Tasse anno corrente

Le tasse universitarie per gli studenti iscritti ai corsi di laurea, di laurea magistrale e a ciclo unico sono suddivise in due rate con modalità di calcolo e tempi di pagamento diversi:

  • l'importo della prima rata è uguale per tutti
  • l'importo della seconda rata varia in base al valore ISEE Università, al Corso di laurea di iscrizione e alla posizione (in corso/fuori corso da un anno oppure fuori corso da più di un anno).

L’obbligazione è unica e pertanto il versamento della prima rata comporta l’obbligo di versare anche la seconda, laddove prevista.

La no tax area è prevista per gli studenti in corso e fuori corso da un anno con ISEE Università fino a 20.000 €

Sono inoltre previsti:

  • esoneri dal pagamento delle tasse universitarie per meritoreddito, condizioni di disabilità o per altri specifici requisiti
  • agevolazioni per gli studenti con elevati requisiti di merito
  • importi diversificati in base al Paese di provenienza per gli studenti internazionali con reddito e patrimonio all'estero

L’importo della prima rata è di 156 euro – 140 euro di tassa regionale per il diritto allo studio + 16 euro di imposta di bollo – è uguale per tutti gli studenti iscritti ai corsi di laurea, di laurea magistrale a ciclo unico e di laurea magistrale e si paga al termine della procedura di immatricolazione o al momento del rinnovo dell'iscrizione che deve essere effettuato dal 15 luglio 2021 ed entro il 30 settembre 2021.

La prima rata si paga tramite il servizio Gestione pagamenti. I nuovi studenti accedono al servizio direttamente al termine della procedura di immatricolazione, gli studenti che rinnovano possono accedere anche dalla loro pagina Unimia.

Se si sceglie di pagare un IUV (Identificativo Unico di Versamento) con modalità home banking occorre assicurarsi di versarlo entro gli orari stabiliti dalla propria banca per le transazioni on line ed entro la scadenza indicata sullo stesso, pena attribuzione di una mora per tardivo pagamento.

Chi rinnova l'iscrizione dopo la scadenza dovrà versare una mora per pagamento tardivo.

Studenti che rinnovano l’iscrizione in corso:

  • Mora di €30,00 per chi rinnova dopo il 30 settembre 2021 ed entro il 31 dicembre 2021
  • Mora di €105,00 per chi rinnova dopo il 31 dicembre 2021

Studenti che rinnovano l’iscrizione fuori corso:

  • Mora di €30,00 per chi rinnova dopo il 30 settembre 2021

Per il Corso di Laurea in Sicurezza dei sistemi e delle Reti Informatiche - Online è previsto un contributo aggiuntivo di 500 Euro per gli iscritti in corso e un contributo di 200 Euro per gli iscritti fuori corso da versare entro il 30 novembre 2021.

L’importo della seconda rata si calcola sulla base delle seguenti variabili:

  • la condizione economica del nucleo familiare, dimostrata con attestazione ISEE Università, da richiedere ad un CAF o all’INPS entro il 29 ottobre 2021;
  • l’area di contribuzione a cui appartiene il proprio Corso di Laurea (A o B);
  • posizione (in corso/fuori corso da un anno oppure fuori corso da più di un anno).

La seconda rata deve essere pagata entro il 31 gennaio 2022.

Nel caso di iscrizione dopo il 31 dicembre 2021 ed entro e non oltre il 15 aprile 2022, la seconda rata sarà emessa nel mese di aprile 2022 con scadenza 31 maggio 2022.

Il pagamento è disponibile online – solitamente nella seconda metà di dicembre - su Unimia, da cui si accede direttamente al pagamento tramite Pago PA utilizzando il servizio Gestione Pagamenti, e deve essere effettuato entro la scadenza stabilita.

Il mancato pagamento della seconda rata entro i termini previsti comporta, oltre al pagamento della mora, il blocco immediato della carriera. La mancata regolarizzazione comporta l’annullamento degli esami sostenuti in data successiva al blocco della carriera e l’avvio delle procedure di recupero crediti nei termini di legge.

La seconda rata è dovuta anche da coloro che abbandonano gli studi senza presentare domanda formale di rinuncia agli studi.

Mora per pagamento tardivo:

  • 30 euro per i pagamenti effettuati con ritardo fino 15 giorni;
  • 60 euro per i pagamenti effettuati oltre 15 giorni di ritardo. 

