Tirocini curriculari presso il Tribunale di sorveglianza di Milano

È stata stipulata una Convenzione tra il nostro Ateneo e il Tribunale di sorveglianza di Milano, che consente agli studenti di Giurisprudenza a ciclo unico del 4° e 5° anno di corso di svolgere tirocini curriculari presso il predetto Ufficio, con la possibilità di partecipare attivamente alle attività giudiziarie e confrontarsi, nella pratica, con un ambito giuridico peculiare ed estremamente interessante.
Le attività, svolte in affiancamento ai magistrati, riguardano, tra l’altro: ricerche giurisprudenziali, analisi dei fascicoli processuali, studio e approfondimento di questioni giuridiche, attività di udienza, redazione di verbali e relazioni, collaborazione alla redazione di bozze di provvedimenti.
La durata prevista è di 6 mesi, per circa 480 ore di impegno totali.
Per i laureandi in diritto processuale penale, in diritto penale e in diritto penitenziario, il tirocinio può rappresentare un'occasione di approfondimento per la redazione della tesi, che potrà vertere su alcuni aspetti affrontati nella pratica.
Anche tale tipologia di tirocinio può portare al riconoscimento di crediti formativi (3 CFU).

Requisiti e modalità di accesso

Possono candidarsi gli studenti iscritti al 4° e 5° anno del corso di Giurisprudenza a ciclo unico, che abbiano già sostenuto l'esame di Diritto processuale penale con una votazione di almeno 27/30 e abbiano una media complessiva degli esami pari ad almeno 27/30.

Come candidarsi

Gli studenti per candidarsi devono presentare domanda al docente referente del progetto, Prof. Lucio Camaldo, compilando e inviando tramite mail il modulo pubblicato sulla pagina Ariel di Diritto processuale penale progredito nei periodi indicati nella pagina stessa.
Una volta selezionati gli studenti idonei, si potrà procedere con l'attivazione del singolo progetto formativo seguendo la procedura prevista dal COSP-Ufficio Stage per i tirocini curriculari.