddetto "fine-tuning argument", e infine l'idea che si possa argomentare a favore dell'esistenza di Dio a partire dal valore del rapporto tra il numero dei maschi e quello delle femmine nella nostra specie.
Prerequisiti
Non ci sono prerequisiti specifici distinti da quelli richiesti per l'accesso al corso di laurea.
Metodi didattici
Lezioni frontali orientate dialogicamente e brevi esercitazioni per familiarizzare con gli strumenti più tecnici.
Materiale di riferimento
Materiale di riferimento per la prima parte del corso
- Richard Joyce, The Evolution of Morality, MIT Press, introduzione, capitoli 1 e 4, e § 6.1.
- Elliott Sober, Did Darwin Write the Origin Backwards?, Prometheus Books, capitolo 2.
- Sharon Street, A Darwinian Dilemma for Realist Theories of Value, Philosophical Studies 127 (1), §§ 1-6, 8 e 10-11.
- Il contenuto delle lezioni della prima parte del corso (le slides relative verranno pubblicate di volta in volta sul sito del docente, che è accessibile sia dal sito del dipartimento che tramite la funzione Chi e dove del sito dell'università).
(Se avete particolari problemi con l'inglese, potete sostituire i libri di Joyce e Sober e l'articolo di Street con Martin A. Nowak e Roger Highfield, Supercooperatori ‒ Altruismo ed evoluzione: perché abbiamo bisogno l'uno dell'altro, Codice, capitoli 1-2, 4-5, 8 e 10-11)

Materiale di riferimento per la seconda parte del corso
- Elliott Sober, The Design Argument, Cambridge University Press.
- Elliott Sober, Did Darwin Write the Origin Backwards?, Prometheus Books, capitoli 3-4.
- Il contenuto delle lezioni della seconda parte del corso (anche qui le slides relative verranno pubblicate di volta in volta sul sito del docente).
(Se avete particolari problemi con l'inglese, potete sostituire i libri di Sober con David Hume, Dialoghi sulla religione naturale, Einaudi)

Non ci sono letture supplementari per gli studenti non frequentanti, a cui è richiesto semplicemente di ascoltare le registrazioni delle lezioni, che saranno raggiungibili alla fine del corso dal sito del docente.
Modalità di verifica dell’apprendimento e criteri di valutazione
L'esame da 9 CFU è orale e si articola in due sezioni (da sostenere lo stesso giorno). Il voto dipende per il 75% dall'esito della prima sezione e per il 25% da quello della seconda.
La prima sezione dell'esame ha l'obiettivo di accertare l'acquisizione delle conoscenze rilevanti e la comprensione del materiale di riferimento ed è costituita da sei domande, quattro sul materiale di riferimento relativo alla prima parte del corso e due sul materiale di riferimento relativo alla seconda parte. Le domande in questione sono puntuali e richiedono risposte altrettanto puntuali, nonché un uso rigoroso della terminologia. Per aiutare gli studenti nella preparazione di questa prima sezione dell'esame, alla fine del corso verrà pubblicata sul sito del docente una guida allo studio con tutte le domande che potranno venire poste durante il colloquio.
La seconda sezione dell'esame consiste in una discussione di uno o più passaggi tratti dai testi in programma. L'obiettivo di questa discussione non è solo quello di valutare la conoscenza e la comprensione dei testi in questione, ma anche quello di saggiare la capacità dello studente di costruirsi una visione d'insieme, di sviluppare una posizione motivata sugli argomenti trattati, e di organizzare logicamente il discorso.
L'esame da 6 CFU è analogo a quello da 9 CFU. Le uniche differenze sono che (1) la prima sezione dell'esame è composta solo dalle quattro domande sul materiale di riferimento relativo alla prima parte del corso e (2) i passaggi per la seconda sezione dell'esame vengono tutti dai testi relativi alla prima parte del corso.
Gli studenti con DSA e/o disabilità dovranno concordare, il prima possibile, le modalità d'esame con il docente e l'ufficio competente.
Moduli o unità didattiche
Unita' didattica A
M-FIL/01 - FILOSOFIA TEORETICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica B
M-FIL/01 - FILOSOFIA TEORETICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Unita' didattica C
M-FIL/01 - FILOSOFIA TEORETICA - CFU: 3
Lezioni: 20 ore

Docente/i
Ricevimento:
Giovedì 12:30-15:30, previa prenotazione via e-mail
Via Skype (andrea.guardo.26)