Se si sceglie di pagare con modalità home banking occorre assicurarsi di versarlo entro gli orari stabiliti dalla propria banca per le transazioni on line.

Seconda rata e Borsa di Studio DSU

Gli studenti beneficiari di Borse per il diritto allo studio universitario e borse di studio di Ateneo hanno diritto all’esenzione dal pagamento della seconda rata delle tasse universitarie

Calcolare la seconda rata

La seconda rata viene determinata applicando le seguenti regole:

  • agli studenti in corso o al primo anno fuori corso con ISEE fino a 20.000 € viene applicata la seconda rata minima (vedi tabella seguente);
  • per gli studenti con ISEE superiore a 20.000 € e fino a 40.000 € viene applicata una aliquota del 3% alla differenza tra ISEE dello studente ed ISEE di 20.000 €; 
  • per gli studenti con valore ISEE pari o superiore a 40.000 € e fino a 75.000 € viene applicata una aliquota del 3% da applicare alla differenza tra 40.000 € e 20.000 € più una aliquota del 7% da applicare alla differenza tra ISEE dello studente e 40.000 €;
  • per gli studenti iscritti ai corsi di area di contribuzione B viene applicato un coefficiente moltiplicativo pari ad 1,28;
  • per gli studenti iscritti al secondo anno fuori corso e successivi viene applicato un coefficiente moltiplicativo di 1,50 tenuto conto che l'importo minimo è comunque pari a 200 €;
  • agli studenti con ISEE pari o superiore a 75.000 € viene applicata la seconda rata massima (vedi tabella seguente);
  • agli studenti in corso, senza limiti di reddito, che raggiungono il 90% dei crediti previsti dal loro percorso, viene applicato uno sconto di 500 €, vedi il paragrafo Agevolazioni per gli studenti con elevati requisiti di merito.
Importi minimi e massimi della seconda rata
Studenti in corso o fuori corso da un anno

Area corso  

importo minimo: tutti gli studenti con ISEE fino a 20.000€ 

Importo massimo   

A  

0

€ 3.050

B

0

€ 3.904

 

Studenti fuori corso da più di un anno

Area corso  

importo minimo: tutti gli studenti con ISEE fino a 20.000€  

Importo massimo  

A  

€ 200

€ 4.575

B

€ 200

€ 5.856

 

Agli studenti iscritti in corso ad anni successivi al primo con carriera regolare che abbiano acquisito il 90% dei CFU (Crediti Formativi Universitari) entro il 30 settembre 2021 viene riconosciuto un esonero di 500 € sulla seconda rata che viene calcolato automaticamente, senza che lo studente debba presentare specifica domanda.

Il numero dei crediti da acquisire sono quelli previsti dal Manifesto del proprio corso di studio fino all'Anno Accademico precedente.

Nei casi di attività formative distribuite su più anni o più semestri con esame unico, tutti i crediti si considerano riferiti all'anno di corso indicato nel Manifesto degli Studi per il sostenimento dell'esame.

Hanno carriera regolare gli studenti iscritti in corso senza interruzione, ripetenze o che non siano già in possesso di una laurea.

Sono esclusi dall’esonero per merito per il 90% dei crediti gli studenti iscritti in regime di tempo parziale.

Medicina e Professioni sanitarie

Per gli iscritti ai corsi di laurea triennale e magistrale delle Professioni sanitarie e di laurea a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, l'acquisizione dei crediti di tirocinio è valutata al 30 novembre 2021.

Trasferimenti

L’esonero è concesso agli studenti iscritti con trasferimento che abbiano ripetuto un medesimo anno di corso.

Nel caso di iscrizione con passaggio interno da altro corso di studio nell’anno accademico 2021/2022, il merito del 90% dei crediti è riferito ai crediti previsti dal corso di provenienza, tenuto conto della coorte di immatricolazione dello studente.

Nel caso di iscrizione con trasferimento da altro ateneo nell’anno accademico 2021/2022 o di iscrizione con trasferimento da altro ateneo o da altro corso antecedente all’anno accademico 2021/2022, il merito è riferito ai crediti previsti dal corso di studio di ultima iscrizione tenuto conto della coorte di immatricolazione dello studente.

In tutti i casi di carriera con trasferimento, l’esonero è concesso solo qualora lo studente abbia ripetuto una sola volta in tutta la carriera un medesimo anno di corso.

Requisiti

Se la seconda rata è uguale o superiore a 700 euro, può essere pagata in quattro quote.

