Borse di studio per specializzandi

Il Senato Accademico delibera ogni anno il numero di borse di studio da attribuire per ogni singola scuola di specializzazione.

L'assegnazione delle borse disponibili avviene annualmente per merito e reddito.

Il merito è stabilito:

  • il primo anno in base alla graduatoria di ammissione
  • negli anni successivi in base al superamento dell'esame di profitto annuale.

Il limite di reddito personale complessivo è fissato in €. 7.746,85 annui lordi per l’anno accademico in cui viene erogata la borsa.

Concorrono alla determinazione di tale importo:

  • redditi di origine patrimoniale
  • emolumenti di qualsiasi altra natura aventi carattere ricorrente
  • eventuali altre borse di studio.

Sono esclusioni i redditi derivanti da prestazioni occasionali.

L'eventuale superamento di tale importo comporta la revoca dell'intera borsa per l'anno accademico di riferimento.

I beneficiari della borsa ricevono comunicazione dalle Segreterie studenti, tramite raccomandata.

La borsa, che ammonta a 11.357 euro annui, è esente dall'IRPEF e viene corrisposta, per tutta la durata del corso, a esclusione dei periodi di sospensione, in 2 rate:

  • la prima al momento dell'emanazione del decreto di conferimento
  • la seconda previa presentazione da parte del Direttore della Scuola dell'attestato di frequenza al corso, L'attestato va presentato alla Direzione Risorse Umane - Ufficio Contratti di Formazione e Ricerca.

Per permettere la corresponsione della borsa lo studente deve presentare la dichiarazione dei dati anagrafici e bancari alla Direzione Risorse umane - Ufficio Contratti di Formazione e Ricerca.