Integrazioni al reddito - DSU

Integrazione per studenti diversamente abili

Con l’integrazione per studenti diversamente abili l’importo annuale della borsa di studio regionale (DSU) può essere elevato fino ad un massimo di 2.807,00 euro per gli studenti in sede, di 3.994,00 euro per gli studenti pendolari e 7.316,00 euro per gli studenti fuori sede.

L'integrazione può anche essere convertita, su richiesta dell’interessato, in dotazione di attrezzature specialistiche, materiale didattico differenziato, posto alloggio, assegnazione di un accompagnatore o assistente per gli studi, di un interprete o in ogni altro strumento idoneo a superare particolari difficoltà individuali.

Chi può fare domanda

Possono richiedere l’integrazione i beneficiari di borsa di studio regionale (DSU) che appartengono alle categorie di cui all’art. 2 della legge 30 marzo 1971, n.118, oppure ad altre categorie di disabili tutelate dalla legge, con invalidità riconosciuta pari o superiore al 66%.

Come fare domanda

L’integrazione per studenti diversamente abili è disciplinata all’interno del bando delle borse di studio regionali DSU.

La domanda di ammissione al concorso si presenta online, accedendo con le credenziali di Ateneo o di registrazione allo sportello online "Diritto allo studio, borse, alloggi e ristorazione" dalla metà di luglio, periodo di pubblicazione del bando, fino alla fine di settembre.

Assegnazione

Successivamente alla pubblicazione della graduatoria definitiva di conferimento delle borse di studio regionali (DSU), l’integrazione viene assegnata da una apposita Commissione

Integrazione per mobilità internazionale

È un contributo integrativo della borsa regionale (DSU) e può essere richiesto dagli studenti che partecipano a programmi di soggiorno di studio all’estero certificati dall’Ateneo per una sola volta per ciascun livello di studi frequentato.

Il contributo è pari a 550 euro mensili, al lordo di altri contributi (UE e da soggetti pubblici o privati) ricevuti, per la durata del periodo di permanenza all’estero fino a un massimo di 10 mesi. Vengono rimborsate anche le spese di viaggio fino a 150 euro, per i Paesi europei, e fino a 500 euro, per i Paesi extraeuropei oltre ai pasti gratuiti spettanti e non fruiti.

Chi può fare domanda

Possono fare domanda gli studenti in possesso dei requisiti richiesti per l’ottenimento della Borsa di studio regionale DSU e coinvolti in progetti di mobilità certificati dall’Ateneo.

Come fare domanda

La domanda di ammissione al concorso si presenta online, accedendo con le credenziali di Ateneo o di registrazione allo sportello online "Diritto allo studio, borse, alloggi e ristorazione".  dalla metà di luglio, periodo di pubblicazione del bando, alla fine di settembre.

Assegnazione

La pubblicazione della graduatoria provvisoria è prevista per gennaio 2021, a febbraio 2021 seguirà la pubblicazione della graduatoria definitiva e il pagamento delle integrazioni assegnate.

Le graduatorie sono pubblicate online allo sportello online "Diritto allo studio, borse, alloggi e ristorazione". 
 

Sovvenzione straordinaria

È un contributo previsto per gravi situazioni familiari che possono pregiudicare la continuità degli studi (come perdita del reddito, problemi di salute, decesso di un familiare), verificatesi tra il 1° ottobre 2018 e il 30 settembre 2019.

L’importo varia in base alla gravità della situazione – che va certificata con apposita documentazione -  e in ogni caso non è superiore a 1.500 euro.

Le sovvenzioni vengono concesse una sola volta nel corso di ogni anno accademico e, per la stessa motivazione, una sola volta per tutta la durata della carriera universitaria.

Chi può fare domanda

Per partecipare sono richiesti i requisiti di regolarità scolastica e di reddito previsti per la borsa di studio regionale DSU.

Come fare domanda

Il bando viene pubblicato a luglio, in appendice al bando per le borse di studio regionali (DSU).

La domanda si presenta online accedendo con le proprie credenziali di Ateneo o di registrazione al Servizio "Diritto allo studio, borse, alloggi e ristorazione".  entro il 15 dicembre di ogni anno.

I documenti comprovanti la richiesta di sovvenzione devono essere inseriti attraverso "upload" nella procedura online.

Assegnazione

La sovvenzione straordinaria viene assegnata sulla base della valutazione di ogni singolo caso, nei limiti dell’apposito stanziamento di bilancio.