La rateizzazione della seconda rata è possibile solo per gli iscritti ai corsi di laurea, di laurea magistrale e di laurea magistrale a ciclo unico, mentre è esclusa per:

  • chi si immatricola o rinnova l’iscrizione dopo il 31 dicembre 2021;
  • chi si iscrive a un corso post laurea (master, corsi di perfezionamento, dottorati, scuole di specializzazione);
  • il contributo aggiuntivo per il corso di laurea online in Sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche.

Modalità

La rateizzazione della seconda rata si richiede online dal momento in cui si aprono i termini per il pagamento, e comunque obbligatoriamente entro il 31 gennaio 2022. Per chiedere la rateizzazione è necessario:

  • accedere - dalla pagina personale di UNIMIA - ai Servizi online Sifa > Pagamenti, tasse esoneri > Servizio online Pagamenti > Tasse universitarie dovute
  • richiedere la rateizzazione. Con la conferma della rateizzazione non è più possibile pagare la seconda rata in un'unica soluzione
  • pagare l’importo della prima quota

La seconda, terza e quarta quota diventano disponibili al pagamento solo dopo la ricezione del pagamento precedente da parte dell’Ateneo

Non è possibile richiedere la rateizzazione tramite smartphone.

Revoca della rateizzazione

In caso di cessazione della carriera (per rinuncia agli studi, trasferimento, laurea), la rateizzazione è revocata e lo studente può concludere la carriera solo pagando l’intero importo della seconda rata, con l’addebito della mora per versamenti oltre i termini. 

La rateizzazione decade e lo studente è tenuto al pagamento delle quote non versate in un'unica soluzione nel caso in cui:

  • si esegua il pagamento di una singola quota con una modalità diversa da quella indicata dell'Ateneo;
  • si effettui una modifica del valore ISEE, con aggiornamento dell'importo di seconda rata, dopo il 31 gennaio 2022;
  • le rate non siano pagate entro il 29 aprile 2022.
Quando pagare
31 gennaio 2022
Prima quota
28 febbraio 2022
Seconda quota
31 marzo 2022
Terza quota
29 aprile 2022
Quarta quota

Il mancato versamento di ogni singola quota comporta il blocco immediato della carriera, fino alla regolarizzazione della posizione amministrativa.

Solo il pagamento oltre i termini della quarta e ultima quota, comporta una mora sull’intera seconda rata pari a 30 euro (fino a 15 giorni di ritardo) o 60 euro (oltre i 15 giorni di ritardo).

Per gli studenti con cittadinanza estera e con nucleo familiare che produce redditi e patrimoni all’estero, la seconda rata non viene calcolata tenendo contro dell’ISEE Università, ma consiste in un importo fisso di seconda rata calcolato sulla base del gruppo di appartenenza del Paese di provenienza, dell'area di contribuzione del Corso di Laurea di appartenenza e della posizione (in corso/fuori corso da un anno oppure fuori corso da più di un anno).

Per gli studenti con cittadinanza italiana, ma con residenza estera e redditi e patrimonio prodotti all'estero, le tasse vengono calcolate sulla base del Paese di residenza.

Gli studenti con cittadinanza estera il cui il nucleo familiare produce redditi e possiede patrimoni in Italia devono richiedere l’attestazione ISEE università.

Diritto allo studio

Per la richiesta di benefici nell’ambito del Diritto allo studio universitario, agli studenti stranieri che non possono richiedere l’attestazione ISEE università, sarà richiesta la documentazione relativa alla condizione economica del nucleo familiare in fase di presentazione della domanda online.

Paesi: tabella A

  • In corso e fino al primo anno fuori corso - Area A: Euro 200
  • In corso e fino al primo anno fuori corso - Area B: Euro 256
  • Dal secondo anno fuori corso - Area A: Euro 300
  • Dal secondo anno fuori corso - Area B: Euro 384

Paesi: tabella B

  • In corso e fino al primo anno fuori corso - Area A: Euro 700
  • In corso e fino al primo anno fuori corso - Area B: Euro 896
  • Dal secondo anno fuori corso - Area A: Euro 1050
  • Dal secondo anno fuori corso - Area B: Euro 1344

Paesi: tabella C

  • In corso e fino al primo anno fuori corso - Area A: Euro 2000
  • In corso e fino al primo anno fuori corso - Area B: Euro 2560
  • Dal secondo anno fuori corso - Area A: Euro 3000
  • Dal secondo anno fuori corso - Area B: Euro 3840