Tirocini curriculari consulenti del lavoro

Sulla base della normativa per l’ordinamento della professione di Consulente del lavoro e delle modifiche introdotte dalle Legge n.27/2012, i primi 6 mesi (dei 18 necessari) per l’accesso alle professioni regolamentate può essere svolto in concomitanza del Corso di studio di primo livello, oppure di secondo livello o di Laurea Magistrale a ciclo unico.

L’Università degli Studi di Milano, in virtù della Convenzione Stipulata con l’Ordine Provinciale dei Consulenti del Lavoro, offre questa opportunità.

Requisiti

Sono ammessi allo svolgimento di parte del periodo di tirocinio, valevole per l’ammissione all’esame di abilitazione alla professione di Consulente del Lavoro, contestualmente alla frequenza dell’ultimo anno dei corsi di laurea, gli studenti iscritti ai percorsi di studio appartenenti alle seguenti classi di Laurea:

Lauree triennali e magistrali a ciclo unico  Lauree magistrali
  • L-14: Scienze dei Servizi Giuridici;
  • L-16: Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione;
  • L-18: Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale;
  • L-33: Scienze Economiche;
  • L-36: Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali;
  • LMG-01 delle Lauree Magistrali in Giurisprudenza;
  • LM-56: Scienze dell’Economia;
  • LM-62: Scienze della Politica;
  • LM-63: Scienze delle Pubbliche Amministrazioni;
  • LM-77: Scienze Economico-Aziendali.


I percorsi formativi devono inoltre garantire l’acquisizione dei seguenti Cfu, nei corrispondenti settori scientifico-disciplinari: 

18 CFU 12 CFU

Area 12 – Scienze giuridiche

  • IUS/01 – Diritto privato
  • IUS/04 – Diritto Commerciale
  • IUS/07 – Diritto del Lavoro
  • IUS/10 – Diritto Amministrativo
  • IUS/12 – Diritto Tributario
  • IUS/14 – Diritto dell’Unione Europea

Area 13 – Scienze economiche e statistiche

  • SECS-P/01 – Economia Politica
  • SECS-P/07 – Economia Aziendale
  • SECS-P/08 – Economia e gestione delle imprese
  • SECS-P/10 – Organizzazione aziendale


Possono chiedere di essere ammessi gli studenti iscritti all'ultimo anno dei corsi di laurea appartenenti alle Classi di Laurea sopra citate che abbiano sostenuto e superato:

  • per le lauree triennali almeno 90 CFU
  • per le lauree magistrali almeno 60 CFU
  • per le lauree magistrali a ciclo unico almeno 150 CFU
Come accedere

Circa le modalità operative per la gestione dei tirocini, sono stati individuati due principali canali:

  1. Disponibilità pervenute al COSP da parte degli Studi dei Consulenti del Lavoro
    1. Il Consiglio Provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro provvede ad inoltrare al Cosp, con cadenza variabile, le offerte raccolte dagli Studi dei consulenti.
    2. Le offerte sono visionabili su questa pagina con link diretto all’annuncio pubblicato sulla bacheca online.
    3. Gli studenti interessati possono candidarsi direttamente sul portale; le candidature idonee vengono inoltrate dal Cosp ai singoli studi che provvedono a selezionare il candidato.
    4. Gli studi procedono ad aderire alla convenzione e ad inserire il progetto formativo seguendo la normale procedura di attivazione di tirocini curriculari avendo cura di segnalare (nel campo attività) che si tratta di un tirocinio per la professione di Consulente del lavoro. Viene inoltre inserito dal menù a tendina, in qualità di tutor accademico, il referente individuato dai diversi corsi di laurea (Prof.ssa Franca Maino – LAM, prof. Lucio Imberti – Giurisprudenza).
    5. I docenti referenti approvano online i progetti formativi.
    6. Gli studi dei consulenti stampano i progetti formativi che verranno attivati seguendo la normale prassi dei tirocini curriculari.
    7. Gli studenti prendono contatto con l’Ordine dei consulenti (Consiglio Provinciale) inoltrando la documentazione (progetto formativo) per la formalizzazione della loro posizione.
  2. Interesse da parte di studenti in mancanza di offerte pubblicate
    1. Lo studente prende contatto con il docente referente identificato dai Consigli di Coordinamento Didattico.
    2. I docenti inoltrano al Consiglio Provinciale dell’Ordine l’interesse manifestato dallo studente per l’eventuale matching.
Contatti

Professori referenti per l’orientamento al tirocinio