Finanziare un dottorato

Imprese ed enti possono finanziare borse di studio per la frequenza di corsi di dottorato stipulando convenzioni con l'Ateneo apposite convenzioni.

Con la borsa di studio si possono finanziare specifici programmi di ricerca, a fronte dell'impegno dell'impresa a finanziare per un triennio:

  • l'importo della borsa di studio, determinato annualmente dal Consiglio di Amministrazione 
  • il contributo INPS a gestione separata, previsto dall'art. 2 del D.m. 11 settembre 1998, nella misura percentuale in vigore
  • il contributo di funzionamento e il contributo per la frequenza al corso fissato annualmente dal Consiglio di Amministrazione
  • l’importo aggiuntivo non inferiore al 10% dell'importo della borsa a decorrere dal secondo anno, per l'attività di ricerca in Italia e all'estero in misura adeguata alla tipologia del corso
  • la somma, non inferiore al 50% dell'importo della borsa, richiesta per l'eventuale periodo di soggiorno all'estero del dottorando
  • le somme richieste per eventuali maggiori oneri dovuti dall'attuazione di disposizioni legislative e regolamentari (incremento dell'importo della borsa e del contributo INPS).

Rivolgersi all'Ufficio Dottorati per:

  • stipulare convenzioni
  • erogare finanziamenti
  • fornire le necessarie garanzie per la copertura finanziaria di posti di dottorato
  • richiedere l'accoglimento di norme specifiche e l'adozione di precise prassi amministrative.